giovedì 24 novembre 2016

Recensione - The boy band. Li amavo da morire di Goldy Moldavsky

Titolo: The boy band - Li amavo da morire
Autore: Goldy Moldavsky
Editore: DeAgostini
Prezzo: 14,90
Pagine: 378
Data uscita: 11 Ottobre 2016
Hadley ha quindici anni e una vera e propria ossessione per i Ruperts, la boyband del momento. Ecco perché, insieme alle sue tre amiche del cuore, affitta una stanza nello stesso hotel di New York dove alloggerà il gruppo. Spera di poter incontrare almeno per un attimo i suoi idoli. Ma le cose prendono una piega del tutto inaspettata: quando una delle ragazze incontra Rupert P, il membro meno amato della band, ma pur sempre il suo preferito. Incapace di contenere l'entusiasmo, gli si getta al collo con tanto slancio che finisce per tramortirlo. In un attimo, il poveretto si ritrova nella camera delle fan, legato e imbavagliato. Il suo telefonino sequestrato e tutti i suoi segreti nelle mani avide delle quattro amiche. Hadley però si sente in colpa ed è pronta a tutto per liberarlo. Anche a rischiare il carcere o, peggio ancora, a litigare con le amiche. Per chiarirsi le idee lascia la stanza per pochi minuti, pochi minuti soltanto. Ma al suo rientro il cantante è morto. Tutte e tre le amiche si dichiarano innocenti, eppure... Hadley sa che non può più fidarsi di nessuno. Così, in una lunga notte piena di colpi di scena, dovrà prendere la decisione più difficile della sua vita: tradire le amiche e confessare tutto, oppure tradire il grande amore - I Ruperts - e farla franca.
Lo stalking portato ad altri livelli.
Insomma, che le fan possano essere stalker si sa, ognuna di noi fangirl può immedesimarsi nelle protagoniste. Chi non ha mai guardato tutti i video possibili e immaginabili dei nostri idoli? Chi non li segue sui social, legge loro notizie, spulcia ogni foto presente sul web? Quante di voi hanno presenziato ad eventi, concerti, presentazioni dei vostri beniamini?
Ma parliamoci seriamente. Rapire un ragazzo di una boyband. Qui siamo ad un livello molto molto più alto, li dove solo l'immaginazione può arrivare.
Eppure è quello che si ritrovano a fare Hadley, Erin, Apple e Isabel, accanite fan dei Ruperts boyband del momento conosciuti così perché ogni membro della band si chiama Rupert: Ruper
t P., Rupert L., Rupert X. e Rupert K. Divertente eh?
Un po' meno ritrovarsi improvvisamente il membro debole nella propria stanza d'hotel. Ma andiamo con ordine. Le nostre comiche protagoniste decidono di prenotare una stanza nell'hotel dove alloggeranno i Ruperts per il concerto per cui non sono riuscite ad ottenere i biglietti, volatilizzati in secondi. Caso vuole che Apple si scontri con il suo ragazzo preferito Rupert P. e lo...... rapisca. Da qui un'intera odissea su cosa fare, cosa NON fare (insomma il tuo idolo in stanza con te?) e come spiegare in caso il rapimento?
La storia prende una piega sempre più complessa, con l'aggiungersi e lo scontrarsi con altri personaggi. Soprattutto con il chiedersi dove porti tutta questa follia. Il vero o il falso, il giusto o sbagliato. Hadley sarà la mente "ragionevole" del gruppo, ma come far ragionare delle fan scatenate?
Una storia molto divertente a cui molte ragazze possono immedesimarsi (fino ad un certo punto...) a tratti piomba nel dark senza prendersi mai troppo sul serio.
3/5

lunedì 14 novembre 2016

4* TAPPA BLOGTOUR: Alaska di Brenda Novak


Buongiorno miei cari lettori! Come stanno andando le vostre letture? Sono qui oggi per presentarvi la quarta tappa del blogtour organizzato per "Alaska" nuova uscita Giunti editore dell'autrice Brenda Novak. La tappa è stata anticipata dal 17 ad oggi, il 17 troverete l'intervista all'autrice su Bookspedia! Oggi vi lascerò ad un estratto sul libro che mi ha colpita, non preoccupatevi non contiene assolutamente spoiler ma spero possa incuriosirvi sul romanzo! Seguite tutte le tappe che ci sono in palio ben 7 copie cartacee del romanzo!

IL LIBRO "Alaska"

Titolo: Alaska
Autore: Brenda Novak
Editore: Giunti
Prezzo: 14,90
Pagine: 416
Data uscita: 09 Novembre 2016
Stanno accadendo strane cose nel piccolo villaggio di Hilltop, remota località dell’Alaska dove l'inverno è così gelido da ottenebrare le coscienze. Da quando, tre mesi prima, è stata aperta Hanover House, una clinica psichiatrica di massima sicurezza che ospita con finalità scientifiche i più feroci serial killer d'America, nessuno dorme più sonni tranquilli e a nulla servono le rassicurazioni di Evelyn Talbot, la psichiatra trentenne e determinata che dirige l'istituto insieme al collega Fitzpatrick.
Soprattutto quando nella neve avviene un macabro ritrovamento: i resti di una donna, orrendamente martoriata. Per il giovane sergente Amarok è la conferma di ciò che ha sempre temuto: portare un branco di efferati assassini a pochi metri dalle loro case e dalle loro famiglie è stata una decisione estremamente pericolosa. Ma la sua fermezza si scontra con il fascino fragile e misterioso di Evelyn, il cui passato nasconde il più nero e atroce degli incubi.E mentre una violenta tormenta di neve si abbatte sul paese rendendo impossibili i collegamenti e le comunicazioni, la psichiatra ha più di un motivo per pensare che quel primo omicidio sia un messaggio destinato proprio a lei e che l'ombra del passato la stia per raggiungere ancora una volta.

