sabato 31 maggio 2014

Recensione - Silver di Kerstin Gier

Kerstin Gier è un'autrice di origini tedesche già conosciuta in Italia grazie alla trilogia delle gemme Red, Blue e Green. Io, personalmente (ed erroneamente), ho continuato a tardarne la lettura. Fatto sta che Silver, come avevo accennato nel post degli acquisti, l'ho trovato in libreria autografato dovendo impossessarmene assolutamente sono sicura che non sareste riusciti a resistere nemmeno voi. Ho dunque iniziato a conoscere la Gier attraverso questa sua ultima uscita e ora, dopo aver terminato Silver senza riuscire a staccarmi dalle sue pagine, posso benissimo dire di essere stata stregata dallo stile di quest'autrice: ironico senza risultare forzato, talmente fluido da non lasciar possibilità di pause e soprattutto accattivante. Non perdetevelo.


Titolo: Sliver (Trilogia dei sogni #1)
Autore: Kerstin Gier
Editore: Corbaccio
Pagine: 323
Prezzo: 16,40
Data pubblicazione: 06 Febbraio 2014
Porte con maniglie a forma di lucertola che si spalancano su luoghi misteriosi, statue che parlano, una bambinaia impazzita che si aggira con una scure in mano... I sogni di Liv Silver negli ultimi tempi sono piuttosto agitati. Soprattutto quello in cui si ritrova di notte in un cimitero a spiare quattro ragazzi impegnati in una inquietante cerimonia esoterica. E questi tipi hanno un legame con la vita vera di Liv, perché Grayson e i suoi amici sono reali: frequentano la stessa scuola, da quando Liv si è trasferita a Londra. Anzi, per dirla tutta, Grayson è il figlio del nuovo compagno della mamma di Liv, praticamente un fratellastro. Meno male che sono tutti abbastanza simpatici. Ma la cosa inquietante - persino più inquietante di un cimitero di notte - è che loro sanno delle cose su Liv che lei non ha mai rivelato, cose che accadono solo nei suoi sogni. Come ciò possa avvenire resta un mistero, esattamente il genere di mistero davanti al quale Liv non sa resistere...
Olivia, Liv per gli amici, e la sorellina Mia si ritrovano costrette per l'ennesima volta ad affrontare un trasloco, il lavoro da insegnante della madre le ha portate a cambiare continuamente città, paese, conoscenze. Londra è la nuova meta, una meta che sperano sia finalmente definitiva. Certo non si aspettano che i loro sogni sulla nuova casetta in affitto siano subito spezzati all'arrivo in aeroporto dove vengono accolte a braccia aperte da uno sconosciuto. A quanto pare la madre si è trovata un nuovo fidanzato e la vera sorpresa arriva quando viene annunciato il loro piano di convivenza, con conseguente trasferimento nella proprietà di lui insieme ai figli gemelli Florence e Grayson. Nella nuova scuola non tardano le nuove conoscenze, il "fratellastro" a quanto pare appartiene al gruppo dei quattro più belli e affascinanti della scuola, osannati e desiderati, alcuni purtroppo già fidanzati ma l'aspetto più importante, almeno per Liv, è che nascondono un segreto...possibile che Liv li abbia sognati e abbia catalogato ognuno con i loro veri nomi, senza nemmeno conoscerli? Cosa significava lo strano sogno al cimitero...?

Inutile dire quanto abbia adorato la protagonista della storia, ma non solo, lei e la sorellina Mia fanno un'accoppiata perfetta, dalle battute pronte e l'ironia dietro l'angolo. Fanno inevitabilmente desiderare di avere una sorella con cui ridere e scherzare. Entrambe dedite al mistero, si credono un po' le Sherlock Holmes della situazione e certo tutti i bizzarri avvenimenti allettanti della nuova città non possono far altro che destare ancora di più la loro immane curiosità. Tra l'altro nella loro nuova scuola sembra esserci pure una misteriosa Secrecy autrice del Tittle-Tattle Blog (ragazzi, ma l'avete letto? Tittle Tattle. Cioé anche i nomi sono troppo buffi) a cui non sfugge un pettegolezzo...un po' alla Gossip Girl style, se capite cosa intendo. Tra la sorellina Mia intenta a risolvere il mistero Secrecy e Liv circondata da quattro bei fusti che continua a vedere nei suoi sogni così....reali, l'avventura e il divertimento sono assicurati.
I personaggi sono ben caratterizzati, si va da una simpatia assoluta per alcuni ad un dover vedere altri con antipatia. No certo niente di personale, è stato solo voluto dall'autrice. La madre sciocchina è in netto contrasto con la fantastica bambinaia Lottie che si prende cura delle due sorelle, poi abbiamo il buffo cagnolino di famiglia e il gatto dell'altra che fanno da comparsa. I quattro bellocci anche loro hanno i loro spazi oltre all'aura lucente dovuta alla loro semplice apparizione. Arthur è quello che comanda seguito da un finto tonto (ma bello) Jasper, un Grayson diffidente e il bello (ma c'è bisogno che ripeti la parola bello?) e buono Henry.
Geniale l'intera vicenda dei sogni, che ci trasportano in fasi oniriche collegate a quelle reali, i "sogni" di ognuno sono rappresentati da delle "porte". Ce chi le protegge con indovinelli, chi con più e più serrature e chi si fida del prossimo o non ha niente da nascondere e che lascia quindi libero accesso.
Il finale... Ti pareva. Filava tutto troppo liscio e sapere che Silver è il primo di una serie ha reso inevitabile il non-credere al vissero tutti felici e contenti troppo facile. Ci sono tanti dubbi ancora da chiarire e seppur abbia amato lo stile così come la storia di Silver, non aspettatevi di ritrovarvi davanti a qualcosa di complesso o completo, il tutto si presenta piuttosto come un antipasto. Quindi preparatevi per una lettura molto scorrevole e di perfetta compagnia pomeridiana. Tante domande che aspettano risposta e soprattutto molti personaggi che penso ci stupiranno nel seguito... Devo ancora inquadrare bene Henry e Grayson, mmmhhh....Non vedo l'ora!
Voto: 4.5/5

Cosa ne pensate ragazzi, qualcuno di voi ha letto il libro? Io di una cosa sono certa, devo assolutamente procurarmi una volta per tutte anche la trilogia delle gemme!

venerdì 30 maggio 2014

ANTEPRIMA: Quello che c'è tra noi di Huntley Fitzpatrick

Buongiorno carissimi lettori, oggi voglio segnalarvi un'anteprima che mi ha fatta veramente molto contenta. Alcuni di voi lo conoscono, altri probabilmente non ne hanno mai sentito parlare. Fatto sta che Huntley Fitzpatrick con il suo "My life next door" ha conquistato il Best First Book Finalist per i RITA Awards (il più prestigioso premio letterario americano per gli scrittori di romanzi rosa). Ho sempre sentito parlare molto del libro con recensioni veramente positive. Una lettura sicuramente adattissima per il suo periodo d'uscita, ovvero 17 Giugno, vi accompagnerà con la sua freschezza per il periodo estivo.

