giovedì 23 ottobre 2014

Blogger Love Project #7: Pet Peeves TAG


Buona sera miei cari lettori! E' arrivato il settimo giorno dell'iniziativa Blogger Love Project 2.0 indetta dai blog  Sweety ReadersThe Bookshelf She was in Wonderland, ma come passa in fretta il tempo? Mi sembra ieri il giorno in cui è iniziata l'iniziativa e sta già per finire! Vi state divertendo?

Pet peeves TAG

Cose che proprio non sopporti di trovare in un libro (triangoli amorosi, finali aperti ecc.)

Da lettori accaniti è sempre più spesso trovare cose insopportabili all'interno dei libri o generi che leggiamo. Il bello è che continuiamo a comprare tali libri/generi. Un circolo vizioso, siamo autodistruttive, ci vogliamo male, non possiamo farne a meno. Quando leggevo meno mi erano meno evidenti i piccoli difettucci di un libro, o mi piaceva o non mi piaceva. Adesso leggendo molto e diversi autori ho più senso di paragone, tanto da amare un determinato autore che scrive la solita solfa di un'altro che scrive la solfa in maniera insopportabile. Quindi ecco a voi le mie cose insopportabili all'interno di un libro! Ma il bello è che continuerò a leggerlo anche se li racchiude tutti. Che volete farci, ho fiducia in alcuni autori.
  • L'amore indispensabile dopo una piccola leggera sbirciatina "io vedo per sbaglio te, tu vedi per sbaglio me": non è che io non creda nell'amore a prima vista o in un ipotetico cupido spara freccette, ma nei libri le "cotte" iniziano in maniera veramente casuale per poi diventare dopo due pagine "amori struggenti e indispensabili, mi suicido e non posso più vivere senza te" e di conseguenza, poco credibili. Va bene la fantasia del principe azzurro ma non esageriamo, rendiamo l'amore meno banale e più coerente.
  • I soprannomi: I soprannomi mi piacciono, non fraintendetemi. Però spesso mi è capitato di trovare dei soprannomi che se in inglese suonavano belli, teneri e coccolosi, in italiano un obbrobrio. Cose dell'altro mondo tipo "piccoletta" (Jack! Jack! Mio padre sta morendo! - Non preoccuparti piccoletta ora risolviamo tutto).
  • I migliori amici senza personalità: io adoro trovare personaggi secondari in grado di trasmettere qualcosa, di esserci per i protagonisti e di avere un carattere tutto loro. Ma ogni tanto succede che i personaggi secondari siano o delle comparse che si estinguono poco dopo o con scene che non potrebbero interessare nemmeno al mio cane.
  • Protagoniste dal comportamento io non lo faccio ma lo faccio subito dopo: che in alcuni libri (soprattutto YA o NA) sia facile trovare protagoniste un po' volutamente sciocchine e preziose, lo sappiamo tutti e un po' va bene. Ma quando iniziano a dire una cosa e farne un'altra nel corso di tutto il libro mi viene seriamente l'istinto di tirare mazzate.
  • Sesso facile e ovunque: è sempre più facile trovare scene hot in un libro,  alcune non sono male, parliamone. Ma l'effetto che dovrebbero suscitare è una sorta di "oh che carini finalmente si stanno unendo con tutto il loro amore!", in alcuni libri il troppo stroppia con tanto di "ecco ha detto Ciao, ora finiranno per fare cose tabù per tutta la casa e per 100 pagine".
  • Ragazza santarella si veste da bitch (scusate, non ho trovato una parola più convincente): lei è la classica ragazza bella, magra, quasi a livelli nerd ma soprattutto santarella. Dando un'occhiata più da vicino alle descrizioni del vestiario l'apparenza sembra però non combaciare con la prima descrizione (sono insicura ma mi metto la camicetta trasparente e i jeans attillati).
  • Il macho che tutto d'un tratto si innamora dell'invisibile: è bello. E' tremendamente sexy che il più figo della scuola si innamori della più nerd. E' uno di quei sogni che si possono vedere realizzati solo soprattutto nei libri/film. Ed è bello anche leggerli per immedesimarsi nella ragazza invisibile. Peccato che poche autrici riescano a rendere il tutto "credibile" e non solo un "sto sognando ad occhi aperti" e "la ragazza che descrivi come invisibile è sempre bellissima, perché?". No, i don't trust you.
  • I litigi sbucati dal nulla: quando tutto va troppo alla perfezione, buttiamoci in mezzo un litigio cascato dal cielo, tanto per mettere in ansia il lettore, anche se dopo si rimetteranno insieme. (Ciao Tesoro. - Brutto stronzo so cosa hai fatto! - Ma... - Basta lasciamoci!)