LE TAPPE


ESTRATTO DEL LIBRO

Evelyn cercava di non lasciarsi turbare dalle minacce che riceveva. Considerato quanto i detenuti potevano essere espliciti e terrificanti, resisteva abbastanza bene a ciò che ascoltava. C’era da aspettarsi qualche intimidazione quando si affrontavano i peggiori criminali d’America. E di solito lei poteva comprendere i loro comportamenti, anche se capire non significava giustificare. Molti degli uomini con cui aveva a che fare cercavano di esercitare un controllo su un mondo in cui non ne avevano, incutendo terrore negli altri. Questo conferiva loro un certo potere. Altre volte la minacciavano semplicemente perché se non potevano più essere ammirati volevano solo essere disprezzati, almeno così avrebbero contato qualcosa.
Ciò nonostante, anche dopo aver lasciato Hanover House, a fine giornata Evelyn non riusciva a cacciar via dalla testa l’immagine inquietante di Anthony Garza e del suo sorriso malvagio. Se in prima battuta poteva aver espresso il suo disappunto per un trasferimento indesiderato nell’unico modo che sentiva di avere a disposizione, le parole «la mia prossima vittima» celavano certo qualcosa di più del mero desiderio di metterle paura. Qualcosa in lui, e nel loro breve colloquio, era sintomo di una crudezza che confermava i sospetti avuti fin dalla prima volta che ne aveva guardato il dossier. Forse Garza aveva ucciso le tre mogli per evitare le battaglie dei divorzi, per vendicarsi delle loro intenzioni di lasciarlo o per le modeste polizze sulla vita che avrebbe potuto incassare. Ma nel profondo era un lust killer, uno che uccideva semplicemente per il piacere di farlo. E questo la spingeva a chiedersi se avesse ucciso altre donne oltre alle mogli. Era pronta a scommettere di sì.

GIVEAWAY

Eccoci arrivati alla parte succulenta di questo blogtour! Ben 7 persone, avete letto bene sette persone, avranno la possibilità di portarsi a casa una copia cartacea del romanzo! Per farlo dovete seguire queste semplici regole e compilare il form sottostante:
  1. Lasciare un commento con la vostra email
  2. Diventare lettori fissi di tutti i blog aderenti all'iniziativa (cliccate sul tasto unisciti a questo sito)
    Blog: L'universo dei libri, Emozioni di una musa, My pages à la page, Sognando tra le righeAlla scoperta di libriPenna D'oroBookspedia, Libri di cristallo, Un buon libro non finisce mai, Dolci&Parole
  3. Mettere "mi piace" alla pagina FB della casa editrice Giunti
  4. Condividere sui vari social (Facebook, Twitter, G+)
  5. Commentare tutte le tappe del blogtour
Buona partecipazione e buona fortuna!


  a Rafflecopter giveaway

domenica 9 ottobre 2016

Recensione - Il cacciatore di aquiloni

Titolo: Il cacciatore di acquiloni
Autore: Khaled Hosseini
Editore: Pickwick
Prezzo: 11,90
Pagine: 362
Data uscita: 10 Giugno 2014
Si dice che il tempo guarisca ogni ferita. Ma, per Amir, il passato è una bestia dai lunghi artigli, pronta a riacciuffarlo quando meno se lo aspetta. Sono trascorsi molti anni dal giorno in cui la vita del suo amico Hassan è cambiata per sempre in un vicolo di Kabul. Quel giorno, Amir ha commesso una colpa terribile. Così, quando una telefonata inattesa lo raggiunge nella sua casa di San Francisco, capisce di non avere scelta: deve tornare a casa, per trovare il figlio di Hassan e saldare i conti con i propri errori mai espiati. Ma ad attenderlo, a Kabul, non ci sono solo i fantasmi della sua coscienza. C'è una scoperta sconvolgente, in un mondo violento e sinistro dove le donne sono invisibili, la bellezza è fuorilegge e gli aquiloni non volano più.

Dicono che la nostalgia sia una brutta bestia. Forse una bestia ancor più feroce è il senso di colpa. Lo sa bene Amir, che dalla sua infanzia continua a portarsi appresso il macigno carico dei suoi errori. C'è chi ha carattere, chi è leale, chi coraggio. Chi come Hassan ha tutti i pregi che un amico possa desiderare, ma che purtroppo è nato servo. Hassan e Amir sono migliore amici sin dalla nascita, però sono solo un piccolo servo e il suo piccolo padrone. Giocano insieme, Amir legge storie ad Hassan che non ha mai imparato l'alfabeto. Hassan è fedele, buono, servizievole. Non ha paura di niente, se serve ad accontentare o proteggere Amir. Lui però è diverso, geloso. Desidera solo che il padre gli presti attenzioni, che lo consideri degno di essere suo figlio. Eppure no, tratta i due ragazzi alla pari, forse desidera che Amir possa prendere esempio da Hassan. Cacciano insieme
aquiloni, li fanno volare in alto e finalmente insieme diventano invincibili vincendo la gara che c'è sempre in paese. Però da quel giorno tutto cambia. Amir dovrà convivere ogni singolo giorno con i sensi di colpa, finché non prende una decisione che gli cambierà ancora di più la vita. Eppure ottiene le attenzioni del padre. Finalmente ridono e scherzano, finalmente non viene più visto come indegno. Scoppia la guerra. L'Afghanistan non sarà più la stessa e in cielo non volano più aquiloni. Si sente in sottofondo solo lo scoppio delle bombe, delle armi. Amir e il padre riescono a fuggire in America. Diverso sarà il destino di Hassan. Eppure in un futuro lontano Amir dovrà tornare in Afghanistan, e fronteggiarsi con i suoi sbagli la sua tortura che lo ha accompagnato fino alla vita adulta.