- Una storia d’amore tenera e ironica, un vortice inarrestabile di emozioni.
-"Una storia d'amore perfetta" - Kirkus Reviews
- In corso di pubblicazione in 8 Paesi


Titolo: Quello che c'è tra noi (My life next door#1)
Autore: Huntley Fitzpatrick
Editore: De Agostini
Prezzo: 14,90
Data pubblicazione: 17 Giugno 2014
I Garrett sono l’esatto contrario dei Reed. Chiassosi, incasinati, espansivi. E non c’è giorno che, a insaputa di sua madre, Samantha Reed non passi a spiarli dal tetto di casa sua, desiderando essere come loro... finché, in una calda sera d’estate, Jason Garrett scavalca la recinzione che separa le due proprietà e si arrampica sul pergolato per raggiungerla.
Da quel momento tutto cambia e, prima ancora di rendersene conto, Sam inizia a trascorrere ogni momento libero con il paziente e dolce Jase, a cui piace fare tutto quello “che richiede tempo e attenzione”, come dedicarsi agli animali, riparare oggetti rotti e soprattutto... provare a far breccia nel cuore della sua diffidente vicina. Perché non c’è nulla di più appagante che riuscire a strappare un sorriso alla ragazza della porta accanto.
L'autrice:


Sin da piccola, quando viveva in un piccolo paesino sulla costa del Connecticut, Huntley Fitzpatrick ha sempre voluto fare la scrittrice. Una volta laureata, ha lavorato in diversi settori, facendo i lavori più disparati, incluso l’editor per Harlequin. Ora ha esaudito il suo desiderio e scrive a tempo pieno... quando non deve occuparsi dei suoi sei figli! Vive insieme alla sua numerosa famiglia a South Dartmouth, nel Massachusetts.




La serie:

1. My Life next door (My Life next door #1) - Giugno 2014 Italia
2. The boy most likely to  (My Life next door #1)

Cosa ne pensate della cover change? A me quella originale piaceva veramente moltissimo, la cover italiana non mi fa impazzire, non mi piace molto l'utilizzo del font, ma l'importante è che alla fine questo libro tanto chiacchierato venga portato anche in Italia.

Book Shout Out #15

Nuovo appuntamento con la rubrica Book Shout Out dedicata agli autori esordienti con presentazioni e anteprime! Nel post di oggi vi presenterò "Nella tela del tempo" di Barbara Nalin, "Meirmad" di Michele Vitale e "L'oro di Dante" di Filippo Martelli. Avete mai sentito parlare o letto qualcuno dei seguenti libri?

Titolo: Nella tela del tempo
Autore: Barbara Nalin
Editore: Self-Publishing, Amazon
Prezzo: 2,99 (ebook)
Pagine: 332
Data pubblicazione: 13 Marzo 2014
Link: Amazon
Trama: Fantasia, mistero, giallo, sentimento sono gli elementi portanti del romanzo "Nella tela del tempo", ma è il tempo la parola chiave di tutta la vicenda. Il tempo che sconvolge, che unisce, divide e poi riunisce. Il tempo che cambia anche gli affetti.
La vicenda inizia nel 2012 a Los Angeles, protagonista Melita, una giovane fotografa che viene inviata a Malta, nella sua terra d'origine, per fare un reportage di un corso che si terrà nel mulino appartenente alla sua famiglia, nell'isola di Comino. La missione ha un fine tanto velato quanto allettante: pare che il vecchio mulino custodisca un segreto legato ai Cavalieri di Malta, in particolare a delle tele che avrebbero il potere di cambiare la realtà a piacimento di che le utilizza. Tra continui incursioni temporali, tra passato e presente, il lettore si immergerà nel leggendario mondo dei Cavalieri di Malta, ne apprezzerà i valori portanti dell'antica società, valori che ancora oggi meritano rispetto e condivisione e che rappresentano, almeno in parte, la via d'accesso a quel mondo lontano e misterioso per i personaggi del XXI secolo. Romantiche storie d'amore e d'avventura che si intrecciano in tempi lontani e sentimenti che si riscoprono autentici e inalterati a distanza di secoli, patimenti e sofferenze disumane, amori che commuovono, misteri ed enigmi irrisolti. Come una mosca può intrappolarsi fino all'estremo nella tela di un ragno, così, così l'uomo può rimanere schiavo della tela del tempo, di un tempo non suo, estraniante e sconvolgente, che può condurlo alla definitiva scomparsa o alla sua rigenerazione.

Titolo: Mermaid - La ragazza che veniva dal mare (Mermaid #1)
Autore: Michele Vitale
Editore: Self-Publishing
Prezzo: 11,11 (cartaceo) | 2,99 (ebook)
Pagine: 240
Data pubblicazione: 22 Gennaio 2014
Link: Amazon | Facebook | Sito |
Trama: <<È estate quando l'intera baia di Aglesia rimane sotto shock dagli eventi che si abbattono sulla cittadina, nelle acque profonde che bagnano la riva. Morti strane, violente e sospette si susseguono a ritmi constanti, scombussolando la quotidianità degli abitanti che cercano una spiegazione a quegli strani eventi. La risposta a quelle morti però, sembra averla trovata Tom, diciottenne introverso e unico sopravvissuto agli strani incidenti. Che cos'è che distrugge le barche e dilania i corpi degli sciagurati che vengono uccisi? Secondo Tom, la minaccia viene dal mare, popolato da branchi di sirene assassine...Ma nessuno gli crede, a cominciare da suo padre, l'uomo di cui Tom ha profonda stima e fiducia. Ma se gli altri hanno ragione...se le sirene non esistono...allora chi è Leila, la ragazza che gli ha salvato la vita il giorno dell'incidente? Tom lo sa. È una sirena. Ma non come le altre. Lei è bella, buona e...spaventata. Le sirene malvagie le stanno dando la caccia e lei non ha saputo far altro che rifugiarsi fra le braccia del giovane pescatore. Ma cosa succederà quando gli abitanti di Aglesia scopriranno la verità su di lei? Tom è pronto a difenderla, anche se significa andare contro la sua stessa natura, perché, in fondo al suo cuore, sa già di essere innamorato. Avvincente e misterioso, La ragazza che veniva dal mare è il primo volume della saga di Mermaid. >>

Titolo: L'oro di Dante
Autore: Filippo Martelli
Editore: Self-Publishing
Prezzo: 24,00 (cartaceo) | 2,99 (ebook)
Pagine: 585
Data pubblicazione: Luglio 2013
Link: Youcanprint | Amazon
Trama: Un archeologo ventottenne, il fiorentino Marco Bramanti, è steso a terra. La testa grondante di sangue. Qualcuno lo ha aggredito nel suo appartamento romano… Senza ricordare, oppresso dai vuoti di memoria, pochi giorni dopo Marco riceve la notizia dell'assassinio di Andrea Morosi, professore per cui è assistente a La Sapienza di Roma dove lavora anche l’amico italoamericano James Harris, che afferma di aver realizzato una scoperta rivoluzionaria sulla Divina Commedia.
Nel ricevere in una maniera oscura l’eredità del docente, per Marco sarà chiaro che, incredibilmente, la sua scomparsa è legata a Dante e a un segreto mai rivelato e rimasto per quasi sette secoli celato nei versi delle cantiche e nelle opere di Botticelli… Un mistero sconvolgente che getterà luce su una verità dimenticata rivelando anche l’ambientazione terrena del Paradiso, il possibile luogo custode di un tesoro definito da Dante "lis icon" nei versi decodificati, e che la morte del divin poeta potrebbe dover essere riscritta…
Intrighi e teoremi reali si celano ne “L’oro di Dante”. Che intreccia dati tangibili e del tutto nuovi sul maggior capolavoro della Letteratura mondiale.

giovedì 29 maggio 2014

Video Intervista - Stephanie Hudson autrice di Afterlife

Buongiorno carissimi lettori! Oggi voglio segnalarvi un libro ed un video intervista della casa editrice De Agostini fatta all'autrice di Afterlife - Stephanie Hudson. Il libro è uscito a marzo per BOOKME nuova collana Cross Over e Adult collegata a De Agostini.
Confesso di aver sentito parlare bene e male del libro con pareri molto discordanti tra loro, dalla valutazione bassissima a quella altissima. Insomma, c'è chi Afterlife lo odia e chi lo ama. Su Goodreads il libro gode di una buona valutazione, quindi aspetterò di leggerlo e farmi un'opinione personale prima di poterne parlare più ampiamente. Qualcuno di voi l'ha letto? Cosa ne pensate? Vi lascio all'intervista!