Potrei andare avanti ancora, ma poi mi rendo conto che seppur ci siano cose che mi danno fastidio di un libro, alla fine quella è la sostanza che alimenta la maggior parte delle mie letture (si salvi chi può) non prendetela sul personale, fatevi solo due risate. Alla fine anche le storie più belle sono quelle viste e riviste! L'importante, come ripeto sempre, è che chi scrive riesca a trasportare il lettore anche con elementi più banali e assurdi.



E cosa mi dite voi, 
quali sono le cose che vi infastidiscono di un libro?
Siete come me che nonostante lo storcere del naso continuate imperterriti a fiondarvi su trame viste e riviste?
Ammettiamolo. Ci sono alcune autrici che potrebbero mescolare i dettagli più assurdi e tirarci fuori un capolavoro.
Fatemi sapere! Probabilmente potremmo concordare su altri punti (ahah!).

14 commenti:

  1. E' vero ci lamentiamo ma poi leggiamo sempre i libri anche con le cose che odiamo! quoto tutto, lo sguardo che porta al non vivo senza te (Ma prima come facevi scusa), ai soprannomi idioti, al sesso da conigli fino a lui che si innamora di lei anche se è una che non la becchi nemmeno con il binocolo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, non possiamo farne a meno, come siamo masochiste? XD

      Elimina
  2. I migliori amici senza personalità è la cosa più sensata che io abbia mai letto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Argh mi danno fastidio i personaggi buttati lì a caso!

      Elimina
  3. Cri i tuoi difetti sono tutti da attribuire ai romance! Ti aspetti troppo xD
    BTW istant love bocciato sempre! Il colpo di fulmine non esiste...almeno non a questi livelli esagerati XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si mi sono accorta di avere prevalentemente problemi con quelli. AHAHAH

      Elimina
  4. L'innamoramento istantaneo da fastidio... nn ci avevo pensato...
    Ecco il mio post unico:
    BLOGGER LOVE PROJECT #7: Forever and Ever + Pet Peeves Tag
    http://scriveremipiace.blogspot.it/2014/10/blogger-love-project-7-forever-and-ever.html

    RispondiElimina
  5. Concordo con tutti i tuoi punti! Soprattutto quello dei migliori amici senza personalità. Io ADORO i personaggi secondari, molto spesso sono proprio loro i miei preferiti! Per questo per me un romanzo perde tantissimi punti anche solo per la mancanza di personaggi secondari ben fatti :(

    RispondiElimina
  6. Ahahaha! Io ci aggiungerei i triangoli a tutto ciò. Quanto li detesto.
    Comunque, se sapessi prima della presenza di questi elementi in un romanzo lo scanserei come la peste. Anche se a volte mi diverto a portarli a termine e smontarli nella recensione. XD
    C'è da dire che ci sono autori/autrici che riescono a scrivere libri molto belli pur giocando sui cliché, ma lì sta nella bravura dello scrittore.

    RispondiElimina
  7. I soprannomi li odio profondamente, così come il super figo che si innamora SEMPRE della ragazza bruttina e invisibile!

    RispondiElimina
  8. Amen. Hai ragione: il problema non sono i cliché o i soliti elementi, tutto sta nella caratterizzazione, nello sviluppo e nella capacità di motivare certe scelte.
    Direi che i tuoi punti sono elementi piuttosto detestabili: i migliori amici senza personalità per me sono la cosa più insopportabile.

    RispondiElimina
  9. sono assolutamente d'accordo con te!
    I migliori amici o sono inesistenti o sono tutti uguali nei libri.

    RispondiElimina
  10. E gli scontatissimi finali impossibili alla "vissero pre sempre felici e contenti"? Quando all'improvviso tutti i problemi del protagonista spariscono magicamente?
    Voglio dire... Il lieto fine non é da disdegnare, ma se devo scegliere preferisco sicuramente la coerenza della trama!

    RispondiElimina
  11. Ahahah sto morendo...!! Sono d'accordo praticamente su tutto quello che hai scritto: i soprannomi soprattutto sono odiosi e stupidissimi. Il super figo che s'innamora della ragazza invisibile che però in realtà è bellissima e piena di qualità è un classico...di fantascienza! :D
    Oppure vogliamo parlare della protagonista che all'inizio viene presentata come assolutamente anonima e poi, ad un certo punto, si ritrova circondata di spasimanti e magari anche al centro di un triangolo amoroso...così tutto d'un tratto?

    RispondiElimina

♥ please, lasciate un segno del vostro passaggio!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...