Incredibile come questa storia riesca a prenderti dalle prime pagine senza mollarti più, non importa quante cose belle o brutte possano accadere. Non importa quanta felicità e quanta tristezza allo stesso tempo possa contenere. Conosciamo due ragazzini che crescono insieme seppur diversi, eppure dove sono queste diversità? Nascere con la camicia e nascere e basta, dalla parte sbagliata. Cambia tutto, a volte anche troppo. Soprattutto quando si parla di destino. E' stato un duro colpo assistere a determinate scene, vivere la lealtà insieme ad Hassan e i sensi di colpa insieme ad Amir. Però l'insieme ha reso questo romanzo unico e di grandissimo valore.

5/5

sabato 8 ottobre 2016

Per sempre con te di Katie McGarry dal 13 Ottobre in libreria!

DAL 13 OTTOBRE IN LIBRERIA

“L’amore è straziante, ti consuma, ti stravolge.
È magia… è un milione di cose, scintille che esplodono in un brevissimo istante. È qualcosa di incomprensibile…
e di cui non sai più fare a meno.”

Titolo: Per sempre con te (Thunder Road Series #2) | Autore: Katie McGarry | Editore: HarperCollinsItalia | Prezzo: 16,00

La diciassettenne Breanna può essere definita con due parole: semplice e responsabile. Per lei il rispetto delle regole è tutto, finché una notte non rimane invischiata in una situazione di cyberbullismo per un suo comportamento non proprio da prima della classe, in cui Thomas "Rasoio" Turner ha il ruolo principale. Il suo mondo perfetto e ordinato, così, viene scosso dal profondo.
Thomas "Rasoio" appartiene al club motociclistico dei Reign of Terror dove le brave ragazze come Breanna non sono contemplate. Ma quando capisce che lei è sotto ricatto per una foto compromettente in cui loro due compaiono insieme, decide che è arrivato il momento di mettere da parte le regole non scritte dei Terror. I due fanno un patto: Rasoio tirerà fuori Breanna dal brutto guaio in cui si è cacciata; lei, in cambio, lo aiuterà a venire a capo di un mistero interno al club, di cui nessuno ha intenzione di parlare. Dopo di che ognuno riprenderà la propria vita. Ma più passano del tempo insieme e più il feeling tra loro aumenta, senza che nessuno dei due possa fare qualcosa per contrastarlo. Rasoio e Breanna si troveranno entrambi costretti a camminare ognuno sul filo delle proprie regole per poter scoprire chi sono, che cosa vogliono e dove andranno in un futuro non troppo lontano.

L'autrice
Adolescente durante il periodo delle boyband e della mu-sica grunge, ricorda quegli anni come i peggiori e migliori della sua vita. Ama la musica, il lieto fine, i reality televisi-vi ed è appassionata di basket. Autrice di numerose serie di successo dedicate al pubblico più giovane, tra cui la
fortunata Oltre i limiti, adora tenersi in contatto con i fan attraverso i social network. Per sempre con te è il secondo romanzo della serie Thunder Road. Online la trovate su www.katielmcgarry.com

venerdì 7 ottobre 2016

Il disastro siamo noi di Jamie McGuire dal 03 Novembre in libreria!

IN LIBRERIA DAL 03 NOVEMBRE
Non posso farti entrare nella mia vita.
Perché il mio cuore nasconde un segreto. Ma solo a te posso dire la verità.
«Jamie McGuire ha iniziato a scalare le classifiche e non si è più fermata.» «la Repubblica»

Titolo: Il disastro siamo noi (The Maddox brothers #3) | Autore: Jamie McGuire | Editore: Garzanti | Pagine: 350 | Prezzo: 16,90

Falyn ha fatto una scelta difficile rinunciando a una vita di privilegi. Il lavoro come cameriera al Bucksaw Cafè è diventato tutto per lei. Non c’è spazio per altro. Soprattutto per l’amore. Perché Falyn nasconde nel cuore un segreto che non ha mai rivelato a nessuno. Un segreto che l’ha portata lontano dalla sua famiglia e a chiudersi in sé stessa. Fino al giorno in cui non incrocia uno sguardo speciale come quello di Taylor Maddox. Uno sguardo che, lo sa bene, può portare solo guai. Molte ragazze si sono scottate fidandosi delle sue promesse tradite. Falyn non vuole che questo accada anche a lei. È ancora troppo fragile per cadere nei suoi tranelli.
Eppure Taylor non demorde e la invita a cena. Un rifiuto non è una risposta che un Maddox può contemplare quando è convinto di aver trovato la donna della sua vita. Ed è lì, seduta di fronte a lui, che Falyn intravede una dolcezza dietro quell’aspetto da ragazzo che ottiene sempre quello che vuole. Incontrare la sua famiglia, vedere l’affetto che lo lega ai fratelli Travis e Trenton e alla cognata Abby, la convince ancora di più che Taylor abbia anche un lato romantico. E piano piano sente che delle crepe stanno rompendo la corazza dietro il quale si è trincerata per non rischiare più. Sarebbe facile affidare finalmente a qualcuno il peso dei suoi segreti. Sarebbe facile trovare conforto tra le braccia possenti di Taylor. Ma riaprire la porta del passato è quasi impossibile quando si è creduto di aver buttato via la chiave. Ci vuole coraggio, o forse solo la mano benevola del destino.