Titolo: Afterlife (Afterlife Saga #1)
Autore: Stephanie Hudson
Editore: De Agostini - Bookme
Pagine: 608
Prezzo: 14,90
Data pubblicazione: 25 Marzo 2014
Keira si trasferisce negli USA per iniziare una nuova vita dopo l'incidente che le ha cambiato l'esistenza. A Evergreen Falls inizia a lavorare in un locale, l'Afterlife, gestito da una ricchissima famiglia, i Draven, che si fanno vedere in città solo qualche settimana all'anno. La sera del loro arrivo, Keira scopre che l'uomo che da qualche tempo "incontra" nei suoi sogni è Dominic Draven: il ragazzo è tanto scostante nella realtà quanto premuroso nei suoi sogni. Da quel momento, Keira viene risucchiata in un mondo di cui non immaginava l'esistenza, fatto di demoni e angeli, ma che la attrae come un'ossessione, e più il sentimento che la lega a Dominic cresce, più sarà difficile per lei decidere se fidarsi e rimanere o scappare dalla follia che la consuma.
La serie:

1. Afterlife (Afterlife Saga #1) - 2014 De Agostini Bookme
2. The two kings (Afterlife Saga #2) - Attualmente inedito in Italia
3. The triple goddess (Afterlife Saga #3) - Attualmente inedito in Italia
4. The quarter moon (Afterlife Saga #4) - Attualmente inedito in Italia
+3 Seguiti da pubblicare

L'autrice:

Stephanie Hudson ha iniziato a sognare di essere una scrittrice fin dalla più tenera età. Ha dovuto combattere la dislessia e ci è riuscita iniziando a scrivere poesie, ritrovandosi poi appassionata anche al genere horror e romance. Afterlife è il suo esordio, primo di una una serie composta da sette libri, con protagonisti Keira e Draven. Quando non scrive, Stephanie adora spendere il suo tempo libero con la sua famiglia, i suoi amici e il suo cane Milo.

Di seguito vi lascio i video dedicati all'intervista, divisa in tre parti. Buona Visione!






mercoledì 28 maggio 2014

WWW Wednesday #13

Buon giorno cari lettori, è da due settimane che non aggiorno la rubrica WWW Wednesday.No, non me ne sono dimenticata, semplicemente ultimamente, come avevo già accennato, non ho molto tempo a disposizione da dedicare alla lettura. Quando poi prendo finalmente in mano un libro alla sera, vengo presa dalla stanchezza e non riesco a leggere più di qualche pagina. I libri protagonisti di oggi sono dunque letture che ho accumulato in due settimane di tempo. E a voi è andata meglio in quanto a letture?

WWW Wednesday è una rubrica del mercoledì ideata dal blog Should be Reading con l'intento di riportarvi le nostre letture concluse, in corso e future.

  1. What are you currently reading? Che cosa stai leggendo?
  2. What did you recently finish reading? Cosa hai appena finito di leggere?
  3. What do you think you’ll read next? Cosa pensi leggerai in seguito?
Che cosa stai leggendo?


Sto leggendo Melchi di Sergio Schiazzano, libro di cui vi ho parlato QUI nel post di segnalazione e di cui ieri ho fatto il Teaser Tuesday! Non me lo aspettavo, ma mi sta veramente sorprendendo.

Cosa hai appena finito di leggere?

 
Ho finito e recensito Half Bad di Sally Green, Era del sole di Elisa Erriu e Hunger Games, la ragazza di fuoco di Suzanne Collins. Mentre Il canto della rivolta l'ho finito da poco e aspetta ancora di essere recensito.

Cosa pensi leggerai in seguito?


Sono indecisa come sempre, ma penso che mi butterò su Silver di Kerstin Gier.

martedì 27 maggio 2014

Teaser Tuesday #33 - Melchi di Sergio Schiazzano

Martedì giorno dedicato alla rubrica Teaser Tuesday ideata dal blog Should be reading! Cosa state leggendo? Lo scopo è quello di riportare lo spezzone di un libro attualmente in lettura. Io sto leggendo Melchi di Sergio Schiazzano, un autore veramente giovane ma di cui sto già apprezzando lo stile di scrittura.
  1. Prendi il libro che stai leggendo
  2. Apri ad una pagina a caso
  3. Condividi qualche riga di testo della pagina
  4. Attenzione a non fare spoiler!
  5. Riporta il titolo e l'autore del libro

Il giorno in cui realizzavo la svolta della mia vita, trovai un cielo grigio topo, uno dei più brutti che avessi mai visto, a tenermi miserabilmente il broncio. Il mare era catrame che ribolliva, presagio forse di un futuro plumbeo. Il traghetto avanzava pesante, come se cime invisibili lo tenessero ancorato al vecchio porto.
Sono della convinzione che, quando, dal giorno alla notte, decidiamo di cambiare vita, tutto l'attrito del mondo interviene a frenarci. Esistono, temo, forze che tentano di esercitare un controllo su di noi e di influenzare le nostre scelte, e qualora facciamo qualcosa che a loro non piace, esse non esitano a manifestare il loro disappunto. Oppure queste forze cercano solamente di avvertirci del pericolo e di preservarci dal disastro. Dopotutto, avevo deciso di abbandonare tutto ciò che mi era familiare e certo per inseguire un sogno non meglio precisato, e qualunque osservatore imparziale avrebbe decretato che la sorte a cui più verosimilmente andavo incontro era il fallimento.

lunedì 26 maggio 2014

Book Haul #7

Rubrica a cadenza casuale, con lo scopo di riportarvi una breve descrizione riguardo gli ultimi acquisti fatti durante il mese o cumulative.


Buongiorno beauties! Buon inizio settimana, seppur il Lunedì non sia poi così tanto amato, anzi, penso detenga il primato di giorno della settimana più odiato da tutti. Io, personalmente, il lunedì riposo, quindi si. I'm happy right now. Volevo pubblicare il post di acquisti tempo fa, ma non ho mai avuto tempo e modo di farlo. A dire la verità la foto che apre il post è stata scattata un paio di giorni fa, con il maggio dei libri in corso non ho frenato i miei acquisti. Ho due ordini in corso e altri libri già ad aspettarmi sulla mia libreria, sono irrecuperabile, lo so. Tornando a noi i libri che vi presento oggi sono ben sei, acquisti accumulati come sempre nell'arco di un periodo più o meno lungo. Due di questi sono già stati recensiti, precisamente Era del Sole di Elisa Erriu e Half Bad di Sally Green, il primo mi è stato gentilmente inviato dall'autrice. "Cinder" di Marissa Meyer è un libro che adocchiavo da tempo immemore, gli facevo continuamente la corte e non ne potevo più di vederlo ovunque su Youtube, così mi sono decisa una volta per tutte ad acquistarlo in lingua originale, approfittando del fatto che fosse scontato! Non so se conoscete il sito bookoutlet.com dove la maggior parte degli Youtubers che parlano di libri fanno i loro acquisti (ecco, se non lo conoscete non andate nemmeno a visitarlo, rischio bava colante e invidia assurda per tutti quei libri scontatissimi e nuovi di zecca che NON potete comprare, perché se un libro è scontato alla bellezza di 3 euro non potrete permettervelo no, la spedizione ve lo farà costare più del prezzo normale). Tutto questo per dire che ho da poco scoperto che Book Outlet è approdato su Amazon, inserendo alcuni
titoli interessanti e degni di nota con una spedizione molto più ridotta di soli 2,90euro. Tornando a noi si, ho preso finalmente Cinder e conto di iniziare questa serie al più presto, le cover originali sono fantastiche e io il libro l'ho pagato compreso di spedizione solo 7 euro e qualcosa in copertina rigida. "Melchi" di Sergio Schiazzano mi è stato gentilmente inviato dalla casa editrice gauseditore ne ho iniziato da poco la lettura e mi sta piacendo veramente molto, e pensare che l'autore è più piccolo di me (aihmè inizio a sentirmi vecchia...). Un'altro libro che volevo sin dalla sua uscita è "Silver" di Kerstin Gier, autrice che conosco per fama ma di cui ancora non ho letto nulla. Durante una passeggiata in libreria mi sono imbattuta in questa copia, l'unica con un foglio svolazzante e con una scrittura orrenda sopra, incuriosita faccio per avvicinarmi per leggere cosa ci sia scritto e leggo "Copia autografata". Beh potevo lasciarlo lì? Certo che no. Un'altro acquisto compulsivo che mi auto giustifico così. Andiamo bene. "Le notti di Salem" di Stephen King è un altro libro che volevo leggere da molto tempo, ho approfittato dello sconto del 25% che faceva la Picwick per acquistare questa copia illustrata.
That's it miei cari, e penso sia anche abbastanza. Cosa ne pensate? Avete letto qualcuno di questi libri? E voi, quanto vi siete trattenuti cosa avete comprato ultimamente?

