venerdì 17 aprile 2015

Recensione - Confess di Colleen Hoover

Buon pomeriggio lettori! Finalmente arriva la mia recensione di "Confess" dell'autrice Colleen Hoover e di recente pubblicazione. Il libro è al momento ancora inedito in Italia, ma come gli altri dell'autrice (Maybe Someday appena pubblicato e Ugly Love è in arrivo!), forse la speranza che possa essere pubblicato c'è! Purtroppo rispetto a tutti i libri suoi che ho letto, questo si piazza in ultima posizione.


Titolo: Confess - Attualmente inedito in Italia
Autore: Colleen Hoover
Editore: Atria Books
Pagine: 308
Prezzo: 11,70
Data uscita: 10 Marzo 2015
Trama tradotta da me.
A ventuno anni, Auburn Reed ha già perso le cose per lei più importanti. Nella sua lotta per ricostruire i pezzi distrutti della sua vita, ha ben in mente i suoi obbiettivi e non c'è spazio per gli errori. Ma quando si imbatte in uno studio d'arte a Dallas alla ricerca di un lavoro, non si aspetta di provare una forte attrazione per l'enigmatico artista che ci lavora, Owen Gentry. Per una volta, Auburn decide di cogliere l'occasione e di ascoltare il suo cuore, per poi scoprire che Owen le sta nascondendo un segreto. Il peso del suo passato minaccia di distruggere ancora ciò che è importante per Auburn e l'unico modo per rimettere la sua vita sui binari giusti è tagliare Owen fuori. Per salvare il loro rapporto, tutto ciò di cui Owen ha bisogno è confessarsi. Ma in quel caso, la confessione potrebbe essere ancora più distruttiva del peccato stesso.
Prima ancora di essere pubblicati, i libri di Colleen Hoover vantano già le quasi cinque stelline su Goodreads. Come biasimare i fan più accaniti? Anch'io sono una di loro. L'annuncio di una nuova pubblicazione mi manda in fibrillazione, so che lo leggerò, che lo comprerò e che lo amerò dalla prima e alla ultima pagina.
Ecco però che mi trovo qui, ad aver dato solo 3.5 stelle ad un'autrice che ai miei occhi è solo la perfezione. Perché?
Partiamo con calma. La cover, un plauso chi l'ha disegnata o ideata. Un piacere alla vista e allo stesso tempo azzeccatissimo per la storia che contiene. Colleen Hoover spicca per originalità, non certo per le sue trame (anche se ai miei occhi, spicca anche così) ma per le idee che utilizza per creare le sue storie. L'abbiamo vista collaborare con Peter Griffin (musicista) nella creazione di una soundtrack da accompagnare la lettura di Maybe Someday (Forse un giorno) e qui in Confess troviamo protagonista anche l'arte nella sua più bella forma. Una volta preso tra le mani il libro è impossibile non essere tentati dallo spessore di alcune pagine bianche a metà libro, senza alcun preavviso i nostri occhi vengono inondati dalle magnifiche opere dell'artista Danny O'Connor (vi invito a visitare la sua pagina web) che sono lì, ma che vanno ancora spiegate. C'è questo modo di far interagire il lettore con i personaggi, con la loro storia, che rende l'esperienza unica. Confess prende il titolo letteralmente dal confessarsi, l'autrice ci mette a conoscenza fin da subito che le confessioni sono state condivise da persone reali. Una cosa che mi ha affascinata. Vi è mai successo di togliervi un peso, di scrivere un segreto e di lasciarlo al vento? Potrebbe essere liberatorio, si. Potrebbe farvi sentire coraggiosi. Potrebbe non farvi sentire delle persone migliori per quello che contengono, anche. Ma vederle ispirare opere d'arte, qual meraviglia. E' questo che fa Owen, dipinge, crea, viene ispirato da confessioni anonime per creare dei pezzi un'unici. E la nostra protagonista Auburn, distrutta dal suo passato, si ritroverà inaspettatamente a lavorare in questo studio d'arte. Il passato però non è semplice, il presente molto spesso riserva belle e brutte sorprese.
Con una trama così è difficile non essere attratti, istigati e desiderosi di leggere, conoscere. Purtroppo però qualcosa non mi ha convinta. La storia ha i suoi perché, il mistero pervade e aleggia continuamente nell'aria. Cosa ha da nascondere Owen, cosa ha invece da raccontarci Auburn? Dall'inizio e durante tutto il percorso però la storia mi è parsa piatta, troppo rispetto al solito ritmo dell'autrice. Non ho provato quello che avrei dovuto provare, ci sono stati momenti che mi sono scivolati addosso senza lasciarmi nulla e la protagonista non mi è piaciuta. Non mi è piaciuto il tram tram che a tratti sembrava essere inserito qua e là per dare una spinta alla trama, senza però riuscirci. Lasciandola ancora lì, nella stessa posizione. La connessione tra i due personaggi mi è parsa troppo debole (l'instalove nei libri di Coho è l'unico elemento che non mi è mai parso un vero e proprio instalove). Poi ecco il finale, ed ecco che sento finalmente le emozioni trapassarmi. Troppo tardi, per risollevarne le sorti.
La scrittura dell'autrice rimane il suo punto forte, inutile negarlo. Il libro scivola via.
Però una caratteristica dei suoi libri, che mi piace tanto da amare così profondamente l'autrice , è il trasmettere emozioni forti tramite le sue storie semplici e scritte in maniera altrettanto tale. Qui, nonostante il peso della trama e degli gli avvenimenti, sono mancate.
Leggere o non leggere Confess, dunque? Leggetelo. Leggetelo per essere ispirati, leggetelo anche solo per l'originalità di collegare una storia e dei personaggi con dei veri e propri pezzi d'arte. Se cercate qualcosa di intenso, emozionante, struggente o passionale però, penso che il libro non faccia al caso vostro.