Jamie McGuire vive in Oklahoma con il marito e i figli. I suoi libri entrano regolarmente nei bestseller del «New York Times». Con lo straordinario successo della trilogia di Abby e Travis Uno splendido disastro, Il mio disastro sei tu, Un disastro è per sempre ha conquistato le classifiche italiane, e con Uno splendido sbaglio, Un indimenticabile disastro, L’amore è un disastro ha raccontato le storie di altri personaggi «disastrosi» per la gioia di tutti i suoi fan. Con Garzanti ha pubblicato anche la trilogia Una meravigliosa bugia, Un magnifico equivoco, Un’incredibile follia.

mercoledì 5 ottobre 2016

WWW Wednesday #43

WWW Wednesday è una rubrica del mercoledì ideata dal blog Should be Reading con l'intento di riportarvi le nostre letture concluse, in corso e future.
  1. What are you currently reading? Che cosa stai leggendo?
  2. What did you recently finish reading? Cosa hai appena finito di leggere?
  3. What do you think you’ll read next? Cosa pensi leggerai in seguito?

Che cosa stai leggendo?

Sto finalmente leggendo "Voglio vivere prima di morire" di Jenny Downham che ho visto consigliare più volte dai lettori. Mi sembra anche di aver visto il film tempo fa per puro caso quando lo davano in tv...ma la lettura è sempre diversa. Poi ho iniziato "Di me diranno che ho ucciso un angelo" di Gisella Laterza.

Cosa hai appena finito di leggere?


Ho letto e recensito il secondo volume dal punto di vista di Dameon di Obsidian, "Oblivion II - Onyx attraverso gli occhi di Daemon" (qui la recensione) e "I mercanti dell'apocalisse" di J.K.Brass (qui la recensione). Poi sono finalmente riuscita a leggere "Il cacciatore di aquiloni" di Khaled Hosseini, che ho amato e di cui vi farò presto la recensione. Poi ho letto il dolce "La favolosa vita di Henry N.Brown" di Anne Helene Bubenzer. Ultimo in ordine lettura ma che è entrato subito a far parte dei miei preferiti è "La moglie del califfo" di Renéé Ahdieh.

Cosa pensi leggerai in seguito?

Come sempre anche questa volta sono indecisa su cosa leggere, purtroppo nell'ultimo periodo tra blocchi di lettore e mancanza di tempo sto leggendo poco anche se cerco sempre di recuperare tante letture, visto che sono rimasta parecchio indietro!

Come sono andate invece le vostre letture?
Avete letto qualcosa di interessante da consigliarmi?
Fatemi sapere!

martedì 4 ottobre 2016

Teaser Tuesday #69 - Di me diranno che ho ucciso un angelo

Buon pomeriggio lettori! Come state? Cosa state leggendo di bello? Io ho iniziato ieri sera "Di me diranno che ho ucciso un angelo" di Gisella Laterza, libro che ho fortunatamente vinto dalla CE in un concorso indetto su Facebook, con tanto di dedica! Sono rimasta molto colpita dal teaser di oggi e volevo condividerlo con voi ;)
Teaser Tuesday è una rubrica del martedì ideata dal blog Should be Reading con lo scopo di condividere con voi lettori uno spezzone di un libro che abbiamo attualmente in lettura.
  1. Prendi il libro che stai leggendo 
  2. Apri ad una pagina a caso 
  3. Condividi qualche riga di testo della pagina 
  4. Attenzione a non fare spoiler! 
  5. Riporta il titolo e l'autore del libro

La ragazza esita. Poi: <<Chi sei?>>
Il giovane prende posto nel sedile accanto al suo.
Non ha più teso la mano verso di lei, non ha più provato a sfiorarla senza riuscirci. D'un tratto Aurora lo sente distante, anche se si è fatto più vicino.
<<Chi sono io?>> chiede lo sconosciuto.
<<Sì, vorrei saperlo>> dice la ragazza sostenendo il suo sguardo d'incanto.
<<Ho imparato>> risponde lo sconosciuto <<che a una domanda come "Chi sei?" non si risponde con una parola sola.>>
<<E con cosa?>>
<<È questo il dilemma. Non lo so. Che cosa sono gli uomini? E le donne? E come sono diventati ciò che sono? E come posso diventarlo io? So solo che tanti uomini sono ciò che non dovrebbero essere. So che tanti uomini e tante donne non riescono a diventare se stessi. Perciò te lo chiedo di nuovo: come si diventa se stessi? Che cosa sono gli uomini e le donne? Cosa li rende reali?>>
Aurora ci pensa. Pensa a suo padre. Una volta le aveva detto che siamo solo parole. Viviamo finché qualcuno parlando noi. Poi un vento freddo ci soffia via, e noi siamo solo pagine sparse.
<<Gli uomini e le donne sono...>> risponde Aurora dopo un silenzio leggero, <<delle storie da raccontare.>>