venerdì 23 maggio 2014

Recensione - Era del sole di Elisa Erriu

Buongiorno cari lettori, come stanno procedendo le vostre letture? Purtroppo le mie sono andate a rilento, causa impegni della vita reale che mi hanno concesso di ritagliare rilassanti momenti di lettura solo alla sera, prima di coricarmi. La recensione di oggi è dedicata ad un libro di recente uscita, pubblicato ad aprile per Trantola Editore e di un'autrice giovanissima al suo esordio, Elisa Erriu. Vi avevo presentato tempo fa il libro in questo post. Non è facile poter racchiudere l'intero mondo creato dall'autrice in poche parole, quindi tenetevi pronti, perché sarà una recensione di quelle lunghe.


Titolo: Era del sole (ERA #1)
Autore: Elisa Erriu
Pagine: 320
Prezzo: 17,00
Data pubblicazione: 16 Aprile 2014
Dove acquistarlo: Libreria Trantola - Amazon
Link utili: Il libro | Facebook
Trama: L’antica disputa tra Bene e Male è un gioco in cui gli uomini non comandano. Fin dall'alba dei tempi, i Kami, divinità con sembianze demoniache, e gli Yōkai, esseri mutaforma creati dall'unione di due anime, sono stati celatamente i veri padroni del destino. Perché il destino di tutti è legato al mistero dell’Era, e Ariom, la Signora dei Kami, custodisce tale mistero.
Questo segreto marchierà, come dono o maledizione, la vita della giovane Daila, obbligata a lottare non solo per lei e a combattere contro un rivale temuto come l’Amore. Il Rokalipse si avvicina e lei dovrà fare delle scelte. Scelte che potrebbero cambiare il mondo intero.

E nel confine silenzioso tra realtà o fantasia, l’Autrice non sa che col mondo da lei plasmato si sta per creare un legame indissolubile.
La storia si apre con lo scenario di una ricomparsa, quasi una rinascita. E' il suono straziante e sommesso di Ariom, un nome che ancora non ci dice nulla ma che appare già possente, misterioso ed importante. L'ambientazione si svolge nella regione di Nepram e città di Estia, un regno dove vivono gli esseri umani insieme agli "Eroi" che hanno combattuto per la loro salvezza, ma che in realtà celano al loro interno il potente Spirito dei Kami. Sono delle divinità con sembianze demoniache che governano il fuoco, la pioggia o il vento, lo spirito o il sogno, ognuno con sembianze diverse ma che riprendono prevalentemente le forme dei draghi con dettagli misti a più animali insieme. Ariom non è altro che la loro Signora, colei che protegge e nasconde il grandissimo mistero dell'ERA: si dice che tale mistero sia la "vita" che regge l'intero universo. Una vita e un segreto che vanno protetti dagli oscuri che, come sempre, fanno da antagonisti e cattivi della situazione. Amür è il nome di questo temuto Maligno.
Al di fuori del fantastico mondo di Estia vive immersa nella stesura di questo libro l'autrice stessa, con il grande sogno di essere accettata per quello che vorrebbe essere, una scrittrice. Non è facile quando il compagno che dovrebbe essere il suo grande amore vede l'innocente libro che prende vita come un nemico, una perdita di tempo. Tra sentimenti contrastanti, grande coraggio e forza di volontà così come della decisione, l'autrice del romanzo farà una scelta: sceglierà di essere libera di poter continuare a scrivere delle sue fantasie, lasciando da parte quell'amore insicuro. Ma spesso non è così facile liberarsi del male. Accade misteriosamente l'impensabile: mondo reale e fantasia si uniranno insieme, lasciando allibita la scrittrice che si risveglia nella storia creata dalla sua stessa mente. A diretto contatto i suoi personaggi si presenteranno diversi e meglio delineati o tutti ancora da scoprire. E lei reincarnerà un personaggio importante: Daila.

"Era curioso come in questo lasso di tempo, 
stavo rischiando di morire sempre più spesso. 
Eppure non mi ero mai sentita così viva." 
- Da Era del sole, Elisa Erriu

mercoledì 21 maggio 2014

Book Shout Out #14 - Underworld di Samantha M. Swatt

Buongiorno lettori! Torno con un altro post di presentazione in anteprima. Il romanzo che vi presento oggi è un Self-Publishing intitolato "Underworld" e dell'autrice esordiente Samantha M. Swatt. Il genere è misto tra Urban Fantasy, Thriller, Mistery, Romance e uscirà per quest'estate l'11 Giugno. La serie, chiamata «The Different Worlds», è ambientata nello Stato della Pennsylvania. La cover mi piace moltissimo, nonostante mi incuta un ché di macabro. Ed è anche su questo che è centrato il romanzo, un College facoltoso con un segreto sinistro nascosto tra le sue mura. Una protagonista che riesce ad avere il privilegio di farne parte ma che poi continua a sentire strane voci. Confesso che nonostante la paura, sono molto attratta dalla trama. E voi, cari lettori, cosa ne pensate?

Titolo: Underworld (Different Worlds #1)
Autore: Samantha M. Swatt
Editore: Self-Publishing, Amazon
Prezzo: 2,99 (ebook)
Data pubblicazione: 11 Giugno 2014
Link utili: Facebook | Blog | Twitter
Trama:
«Chiunque, sotto la superficie, custodisce un segreto.»Il Caledon College Institute è il college privato più ambito e facoltoso di tutta la Pennsylvania. Entrarci, infatti, non è così semplice. Holly Williams, vent'anni, ha avuto il privilegio di farne parte. È un anno, difatti, che la ragazza, dopo aver superato un difficile test di ammissione, studia per diventare giornalista all'istituto. Regole ferree, disciplina esemplare, modi impeccabili e grande voglia di apprendere, questo è il clima che si respira al campus. Nulla di meglio per Holly, la quale, a causa del suo travagliato passato, non desidera altro che una vita tranquilla, al contrario della sua compagna di stanza, Elisabeth Townsend, ragazza dal carattere estroverso e con il sorriso perennemente stampato in faccia. Quando, però, il nuovo anno apre i suoi cancelli ai nuovi studenti, l’esistenza di Holly è destinata a sprofondare nell'abisso. La sua vita non sarà mai più la stessa. Cosa sono le voci che sente tutte le notti? A chi appartengo le ombre che scorge nei corridoi del dormitorio? E, soprattutto, perché quando perde il controllo accadono cose inspiegabili? Queste e molte altre sono le domande a cui Holly non riuscirà a dare una risposta. Di certo, non da sola.
Tensione, paura, segreti da svelare, coincidenze inspiegabili. Legami del tutto inaspettati si formeranno, altri si rafforzeranno. Un gioco pericoloso che, lentamente, porterà Holly a scoprire che c’è qualcosa di sinistro nascosto tra le mura di quel college.
L'autrice:

Samantha M. Swatt è nata nel lontano Maggio 1989 e vive in un piccolo paesino della provincia di Milano. Scrive da quando è piccola; ha cominciato per gioco, per evadere un po’ dalla realtà, e poi non si è più fermata. Il suo più grande sogno è quello di pubblicare un proprio romanzo. Scrivere le consente di viaggiare con la fantasia, di creare un mondo nuovo, migliore anche, in cui perdersi e far perdere i suoi lettori. Lettrice vorace e blogger per diletto, oltre che grafica a tempo perso e per passione. Ha una vita tranquilla, scandida da un lavoro semplice e da simpatiche chiacchierate e divertenti uscite con la sua migliore amica. Adora il colore viola e quello blu, appassionarsi ad una serie televisiva o ad un film strappalacrime; le rose blu e le peonie bianche. Colleziona minerali, candele e va matta per i peluches. Non venderebbe uno dei suoi libri neanche per tutto l'oro del mondo. È una ragazza a cui piace sognare, ma ha i piedi ben piantati a terra.

martedì 20 maggio 2014

Teaser Tuesday #32 - Il canto della rivolta di Suzanne Collins

Buongiorno carissimi lettori! Come ogni martedì è arrivata l'ora della rubrica Teaser Tuesday ideata dal blog Should be Reading con lo scopo di riportare lo spezzone di un libro che abbiamo attualmente in lettura.
Lo spezzone di oggi è assolutamente spoiler free ed è tratto dal terzo e ultimo capitolo della serie degli Hunger Games, "Il canto della rivolta" di Suzanne Collins. Non so realmente cosa aspettarmi per il finale, qualcuno di voi l'ha letto?
  1. Prendi il libro che stai leggendo
  2. Apri ad una pagina a caso
  3. Condividi qualche riga di testo della pagina
  4. Attenzione a non fare spoiler!
  5. Riporta il titolo e l'autore del libro

Mi giro sui tacchi sentendo un sibilo. Sulla soglia della cucina, con la schiena inarcata e le orecchie appiattite, c’è il gatto più brutto del mondo. — Ranuncolo — dico. Lui è sopravvissuto e sembra persino ben nutrito. Nutrito di cosa? Può entrare e uscire di casa attraverso una finestra della dispensa che abbiamo sempre lasciato socchiusa. Dev’essersi messo a mangiare i topi di campagna. Mi rifiuto di prendere in considerazione l’alternativa. Mi accovaccio e gli tendo una mano. — Vieni qui, piccolo. — Improbabile. È arrabbiato per l’abbandono. Per di più, non gli sto offrendo cibo: la capacità di rifornirlo di avanzi è sempre stata la mia qualità più importante, ai suoi occhi. Per un po’, quando ci incontravamo nella vecchia casa, dato che quella nuova non piaceva a nessuno dei due, tra noi si era stabilita una parvenza di legame. Ma è evidente che questa è una storia finita. Batte le palpebre sugli sgradevoli occhi gialli. — Ti va di vedere Prim? — chiedo. Quel nome attira la sua attenzione. A parte il suo nome, è l’unica parola che significhi qualcosa per lui.

lunedì 19 maggio 2014

Recensione - La ragazza di fuoco di Suzanne Collins

Prendete la storia degli Hunger Games con i suoi giochi perfidi all'ultimo sangue e immaginatevi un seguito. Come può proseguire una trama del genere senza annoiare e senza ripetersi per eguagliare o superare il suo predecessore? La Collins ha fatto un lavoro magistrale per un seguito degno del suo nome.


Titolo: La ragazza di fuoco (Hunger Games #2)
Autore: Suzanne Collins
Editore: Oscar Mondadori
Pagine: 376
Prezzo: 13,00
Data pubblicazione: 13 Maggio 2013

Trama: Non puoi rifiutarti di partecipare agli Hunger Games. Una volta scelto, il tuo destino è scritto. Dovrai lottare fino all'ultimo, persino uccidere per farcela. Katniss ha vinto. Ma è davvero salva? Dopo la settantaquattresima edizione degli Hunger Games, l'implacabile reality show che si svolge a Panem ogni anno, lei e Peeta sono, miracolosamente, ancora vivi. Katniss dovrebbe sentirsi sollevata, perfino felice. Dopotutto, è riuscita a tornare dalla sua famiglia e dall'amico di sempre, Gale. Invece nulla va come Katniss vorrebbe. Gale è freddo e la tiene a distanza. Peeta le volta le spalle. E in giro si mormora di una rivolta contro Capitol City, che Katniss e Peeta potrebbero avere contribuito a fomentare. La ragazza di fuoco è sconvolta: ha acceso una sommossa. Ora ha paura di non riuscire a spegnerla. E forse non vuole neppure farlo. Mentre si avvicina il momento in cui lei e Peeta dovranno passare da un distretto all'altro per il crudele Tour della Vittoria, la posta in gioco si fa sempre più alta. Se non riusciranno a dimostrare di essere perdutamente innamorati l'uno dell'altra, Katniss e Peeta rischiano di pagare con la vita...
Dopo essersi offerta come tributo per salvare la sorellina Prim, la protagonista Katniss è riuscita a vincere i crudeli giochi degli Hunger Games. Non da sola, è riuscita a salvare con un gesto inaspettato anche il suo compagno di distretto Peeta. Salva, dopo le crudeltà affrontate durante i giochi, la fame, le uccisioni, il sangue versato e il non aver potuto fare nulla contro le morti di chi voleva come alleato. Salva e con i privilegi riservati ai vincitori. Una nuova casa, cibo in abbondanza e una vita da celebrità. Ma mai in settantaquattro edizioni qualcuno ha osato tanto quanto Katniss, nessun Hunger Games si è concluso con due vincitori. L'amore che li ha salvati è reale? Il gesto che li ha portati a vincere ha scosso gli animi degli altri distretti perché visto come un gesto di ribellione contro Capitol City. Si mormora scompiglio, rivolte. Se Katniss non dimostrerà che il suo è stato un gesto innocente e dettato dall'amore per Peeta, rischieranno la vita...

Geniale lo sviluppo dell'intera vicenda Hunger Games. L'autrice ha dimostrato grande fantasia e intelligenza nel costruire uno scenario completamente diverso dei giochi, in grado di intrattenere nuovamente il lettore con tutta la crudeltà che rappresentano, senza annoiare, senza credere di sapere già tutto. Il secondo volume è pieno di suspense e colpi di scena, che non ci si aspetta.
Allora, la questione è questa: come per il primo volume della trilogia, ho visto prima il film e poi ho letto il libro. Una grande differenza che ho notato attraverso la sola visione del film è stata quella del rapporto instaurato tra Katniss e Peeta, che mi era apparso nel suo crescendo molto vero e forte, proprio come sarebbe dovuto essere agli occhi degli Strateghi tanto da decidere di salvarli entrambi.
Giunta al secondo film mi ritrovo Katniss lontana da Peeta, lei che torna tra le braccia di Gale. Con la sensazione del, scusate mi sono persa qualcosa?
La differenza, appunto, che ho notato è che nel libro questo rapporto viene spiegato sin da subito: Katniss usa Peeta in combutta con il suo mentore per i suoi loschi scopi di sopravvivenza.
Riflettendoci su è stato come essere stati messi apposta, per quanto riguarda il film, all'oscuro di tutto. Quasi a dimostrare che il gesto delle bacche avvelenate, ai nostri occhi l'unico straziante modo per non uccidersi l'un l'altro, sia stato capito solamente dal Presidente Snow e dagli animi pronti alla rivolta, giustificando quindi gli avvenimenti a venire.
Avevo conosciuto la ragazza di fuoco per il suo grande spirito combattivo, la sua forza e il suo buon animo, il grande senso di sacrificio e per la sua semplicità. Spiegato finalmente il botto inaspettato del secondo film, la lettura di "La ragazza di fuoco" fomenta un certo sentimento di antipatia per Katniss e i suoi comportamenti, il suo non essere coerente. Si, lo dice anche lei, dovrebbe vergognarsi. Forse anche troppo in netto contrasto con il suo compagno di distretto Peeta che è un tesoro, è vero e sincero, devoto a ciò che ha di più prezioso da proteggere. C'è nei momenti di difficoltà, c'è quando respinto, c'è sempre. Rimasto dall'inizio alla fine fedele al suo personaggio, e sicuramente meriterebbe di meglio. Katniss è costretta a mentire spudoratamente di amare alla follia il suo Peeta e delle volte risulta quasi convincente tanto è brava a recitare, tra baci finti e insignificanti a momenti di silenzio subito fuori dagli occhi delle telecamere. Ma purtroppo non è mai abbastanza, il fingere. Perché con qualcosa di falso in mano è difficile convincere il Presidente Snow (e direi che qui andiamo d'accordo)Le rivolte e una nuova verità sono all'angolo e Katniss si ritroverà a decidere tra la finzione e un risvolto ancora tutto da scoprire. Quindi si Katniss basta fingere perché è inutile, decidiamoci e combattiamo.
Tra momenti di antipatia per la protagonista e momenti in cui si è saputa riprendere, penso che lo scenario dei nuovi Hunger Games sia stato pensato magnificamente, tra la scelta dei tributi alla nuova arena, così come al finale cliff-hanger. Sono stata piacevolmente colpita dal trasporto nella lettura di quei giochi che ormai conosciamo e di cui ci aspetta un finale crudo e violento, con l'inevitabile massacro. Ma ho capito che nulla di ciò che nasce dalla fantasia della Collins va dato per scontato, tutto può essere preso e capovolto.
Nel compenso una lettura rallentata dalla calma dei primi capitoli, ma che con lo svilupparsi delle rivolte e il capovolgimento nel finale, è stato continuamente una nuova scoperta.