3.5 stelle

Cosa ne pensate? Vi piace l'autrice?
Avete mai letto qualcosa di suo?

10 commenti:

  1. Ho questo libro dal giorno prima in cui è uscito perché per una buona volta BookDepository è stato super puntuale ma sono terrorizzata all'idea di leggerlo e sta lì sugli scaffali a far muffa.
    Sai che ho amato tutti i libri della Hoover (TUTTI), lei per me è una garanzia ma solitamente lo è quasi tutti. Vedere tante recensioni non brillanti e super positive come al solito mi ha messo una paura addosso tremenda e non riesco a decidermi a prenderlo in mano :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Idem anch'io ho amato tutti i libri di CoHo e ero sicurissima che anche questo non sarebbe stato da meno! Purtroppo però sono mancate le emozioni, mi è scivolato addosso senza lasciarmi granché :(

      Elimina
  2. Con la Hoover ho avuto sia esperienze positive che altre molto negative, sinceramente il libro mi incuriosisce ma non vorrei rimanerne delusa :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so, se hai avuto esperienze negative (con quale libro?) forse meglio dedicarsi ad altri suoi e passare su questo! Io gli altri dell'autrice li ho amati quasi tutti :(

      Elimina
  3. Mi spiace che non si sia rivelato all'altezza delle tue aspettative, ma mi incuriosisce comunque moltissimo :)

    RispondiElimina
  4. Che bella recensione, Cri!
    Arg, ho visto in giro reazioni un po' tiepidine a questo libro ç_ç Ovviamente lo leggerò, ma spero di riuscire a farmi emozionare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mel! Mah ti dirò, alla fine non mi è dispiaciuto. Ma le emozioni non mi sono proprio arrivate ç_ç

      Elimina
  5. Un vero peccato :c ho sentito in generale pareri molto contrastanti tra un libro e l'altro della Hoover. Io per ora ne ho letto uno solo... e l'ho adorato. Non mi resta che leggere gli altri per vedere un po' come reagirò :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io fin'ora con lei sono sempre inceppata in ottime letture! L'autrice è tra le mie preferite, forse il motivo di tanta delusione. Speravo nelle emozioni che è sempre riuscita a regalarmi, invece nulla :(

      Elimina

♥ please, lasciate un segno del vostro passaggio!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...