mercoledì 28 settembre 2016

Recensione - I mercanti dell'apocalisse L.K.Brass

Titolo: I mercanti dell'apocalisse
Autore: L.K.Brass
Editore: Giunti
Prezzo: 8,00
Pagine: 400
Data uscita: 15 Marzo 2016
Daniel, geniale matematico, ha raggiunto il successo e tutto ciò che un uomo può desiderare, ma una breve telefonata cambierà la sua vita per sempre. Una terribile sciagura aerea e un attentato da cui si salva quasi per miracolo gli fanno capire di essere rimasto invischiato in qualcosa di oscuro e mortale. L'unico modo per proteggere se stesso e la figlia Isabel, la sola della sua famiglia a essere sopravvissuta, sarà scomparire. Anni dopo, vivendo sotto falso nome alla ricerca di chi gli ha distrutto la vita, si imbatterà in una nuova scia di morte e in un complotto che sta dissanguando la BCE e le economie europee. Con l'aiuto insperato di una giovane e brillante operatrice finanziaria, Daniel lotta per ottenere risposte. Fra spionaggio informatico, prodigiose fughe con la macchina e abili travestimenti, riuscirà a ricomporre tutte le tessere di quell'inquietante mosaico?
E' sempre bello nel mondo letterario conoscere nuovi scrittori emergenti che hanno spianato la loro strada con l'auto pubblicazione per poi ritrovarli pubblicati sotto il nome di note case editrici. Il Deal dell'apocalisse colpisce non solo i lettori online scalando le classifiche Amazon ma viene acquisito dalla Giunti e diventa I mercanti dell'apocalisse, primo di una serie di tre.
Chi mi conosce sa che il thriller è uno dei generi che prediligo, ne ho letti tanti e spesso con protagonisti e storie simili tra loro. Ci sono storie che appassionano, storie piene di corse contro il tempo e altre dove fino alla fine rimaniamo con il fiato sospeso L.K.Brass ci catapulta in uno scenario totalmente nuovo, crudo e violento. Il thriller prende avvento nell'alta finanza, nel mercato, nella BCE, tra gli hacker informatici, là dove tra geni e proficui profitti si nascondono spesso cose inimmaginabili per comuni lavoratori. Lo sa bene il protagonista matematico Daniel che nonostante il lavoro perfetto e la famiglia invidiabile si vede strappato dagli affetti con un'incidente aereo catastrofico, a cui sfugge per miracolo. L'unica sopravvissuta è la piccola figlia Isabel, che proteggerà a tutti i costi. Ben presto Daniel scoprirà che l'incidente non sembra essere che l'inizio di una serie di sfortunati eventi, a quanto pare è entrato nel mirino di qualcuno che attenta alla sua vita. L'unica scelta che ha è quella di sparire, vivendo sotto "copertura" di se stesso, usando pseudonimi e false identità. Senza timore, senza temere la solitudine. Dopo anni però si imbatte in un altro strano incidente che lo porterà ad indagare più a fondo e rientrare nelle tracce di quello che sembra un complotto ben più complesso.
La storia prende piega senza perder tempo. Una telefonata, il disastro, la corsa contro il tempo e le soluzioni per scappare. L'autore crea un protagonista non solo intelligente, ma astuto, diverso, leale, di umani istinti e sentimenti, nella sua complessità. Facile credere che l'autore sappia di quel che scrive, un po' più difficile forse per un lettore inesperto entrare nel giro di un élite con un linguaggio ristretto. Attenzione però, nonostante possa si essere difficile a volte leggere di termini usati nella finanza, nello spionaggio e nel linguaggio matematico così come informatico il lettore si appassiona alla ricerca, al voler sapere e risolvere il mistero. La lettura del romanzo è stata una sorpresa, peccato che la mia attenzione sia calata un po' a metà percorso. E' stato davvero intrigante immedesimarsi nel protagonista, così esperto e pieno di risorse, in grado di cambiare identità e gestirne così tante diverse. Prudente e calcolatore, il tutto per protezione. Mi è piaciuto un po' meno il susseguirsi degli altri eventi, a volte descritti in maniera un po' frettolosa. Forse l'autore ha lasciato in serbo tante altre cose per i seguiti.

3/5

lunedì 12 settembre 2016

Recensione - Oblivion II Onyx attraverso gli occhi di Daemon

Titolo: Oblivion II - Onyx attraverso gli occhi di Daemon (Lux #2.5)
Autore: Jennifer L. Armentrout
Editore: Giunti
Prezzo: 12,00
Pagine: 336
Data uscita: 09 Luglio 2016
Era inevitabile, Daemon si sta davvero innamorando di Katy e mai, come in questa occasione, lo ammette in modo così intimo e sincero. La ritrosia di Katy non dura a lungo, Daemon sa essere molto convincente ed è la prima volta che è travolto da un sentimento così piacevole e devastante.
Si sente responsabile per aver coinvolto Katy in qualcosa di molto più grande di lei, ma non ha nessuna intenzione di opporsi ai sentimenti che prova, ormai è troppo tardi per tornare indietro. La loro è una relazione imprudente, ma un pericolo ancora più grande arrivato dallo spazio si aggira sulla Terra. E, come se non bastasse, il Dipartimento della Difesa ormai sa tutto di loro. A sconvolgere ancor più la vita dell'alieno ci pensa la misteriosa ricomparsa della ragazza di Dawson, il gemello che Daemon aveva creduto morto. Troppi segreti oscurano l'universo e per l'alieno ora è giunto il momento di scoprire la verità, però non è più solo. Lui e Katy rischieranno tutto per amore, un amore che va ben oltre i confini dello spazio.