Voto: 4/5
La serie:

1. Hunger Games (Hunger Games #1)
2. Hunger Games - La ragazza di fuoco (Hunger Games #2)
3. Hunger Games - Il canto della rivolta (Hunger Games #3)

sabato 17 maggio 2014

Book Shout out #13 - Poteri Spezzati di Federica Nalbone

Un'altro appuntamento con la rubrica "Book Shout Out" a cadenza casuale, con lo scopo di presentarvi anteprime o uscite di autori esordienti. Il libro che vi presento oggi è un Urban Fantasy di recentissima pubblicazione (7 Maggio 2014) dal titolo "Poteri spezzati" e di un'autrice esordiente, Federica Nalbone. La cover è veramente bellissima e velata da un'alone di mistero, mi piace molto come sono stati accostati i vari colori, anche la trama promette molto molto bene. E voi, cosa ne pensate?
Titolo: Poteri Spezzati
Autore: Federica Nalbone
Editore: Lettere Animate
Pagine: 217
Prezzo: 2,49 (ebook)
Data pubblicazione: 7 Maggio 2014
Link utili: Amazon | Bookrepublic | Facebook
Trama: 
Alison è una coraggiosa cacciatrice di creature soprannaturali che possiede il dono della preveggenza, ma quando il suo potere, inaspettatamente, comincia a ritorcersi contro di lei si ritrova in grave pericolo. Accorre in suo aiuto un misterioso e affascinante cacciatore, Dave, che la coinvolge in una corsa contro il tempo per tentare di scoprire perché i poteri di alcuni cacciatori siano diventati di colpo tanto pericolosi. Saranno avventure rischiose e i due ragazzi, nella splendida cornice di Chicago, verranno a contatto con molte altre creature: potenti stregoni, vampiri assetati di sangue, un misterioso fantasma e persino altri cacciatori con un'idea di giustizia ben differente dalla loro. L'amore busserà alle loro porte, ma i pericoli sono molti: qualcuno ha alterato un equilibrio precario e i due dovranno, prima di tutto, riuscire a salvarsi.
L'autrice:


Federica Nalbone è nata nel 1987 a Palermo, dove vive tutt'ora. Studentessa universitaria della facoltà di scienze della formazione, ama da sempre leggere libri e nutre una passione sfrenata per i thriller. Crescendo si è avvicinata molto al mondo dell'urban fantasy, apprezzando sempre di più al genere sino a trovarlo fonte di ispirazione anche per i suoi scritti. Segue svariate serie televisive e adora anche il mondo del cinema.

venerdì 16 maggio 2014

Recensione - Half Bad di Sally Green

Finalmente la recensione di un libro che molti di voi ormai conosceranno! Half Bad, half bad qui, half bad lì. Continuavo a vedere Half Bad ovunque, uscita sulla bocca di tutti (non ditemi che non vi ci siete mai imbattuti che non ci credo) pubblicazione in contemporanea con altri paesi, autrice esordiente già entrata a far parte nel guinness della più tradotta. Non volevo farmi corrompere ma poi ho visto e toccato il libro dal vivo ed è stato finalmente amore a prima vista. Non ho più saputo resistere.
Beh forse sono partita con un po' troppa aspettativa. Non fraintendetemi, la storia è fantastica e tra alti e bassi il libro mi è piaciuto.


Titolo: Half Bad (Half life #1)
Autore: Sally Green
Editore: Rizzoli
Pagine: 390
Prezzo: 15,00
Data pubblicazione: 19 Marzo 2014

