mercoledì 12 novembre 2014

Recensione - Die for Me di Amy Plum

Titolo: Die for me (Revenant #1)
Autore: Amy Plum
Editore: De Agostini
Pagine: 416
Prezzo: 14,90
Data pubblicazione: 14 Ottobre 2014
Quando i genitori di Kate e Georgia muoiono in un incidente stradale, la vita delle due sorelle viene stravolta e le ragazze sono costrette a trasferirsi a Parigi dai nonni. L’unico modo che ha Kate per soffocare il dolore è rifugiarsi tra le pagine dei libri che ama di più. Fin quando non incontra Vincent.
Bello, misterioso e affascinante, Vincent scioglie a poco a poco il ghiaccio attorno al cuore di Kate che si innamora perdutamente di lui. Ma Vincent non è un ragazzo come gli altri: è un Revenant, un vero e proprio angelo custode, destinato a sacrificare la propria vita per salvare le anime in pericolo, e a risvegliarsi tre giorni dopo la morte, in un circolo senza fine.
Kate si ritrova quindi davanti a una scelta difficilissima: proteggere ciò che rimane della sua esistenza e della sua famiglia... oppure rischiare tutto per un amore impossibile?
Kate è rimasta orfana di genitori a seguito di un terribile incidente, ora vive con il nonno e la nonna (Mamie e Papy) e la sorella Georgia nella romantica città di Parigi. Dimenticare un passato così doloroso è difficile e la protagonista si ritrova chiusa in se stessa a girovagare per musei, librerie, biblioteche o café con passatemi inusuali alla sua età, finché un giorno seduta tranquillamente a sorseggiare un caffè e leggere un libro incontra un gruppo di ragazzi, uno soprattutto, intento continuamente a fissarla. L'incontro con Vincent e gli altri sarà solo l'inizio per una Kate che si ritroverà coinvolta in un mondo incredibilmente affascinante così come spiazzante: quello dei Revenant, angeli custodi in grado di donare la propria vita per salvarne un'altra, in un circolo di vita e di morte continua.

Sono rimasta estremamente affascinata dal concetto Revenant. Sarà perché non ho mai letto nulla del genere, sarà il pensiero di salvare altre vite sacrificando se stessi. Fatto sta che mi sono ritrovata a divorare Die for me e non averne abbastanza.
Un'elemento che spesso mi fa storcere il naso è l'insta-love, ovvero un innamoramento troppo precoce tra i protagonisti che in Die for me ahimè troviamo sin da subito. Kate e Vincent si trovano in simbiosi perfetta, sembrano non poter fare a meno di pensare l'uno all'altra. Nonostante abbia storto effettivamente il naso il rapporto tra i due protagonisti è stato talmente semplice e normale che mi sono tranquillamente lasciata trasportare dai loro sentimenti senza farmi troppe domande. Ho creduto nel loro cupido personale (certo forse avrei preferito meno miele, ma qui il problema sono io). E poi la città da sfondo, Paris la cité de l'amour!, ha giocato il suo ruolo importante: sia per il lato romance (musei, mostre, cafés parisiens), che per il macabro con le ampie descrizioni delle famose catacombe (sotterranei con le ossa dei morti, qual meraviglia!).
C'è un perfetto mix tra la storia in sé e il rapporto che si crea tra una protagonista distrutta per la morte dei genitori e un ragazzo passionale, affascinante, dolce e misterioso. I Revenant, ovvero scherzosamente descritti come "zombie" o "fantasmi", in realtà non sono che spiriti in grado di sacrificarsi per lasciar vivere qualcun altro, perché loro sono esseri immortali in grado di resuscitare dopo tre notti di sonno vegetale  Niente più vampiri, licantropi o mostri di vario genere. I protagonisti sono angeli custodi morti e rinati con il compito di morire per altri e cercare di non affezionarsi alla persona salvata. Il mondo è pieno di pericoli e il loro compito non è facile, le persone da salvare sono tante e chi merita di essere salvato anche. Nell'intera storia viene dato ampio spazio al Romance, quasi la storia dovesse lasciare un velo di mistero per i seguiti che verranno (e che speriamo pubblichino presto) su tutta la questione dei non-morti e del loro compito. Così tra l'amore e vite salvate mescolate al suspense del "cattivo" che non manca mai Die for me si è rivelata una lettura estremamente originale. Consigliato a chi crede al colpo di fulmine così come all'esistenza del destino o degli angeli custodi.

4.5/5

Cosa ne pensate? Vi incuriosisce la trama?
Avete mai letto qualcosa del genere?
Io trovo che l'idea di rivisitare la parola "zombie" vestendoli di un aspetto affascinante sia incredibilmente intrigante!

18 commenti:

  1. Aaa sembra bellissimo!! *-* spero di procurarmelo, lo voglio! ç__ç
    Parigi + amore è la combinazione perfetta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si a me è piaciuto moltissimo per l'idea dei Revenant *___* finalmente qualcosa di nuovo in una città diversa!

      Elimina
  2. Bella recensione! spero di leggere Die for me al più presto, sembra davvero un bel libro! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lily! Leggilo a me è piaciuto tanto :D

      Elimina
  3. Sei una delle poche che parla bene di questo libro! Ho letto soprattutto recensioni negative, però penso che lo leggerò comunque, sono curiosa e la cover mi piace un sacco! Poi Parigi *__*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh si ho letto anch'io qualche recensione molto negativa qua e là però niente da fare, quando un libro lo divoro vuol dire che qualcosa di buono ha :D
      E a me l'idea su cui ruota l'intera storia mi è parsa molto originale, sono sicura che i seguiti sapranno stupirci!

      Elimina
  4. Che bella recensione, Cri!
    Non ero convintissima, ma in generale mi ispira *-*
    Credo che ci andrò cauta e lo prenderò in ebook u_u

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mel!
      Massì prendi prima l'ebook u_u anche se l'edizione e la cover sono bellissimi :3

      Elimina
  5. Mi sta aspettando nel Kindle da un po'. Devo leggerlo il prima possibile!

    RispondiElimina
  6. Anche io ho letto solo recensioni non proprio negativa ma quasi u.u L'insta-love mi fa storcere il naso, ma ammetto che il concetto di revenant sembra carino... non so, sono ancora molto indecisa se leggerlo o meno >.<

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarà che è molto molto concentrato sul rapporto insta-love tra i protagonisti oltre che ai Revenant :P anch'io avrei preferito forse un po' meno love love ma più action, però insomma mi è piaciuto comunque tantissimo!

      Elimina
  7. L'ho letto e mi è piaciuto tanto!! Un pò troppo mieloso ma l'idea dei Revenants l'ho trovata originale :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Idem... meno miele e sarebbe stato perfetto per me :P Spero che i seguiti non deludano, penso che i Revenant siano ancora tutti da scoprire!

      Elimina
  8. Sembra davvero interessante *w* all'inizio mi ispirava, poi non più, poi ero indecisa blah blah blah..ora invece voglio leggerlo *w*

    RispondiElimina

♥ please, lasciate un segno del vostro passaggio!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...