Chi ha avuto a che fare con Daemon in Obsidian sa che la storia dei Luxen crea dipendenza. L'autrice ci delizia con il punto di vista di uno dei personaggi maschili più sexy mai letti. La Giunti non ci ha fatto aspettare troppo per vedere terminati tutti i volumi della serie e allo stesso tempo i fan possono finalmente leggere ancora di Daemon e Katy. Il secondo volume di Oblivion ci culla con il punto di vista di Daemon narrando gli stessi avvenimenti di Onyx, secondo capitolo della serie. Inutile negare quanti sospiri e quante volte abbia alzato gli occhi al cielo per questa coppia che è un continuo avvicinarsi ed allontanarsi. Entrambi pieni di orgoglio continuano a negare l'evidente: lo stretto legame che li unisce. Se all'inizio i protagonisti (soprattutto Katy) potesse dubitare che il loro cercarsi fosse dovuto soprattutto al fatto che fosse stata guarita da Daemon, presto i loro veri sentimenti saranno difficili da negare, complice il tanto tempo passato insieme. Katy è diversa, cambiata. Dopo che Daemon l'ha guarita salvandogli la vita e lasciandogli addosso una traccia Luxen... iniziano a succederle cose strane, inaspettate per entrambi. Possibile che dietro a tutto questo mistero si celi un potere grande? Quali e quanti segreti nasconde il Dipartimento della Difesa? Soprattutto... possibile che Katy abbia visto Berthany, la ragazza creduta morta insieme a Dawson, fratello di Daemon?

Leggere la storia dal punto di vista di Daemon ha aperto un grande varco a quelli che sono i suoi pensieri, che potevamo solo immaginare. Se dagli occhi di Katy trasparisse tutto il suo essere duro e poi dolce allo stesso tempo, dietro il carattere del nostro badboy si cela un'incredibile senso di protezione, di amore, di responsabilità. Diverso invece l'approccio con Katy dal punto di vista di lui... forse per il mio essere donna e non capire la sua cocciutaggine, il suo volersi mettere in pericolo facendo tutto l'opposto di quello che le viene chiesto. Soprattutto per i suoi continui dubbi inesistenti, per il suo innalzare continuamente barriere inutili. Ammetto che non mi ero accorta di quanto fosse fastidiosa Katy (che sia gelosia la mia? No ragazze tranquille ahah) nel far penare continuamente il nostro Daemon. E mi ha in parte rovinato la lettura facendomi sospirare più e più volte. Insomma, fortunata la nostra protagonista, che nonostante tutto quello che combina ha dalla sua parte l'alieno più sexy e forte della città. Onyx è stato un po' il libro che ha portato la storia ad una svolta, soprattutto per quanto riguarda l'evolversi delle vicende. Consiglio a chi non ha letto la serie Lux di addentrarvici subito, mentre chi ha amato Daemon... beh ogni occasione è buona per riassaporarlo un po'.
3/5

giovedì 1 settembre 2016

Recensione - Asiatici ricchi da pazzi di Kevin Kwan

Mi sono accorta solo oggi che questo sarà il 400esimo post del blog. Incredibile ma vero, anche se potrebbero essere stati molti di più, se non avessi avuto tutti questi alti e bassi negli ultimi 2 anni. Ma invece che piangere sul latte versato festeggio con una nuova recensione, di un libro che non conoscevo, che mi ha incuriosita e poi conquistata!

Titolo: Asiatici ricchi da pazzi
Autore: Kevin Kwan
Editore: Mondadori
Prezzo: 19,50
Pagine: 432
Data uscita: 28 Giugno 2016
Quando la newyorkese Rachel Chu accetta di conoscere la famiglia del fidanzato Nicholas Young, con la scusa di accompagnarlo a un matrimonio a Singapore, certo non si immagina che Nick è lo scapolo d'oro del mondo asiatico. Che la sua casa di famiglia sembra un castello uscito dalle favole e che probabilmente nel corso della sua vita lui ha preso più jet privati che taxi. Non ha idea che sta per partecipare al matrimonio dell'anno, a un evento senza precedenti, con il Cirque du Soleil e i Piccoli cantori di Vienna ad aprire le danze, abiti disegnati ad hoc da Valentino e una silenziosa gara a chi è il più ricco fatta a suon di regali di nozze che nessuno in Occidente potrebbe mai permettersi. E sicuramente non può arrivare a pensare che la madre del fidanzato le ha messo un detective privato alle calcagne perché sicuramente lei non è all'altezza del figlio, l'uomo più ricco di tutta l'Asia. Un po' "Dallas", un po' "Orgoglio e pregiudizio", "Asiatici ricchi da pazzi" è una commedia sfavillante, un viaggio nel jet set dei veri ricchi. Un racconto esilarante su cosa significhi essere asiatici, giovani, innamorati e pieni di soldi ben oltre l'immaginabile.

In una società come la nostra non è più difficile vedere le persone esprimere il loro giudizio che sia positivo o negativo. Sui social pullulano commentatori malefici e invidiosi, così come adulatori da strapazzo come il più accanito fan. "Asiatici ricchi da pazzi" può piacere, come può far facilmente storcere il naso. Mi è capitato spesso di leggere persone che, vuoi per invidia vuoi per incomprensione, attaccano le persone "ricche" accusandole delle più disparate cose: di spendere troppo per cose frivole, di non usare il loro denaro per fare del bene e combattere la povertà bla bla bla. Insomma, al mondo d'oggi ci capita spesso di giudicare, o pensare di sapere senza sapere. Tutto questo intro solo per dirvi che se fate parte della schiera di persone che "odiano" le persone più benestanti di voi, questo libro non vi piacerà. Se invece come me siete affascinati, divertiti, sognatori e vi piace, perché no, immedesimarvi nei personaggi beh, immergetevi nella Singapore degli "Dei", di persone e famiglie più ricche di Dio.