Trama:La magia esiste, ed è spaccata da una guerra millenaria. Appartenere a un fronte definisce il ruolo di ciascuno nel mondo, garantisce compagni e alleanze; ma soprattutto decide chi sono i nemici, che vanno giustiziati senza rimorso. Nathan vive in una zona grigia: figlio di una maga Bianca e dell'Oscuro più terribile mai esistito, cresce nella famiglia materna, evitato da tutti, vessato dalla sorellastra, perseguitato dal Concilio che non si fida di lui e anno dopo anno ne limita la libertà, fino a rinchiuderlo in una gabbia. La stessa guerra che divide il mondo della magia si combatte nel cuore di Nathan, in perenne bilico tra le due facce della sua anima, che davanti alla dolcezza di Annalise vorrebbe essere tutta Bianca, e invece per reagire alle angherie si fa pericolosamente Nera. Ma è difficile restare aggrappato alla tua metà Bianca quando non ti puoi fidare della tua famiglia, della ragazza di cui ti sei innamorato, e forse nemmeno di te stesso. Età di lettura: da 13 anni.
L'ambientazione è quella di una Londra del futuro, dove vivono e convivono malamente gli Incanti divisi tra bianchi e neri, dove il bianco sta per buono e il nero per cattivo. Stiamo parlando di maghi che vivono di nascosto tra la gente, i Profani. I maghi giovani si chiamano Crisalidi e diventeranno "Incanti" solo al raggiungimento dei 17 anni attraverso la cerimonia del dono, una cerimonia dove ci sarà l'obbligo di bere del sangue da un familiare ricevendo così i tre doni che caratterizzeranno il loro futuro potere. Nathan, il protagonista, non è né Bianco né Nero. È un mezzo codice, nato da un amore proibito tra un incanto bianco e un incanto nero. Suo padre è il "cattivo" più temuto e ricercato dai Cacciatori, che hanno lo scopo di sterminare gli Incanti Neri. Nathan è l'unico mezzo codice esistente e per questo temuto e odiato da molti, soprattutto dalla sorellastra Jessica, una bianca pura che diventerà presto cacciatrice. Al suo fianco c'è pero anche la figura di Aaran, fratello maggiore protettivo, fedele, amico e compagno. Un rapporto forte in netto contrasto con tutte le cattiverie che è obbligato a subire il protagonista da parte delle persone, dei familiari e del Consiglio.
Con una trama descritta così è difficile non immaginarsi il famosissimo "Harry Potter". Qui i "maghi" sono chiamati Incanti, il padre cattivo di Nathan ricorda molto Voldemort, gli umani sono chiamati Profani invece che Babbani e i cattivi sono perseguitati dai Cacciatori, invece degli Auror. Invece del fratello cattivo e dei genitori babbani abbiamo una sorella senza scrupoli chiamata Jessica, e invece di Ron ed Hermione ci sono i due fratellastri del protagonista a stargli vicino. Ma le somiglianze finiscono qui. Nathan... seppur non abbia nessun segno sulla fronte a distinguerlo, certo è già anche lui una celebrità a causa del suo aspetto diverso dai comuni bianchi. Celebrità in senso cattivo, perché visto come un pericolo, un pericolo che si aggrava con il passare degli anni e il compimento dei suoi 17 anni. E' proprio la paura e la mania per il controllo di una società creata sulle proprie convinzioni il Consiglio restringerà anno dopo anno la libertà del protagonista fino a rinchiuderlo in una gabbia, una gabbia da cui Nathan cercherà di sfuggire a tutti i costi per poter ricevere i suoi tre doni, altrimenti morirà. Nonostante la somiglianza con una storia così famosa, mi è piaciuta molto la trama con tutti i suoi bizzarri avvenimenti e soprattutto mi è piaciuto come è stato trattato l'argomento degli Incanti Bianchi che si credono buoni ma che in realtà compiono continuamente azioni brutali e dittatoriali portando a chiederci chi sia il buono e chi il cattivo. Che il bianco rappresenti sempre la bontà e il nero l'oscurità? E' quello che succede continuamente nella nostra società, maghi o meno, il pregiudizio e il quasi obbligo di catalogare le cose per come devono essere viste. Nathan è grigio, non è cattivo, ma le continue cattiverie che subisce lo fanno crescere e maturare tanto da non sapere più se voler essere Bianco come gli altri, o Nero come lo stimato padre che non ha mai incontrato.
La narrazione è molto inusuale, si fanno continui salti tra prima e seconda persona, dove chi racconta si rivolge al lettore direttamente con quel "tu". Vicinanza che si percepisce, ma con cui inizialmente sono entrata difficilmente in contatto. Devo essere sincera, sono partita molto confusa, dovevo ancora rapportarmi sull'intero quadro e su ciò che stava succedendo che mi vedevo la narrazione saltellare tra passato e presente, prima e seconda persona. Una volta addentrati nella storia e capito un po' l'intero quadro è più facile immedesimarsi e patire insieme al protagonista le sue ingiustizie, soffrendo a pelle tutte le cattiverie, ed è proprio su questo che è centrato l'intero volume: i continui soprusi che è obbligato a patire Nathan. Deriso da una sorella cattiva che dovrebbe essere Bianca, incolpato della morte della stessa madre e avere un padre che conoscono tutti come il più temuto, ma che lui personalmente non ha mai incontrato. Perché no, il padre non si è mai fatto vedere, lasciando il figlio in custodia alla nonna. Perché? Una domanda a cui ancora non è stata data risposta, lasciandoci pieni di aspettativa e punti interrogativi sul come verranno sviluppati i seguiti del libro, infatti ho trovato questo primo volume quasi come un'introduzione a qualcosa di molto più grande che dovrà avvenire. Si parla di maghi, ma la magia è lasciata molto in secondo piano, fa qualche comparsa qua e là con delle pozioni o porte magiche, la storia si rivela Nathan stesso, insieme alla sua crescita.
Ho iniziato la lettura del libro immaginandomi scontri, magie, cattivi perfidi e bianchi buoni. Ma la realtà nella lettura si è prospettata ben diversa. Seppur l'inizio incuriosisca molto il lettore arrivati ad un certo punto è stato come affrontare lo stesso argomento in diverse sfaccettature. Dolore, dolore, dolore, crescita, sviluppo e poi bam. Mi dispiace lettore non ti rivelo nulla.
Dall'inizio alla fine non sono riuscita ad immaginarmi: come andrà a finire la storia? Dov'è che vogliamo arrivare? Dove ci sta portando il protagonista?
E così è finito. Confusione e... un grande cosa succederà? Nutro grandissima fiducia nei seguiti, sono sicura che l'autrice saprà rispondere alle mie domande.

Voto: 3/5
La serie:

1. Half Bad (Half life #1) - 2014 Italia
2. Half Wild (Half life #2) - Attualmente inedito in Italia
3. Untitled (Half life #3) - Attualmente inedito in Italia

giovedì 15 maggio 2014

ESTRAZIONE VINCITORE Giveaway 200 Follower!

Buongiorno beauties! Come state? E' arrivato finalmente il giorno conclusivo per il giveaway indetto dal blog, con la possibilità di scegliere una copia tra "Non cercarmi mai più" e "12 anni schiavo". Avete partecipato in molti e la cosa non può che farmi piacere.
Il giveaway è stato indetto per festeggiare il raggiungimento dei 200 follower, traguardo importante per il blog che nel frattempo è arrivato a quota 242. Non posso far altro che ringraziarvi infinitamente! Soprattutto ai lettori più accaniti e ai commentatori più assidui, don't worry se non avete vinto, continuate a seguirmi e presto ci saranno altre opportunità per vincere qualcosa.

Detto questo (si lo so, sicuramente la maggior parte avrà già scorso la pagina fino in fondo per vedere se è il fortunato vincitore) non voglio prolungarmi oltre. Alla vincitrice è già stata mandata una mail, in caso di mancata risposta verrà estratto un nuovo vincitore.

LIBRO SCELTO: NON CERCARMI MAI PIU' DI EMMA CHASE


martedì 13 maggio 2014

Teaser Tuesday #31 - Era del sole di Elisa Erriu

Nuovo appuntamento con la rubrica Teaser Tuesday del martedì ideata dal blog Should be reading! Lo scopo è quello di riportare uno spezzone del libro che abbiamo attualmente in lettura. Io sto leggendo "Era del sole" esordio della giovane autrice Elisa Erriu che vi ho anche recentemente presentato in un post di segnalazione. E voi, cosa avete attualmente in lettura?
  1. Prendi il libro che stai leggendo
  2. Apri ad una pagina a caso
  3. Condividi qualche riga di testo della pagina
  4. Attenzione a non fare spoiler!
  5. Riporta il titolo e l'autore del libro

«Il tuo regalo», la voce di Eyghen era diventata tagliente.
Fu solo quando Daila vide il contenuto, che cambiò espressione.
Era un piccolo Kami attorcigliato in un ciondolo, un cristallo magico, per lo più: se veniva scosso, emetteva una musica e al suo interno comparivano delle scintille colorate. Eyghen sapeva quanto lei amasse i Kami, era il loro segreto.
Glielo legò al collo.
Forse si era sbagliata sul conto dell'elfo.
«Sono riuscito a darti ciò che volevi?», lui si fece più avanti. Non c'era nessuno che li guardava o che li impedisse di avvicinarsi. Daila non sapeva cosa rispondere.
«Puoi ora darmi ciò che voglio io?», le fu addosso. Furono addosso alla parete. Eyghen era premuto contro di lei, non si sapeva più chi dei due fosse esitante.
La ragazza ingoiò della saliva. Quando l'elfo allungò le mani sul suo viso ed era a un sospiro dalla sua bocca, lei si ritrasse.
Lui non la lasciò andare. Lei non ebbe più dubbi. O ora o mai più. Gli rifilò un calcio e scappò via.
Entrata a casa di corsa, andò quasi a sbattere contro la sagoma del padre.
La prima cosa che catturò l'attenzione del guerriero fu quello, il ciondolo. Lo riconobbe.
Quel piccolo Kami non era un Kami qualsiasi, rappresentava Ariom.
Lo spezzone che ho deciso di presentarvi in questo appuntamento rimane molto nel misterioso, ma a tratti divertente. Cosa sono i Kami? Chi sono Dalia, Eyghen e Ariom? Sto scoprendo tutti questi dettagli anch'io, piano piano con il proseguire della lettura. E voi cosa ne pensate, vi ispira?

venerdì 9 maggio 2014

Recensione - Coraline di Neil Gaiman

Avevo recensito tempo fa "L'oceano in fondo al sentiero" di Neil Gaiman, trovandolo affascinante e misterioso. Mi ero ripromessa di leggere altro di questo conosciutissimo autore e mi ero un po' incolpata di aver iniziato a conoscerlo non attraverso le sue opere più famose, ma con una sua recente uscita. Ecco che durante un pomeriggio di noia mi sono ritrovata in mano Coraline, decidendo che sì, per la sua "lunghezza" di poche pagine era adattissimo a trascorrere il tempo. Mi sono ritrovata così catapultata tra lo sbuffare della nostra piccola e coraggiosa Coraline, che proprio grazie alla sua forte curiosità e voglia di sfuggire alla noia si addentra in questa grande avventura trasportando il lettore con sé, mano per mano a curiosare in un mondo parallelo tra atmosfere macabre e una realtà strana quanto un incubo. Meno male che il cielo fuori non si era ancora fatto buio o mi sarei dovuta incoraggiare nella lettura, come Coraline nell'affrontare le sue paure.