A Rachel viene proposto dal suo fidanzato Nick una vacanza a Singapore nella sua città natale in occasione dell'invito al matrimonio del migliore amico di lui, Colin. Entrambi sono professori in America e le vacanze estive capiterebbero a pennello. Rachel però non sa che il suo innocente Nick appartiene ad una delle famiglie più ricche e prestigiose di Singapore. Non sa quanta perfidia si può celare nel suo mondo. Soprattutto quando una ragazza semplice come lei può facilmente esser scambiata come un'arrampicatrice sociale in cerca di dote.

La storia inizia lentamente, ma con una scena che fa già presagire con chi avremmo a che fare. Il denaro sperperato sarà tanto, le scene materialiste o esagerate anche. Ma da qualche parte nel mondo c'è chi vive davvero così, in modi che possiamo solo leggere e immaginare. Kevin Kwan ci offre un ampio panorama di cosa voglia dire essere ricchi, ma così ricchi da (far schifo?) da non sapere nemmeno a quanto ammonti il conto in banca. Spesso durante la lettura il mio pensiero è andato all'autore. Impossibile che non abbia avuto a che fare con quello che descrive, infatti dopo una ricerca ho appurato che molte cose sono tratte spunto dalla sua infanzia. I grandi marchi, lo stile di vita sfarzoso, tutto evoca in maniera dettagliata e minuziosa un mondo che esiste davvero e che solo un esperto può conoscere ed esporre in maniera così naturale da coinvolgere il lettore e fargli credere, seppur a bocca aperta, a tutto quel lusso. Ampio spazio è dato anche a conoscere la lingua, le abitudini, le usanze asiatiche attraverso lunghe note (un po' troppe a lungo andare).

Nonostante ad un occhio normale molti lussi siano sembrati davvero esagerati, mi sono lasciata trasportare sia dalla crudeltà di alcuni personaggi, sia dall'innocenza di altri così come da un mondo che diciamocelo è difficile non invidiare. L'unica pecca è forse il dare poco spazio alla relazione dei due protagonisti, anche se un altro personaggio che si fa amare è quello di Astrid. Spesso la ricchezza si cela dietro l'anima delle persone, a volte non sono i soldi a contare. E' quello che dimostrano Nick e Astrid, anche se con tutta la naturalezza possibile vivono una realtà che molti altri non si sognano nemmeno.
4/5
Cosa ne pensate?
Vi ho incuriosito?
Solo dopo ho scoperto che i diritti cinematografici del libro sono stati acquisiti nel 2013 da Nina Jacobson, la produttrice di Hunger Games! Non ci aspetta che vedere lo sfarzoso film!

mercoledì 24 agosto 2016

WWW Wednesday #42

Della serie meglio tardi che mai vi porto un latepost delle mie ultime letture fatte in questi "mesi". Ebbene sì come sempre il post arriva non solo in ritardo, ma molto molto cumulativo. Saranno tanti i libri letti, come sempre non spaventatevi. Non so nemmeno come fare a recuperare tutte le recensioni, fatemi sapere se c'è qualche libro di cui un parere vi interessa più di un altro!

WWW Wednesday è una rubrica del mercoledì ideata dal blog Should be Reading con l'intento di riportarvi le nostre letture concluse, in corso e future.
  1. What are you currently reading? Che cosa stai leggendo?
  2. What did you recently finish reading? Cosa hai appena finito di leggere?
  3. What do you think you’ll read next? Cosa pensi leggerai in seguito?

Che cosa stai leggendo?


Sto leggendo "Oblivion - Onyx attraverso gli occhi di Daemon" di Jennifer L.Armentrout, secondo capitolo della serie che narra le stesse vicende del secondo volume di Obsidian, Onyx, dal punto di vista di lui! E' piacevole ripercorrere insieme al mio bad boy preferito la storia, anche se forse forse ho preferito di gran lunga leggerla attraverso gli occhi di Katy!

Cosa hai appena finito di leggere?

 

Cosa pensi leggerai in seguito?

Ho preso il libro in mano incuriosita dal titolo, poi la trama mi ha catturata. Mi ha ricordato un po' i drama coreani che guardavo spesso un tempo. Chissà sembra essere molto divertente! Mi piace poi ogni tanto immergermi in qualche lettura dove uno dei protagonisti è super ricco ;)


lunedì 22 agosto 2016

Recensione - Melody di Sharon M.Draper

Dove sono che fine ho fatto. Ci sono, sono sempre qui. Solo molto ma molto più assente. Mi sono ripresa un po' il mio tempo, i miei spazi. Ho più e più volte pensato a cosa fare del blog, al mio esserci e non esserci, alle persone che mi seguono, ai blog che io stessa seguo. Poi ho capito che ne ero sopraffatta, era diventato più un "impegno" che un piacere. Invece per me la lettura è un piacere, condividere le mie letture e i miei pareri qui, lo stesso. Quindi non me ne vogliate ma prenderò tutto più alla leggera. Senza scadenze, senza "dovere". Mi piace scrivere recensioni, lo faccio ogni volta che termino una lettura su Goodreads (dove chi vuole mi puo' seguire in maniera più attiva) quindi ho capito che sì, forse devo continuare ad esserci, per chi come me un tempo cercava il parere su un libro prima di acquistarlo, per chi cerca ancora oggi sul web consigli di lettura (beh certo il mio è solo uno dei tantissimi blog che si trovano a giro, ma perché no). Pubblicherò quando potrò, quando gli impegni lavorativi me lo lasceranno fare. Continuerò a gestire il blog, ma in maniera diversa. E spero che chi mi ha seguita fin'ora resti.
Lo so, non sono mai stata di tante parole. Quindi bando alle ciance, vi lascio alla recensione di un libro che mi ha davvero toccato il cuore e che vi straconsiglio!

Titolo: Melody
Autore: Sharon M.Draper
Editore: Feltrinelli
Prezzo: 13,00
Pagine: 249
Data uscita: 25 Gennaio 2016
Melody ha una memoria fotografica eccezionale. La sua mente è come una videocamera costantemente in modalità "registrazione". E non c'è il tasto "Cancella". È l'alunna più intelligente della scuola, ma nessuno lo sa. Quasi tutti - compresi i suoi insegnanti e i medici - ritengono che lei non abbia alcuna capacità di apprendimento, e fino a oggi le sue giornate a scuola sono state scandite da noiosissime ripetizioni dell'alfabeto. Cose da prima elementare. Se solo lei potesse parlare, se solo potesse dire che cosa pensa e che cosa sa... Ma non può. Perché Melody non può parlare. Non può camminare. Non può scrivere. Melody sente scoppiare la propria voce dentro la sua testa: questo bisogno di comunicare la farà impazzire, ne è certa. Finché un giorno non scopre qualcosa che le permetterà di esprimersi. Dopo undici anni, finalmente Melody avrà una voce. Però non tutti intorno a lei sono pronti per quello che dirà.



Melody è uno di quei libri che catturano per la sua copertina che già di per sé trasmette arte, inquietudine, mille domande. Una bambina sotto una campana di vetro? Una bambina con la testa immersa dentro un acquario. Cosa potrà mai raccontare questo libro. Cosa potrà mai significare.
Terminatane la lettura non so cosa dire, sarebbe tutto troppo superfluo. Melody è un libro che dovrebbero leggere tutti, un libro che gli insegnanti dovrebbero assegnare agli studenti come lettura istruttiva, soprattutto dove ancora oggi nelle scuole pervade il bullismo. Bullismo che spesso è sotto agli occhi di tutti, ma dove sono in pochi a reagire. Soprattutto gli adulti ignari, o finti ciechi. Melody è la storia di una ragazza che vede tante sfumature di colori mentre ascolta musica. Una ragazza intelligente e piena di parole parole parole, frasi, voglia di comunicare. Melody però non può. A Melody è stata negata la parola, il movimento. Bloccata in una carrozzina con l'aspetto di "handicappata" sogna. Sogna di essere normale, nei suoi 11 anni. Sogna di correre ridere insieme ai suoi compagni di scuola. Sogna di spettegolare con le amiche, sogna di poter mangiare da sola senza sbavare. Però la realtà la schiaffeggia quotidianamente. Derisa, umiliata, incompresa. Ogni giorno è una lotta continua per farsi valere, per far capire che l'immobilità non influenza il suo cervello. È intelligente, tanto, troppo. Più di molti altri ragazzini a cui è stata data la parola, e gambe per correre. Buffo come ogni piccola cosa ci sembri facile, banale. Quando si hanno mani gambe e la parola per comunicare pensieri. Buffo come spesso ci sentiamo superiori guardando dall'alto verso il basso gli altri. Soprattutto chi ha qualche disabilità. L'autrice Sharon M.Draper è stata maestrale nel farci entrare nella testa di Melody, nella sua quotidianità per capire perfettamente le difficoltà che nessuno di noi "normali, privilegiati" ha provato. Farci capire un punto di vista diverso, farci aprire un po' gli occhi. Farci vedere come l'uomo spesso è disumano. Ho amato lo stile dell'autrice. Mi sono rattristata davvero per la condizione di Melody, senza però provare solo pena. Facevo il tifo per lei, sapevo che ce l'avrebbe fatta. Volevo che ce la facesse, speravo e speravo. Le difficoltà non cambiano, ma con un piccolo aiuto e occhi diversi siamo in grado di far sentire normali chi agli occhi risulta diverso. Questo è solo un libro. Una storia. Ma nel mondo reale sono tanti i genitori o gli insegnanti di sostegno coraggiosi, forti. Amorevoli. Che affrontano ogni giorno insieme ai disabili le loro difficoltà. Per non arrendersi mai.
5/5

martedì 5 luglio 2016

Teaser Tuesday #68 - Ti darò il sole di Jandy Nelson

Buondì lettori! Come state? Cosa state leggendo di bello? Torna finalmente la rubrica Teaser Tuesday, il libro che ho attualmente in lettura è "Ti darò il sole" di Jandy Nelson uscito per la Rizzoli. Lo avete letto? Vi incuriosisce? Fatemi sapere!
Teaser Tuesday è una rubrica del martedì ideata dal blog Should be Reading con lo scopo di condividere con voi lettori uno spezzone di un libro che abbiamo attualmente in lettura.
  1. Prendi il libro che stai leggendo 
  2. Apri ad una pagina a caso 
  3. Condividi qualche riga di testo della pagina 
  4. Attenzione a non fare spoiler! 
  5. Riporta il titolo e l'autore del libro


«Io credevo che la nonna con quel messaggio volesse dirci qualcosa di clamoroso. Tipo che in paradiso c’è un oceano, ecco».
Mi allungo sul divano, sollevato già solo perché Jude è lì accanto a me. Quando siamo noi due soli non mi sento mai un ostaggio. «Ma certo che c’è! Vuoi che non ci sia un oceano? Però è viola, la sabbia è azzurra e il cielo è verde-verde.»
Jude sorride, ci pensa un attimo e poi: «E quando sei stanco, ti infili nel tuo fiore e vai a nanna. Durante il giorno tutti parlano a colori invece che coi suoni. C’è tanto silenzio». Chiude gli occhi, e parla lentamente: «Quando le persone si innamorano, prendono fuoco!».

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...