Titolo: Coraline
Autore: Neil Gaiman
Editore: Mondadori
Pagine: 182
Prezzo: 9,50
Data pubblicazione: 01 Gennaio 2004

Trama: In casa di Coraline ci sono tredici porte che permettono di entrare e uscire da stanze e corridoi. Ma ce n'è anche un'altra, la quattordicesima, che dà su un muro di mattoni. Cosa ci sarà oltre quella porta? Un giorno Coraline scopre che al di là della porta si apre un corridoio scuro, e alla fine del corridoio c'è una casa identica alla sua, con una donna identica a sua madre. O quasi. Età di lettura: da 10 anni.





— E lei cosa mi farà? — aggiunse Coraline.

Le pallide figure pulsavano debolmente; Coraline immaginò che fossero solo immagini residue, come il bagliore che ti lascia negli occhi una luce sfolgorante, subito dopo che le luci si sono spente.
— Non fa male — sussurrò una flebile voce.
— Lei ti prenderà la vita, tutto quello che sei e tutto quello a cui tieni, e ti lascerà solo nebbia e foschia. Ti porterà via la gioia. E un giorno ti sveglierai e anche il tuo cuore e la tua anima non ci saranno più. Sarai solo un involucro, un fuscello, della consistenza di un sogno al risveglio, o del ricordo di qualcosa di dimenticato.
— Vuota — sussurrò la terza voce. — Vuota, vuota, vuota, vuota, vuota. - Tratto da Coraline, Nail Gaiman

Coraline penso sia un nome ormai conosciuto da una vastissima schiera di persone. Chi conoscendo la fantastica storia, chi anche solo per sentito dire. Ma chi è questa Coraline? Non è nient'altro che una bambina, solo, una bambina diversa dalle altre. Un personaggio fantastico e curioso, fantastico e indipendente nonostante l'età. Coraggiosa, astuta, intelligente e alla continua ricerca di avventura. Coraline si trasferisce in una nuova casa e i genitori indaffarati per lavoro non riescono a darle molte attenzioni così lei spende le sue giornate ad esplorare il vicinato incontrando i vicini: due bizzarre attrici in pensione,  Mrs. Spink e Mrs. Forcible e l'uomo al piano di sopra, che sostiene di possedere un circo rappresentato da dei topini, ah! C'è anche un gatto, strano e nero che vaga un po' qua, un po' là. Per Coraline non se ne parla proprio di annoiarsi e nemmeno di stare con le mani in mano, qualsiasi cosa è curiosa da scoprire, qualsiasi piccolo movimento desta la sua fantasia e le procura meraviglia, voglia di conoscenza, tanto da non riuscire proprio a resistere alla tentazione di ficcare il naso. È proprio grazie a questa sua forte curiosità e voglia di fare che entra in contatto con un "mondo parallelo" oltre una porta. Una porta chiusa perché murata, una porta che seppur la madre abbia spiegato essere inutile, Coraline non resiste alla tentazione di aprire e riaprire. La porta una
volta aperta si presenta vuota, murata, ma in realtà al suo interno cadi nelle grinfie di un'apparente perfezione: divertimento, giochi, buon cibo, gentilezza. Una volta varcata la soglia il mondo al suo interno si presenta uguale a quello di Coraline, stessa casa e stesse stanze, stessi vicini e perfino stessi genitori! Solo in una veste diversa e più piacevole. Ma quelli sono i suoi veri genitori? Perché hanno strani occhi vuoti, scuri e a forma di bottone? Perché il papà che non ha mai tempo per Coraline, qui vuole giocare con lei? Perché il cibo che viene servito non è quello insapore ma perfettamente delizioso? Nonostante all'inizio appaia tutto talmente bello da non essere vero, come in un sogno, agli occhi della nostra protagonista, presto capirà che dietro a tutto questo c'è qualcosa di macabro. Quando la sua "altra madre" propone a Coraline di rimanere per sempre con lei e cerca di cucirle quegli occhi bui e vuoti a forma di bottone, lei capisce che è arrivata l'ora di andarsene. C'è qualcosa oltre la perfezione che spaventa la nostra protagonista, che si ritrova a sfuggire da questa meraviglia per cercare la sua normalità. Eppure, tornata al mondo reale non trova più i genitori. Dove sono? Veramente la realtà è peggiore della fantasia? Veramente vale la pena di lasciare tutto... Per rincorrere la perfezione, una perfezione che infondo non può e non esiste? Armata di forza e coraggio Coraline affronta comunque le sue paure al di là della porta, da colei che vuole strapparla al mondo reale per intrappolarla e tenerla con sé, ci torna e si consola da sola tutto il tempo, deve ritrovare e liberare i suoi genitori. Ora sa, che l'altra madre e l'altro padre dall'apparenza gentile non sono veri, ora sa che la normalità è preziosa e soprattutto che le imperfezioni rendono la vita, reale. E che i sogni... ci mettono poco a trasmutarsi in terribili incubi.
La storia si presenta in un volume molto breve, ma attraverso quelle poche pagine è fantastico ritrovarsi catapultati in quella che si rivela una storia così piena. Dalla protagonista inusuale ai personaggi secondari altrettanto strani ma rappresentati perfettamente e contornati da una fantasia che si prospetta molto nella vita reale. Siamo continuamente alla ricerca della perfezione e di ciò che ci fa più comodo, ci lamentiamo della noia e di ciò che ci circonda ma che più conosciamo. Ma siamo realmente pronti ad addentrarci in qualcosa di ignoto seppur dall'apparenza perfetta? Soprattutto, esiste la tanto agognata ricerca della perfezione?

Neil Gaiman è un grandissimo autore in grado di scrivere per bambini in una lingua semplice ma che sa intrattenere e spaventare anche i grandi. Con un mix tra macabro, fantasia e sogni o paure che solo gli occhi di un bambino possono ricordare.

Voto: 4/5
Il film d'animazione:

Coraline e la porta magica è un film d'animazione uscito nel 2009 e realizzato in stop-motion diretto da Henry Selick, già regista di Nightmare Before Christmas. Ho visto il making of e sono stupita da come la tecnologia mista a delle mani esperte possano fare certi miracoli. Il film d'animazione è stato realizzato alla perfezione, fedelissimo al libro. L'ho visto molto, molto tempo fa e devo dire che hanno realizzato colori, ambientazioni e personaggi in una maniera impeccabile.

giovedì 8 maggio 2014

Book Shout Out #12 - Melchi di Sergio Schiazzano

Nuovo appuntamento con la rubrica "Book shout out" a cadenza casuale e con lo scopo di presentarvi nuove uscite, anteprime o libri di autori esordienti! Ho moltissimi libri di autori esordienti di cui parlarvi, ma ci tengo ad offrire ad ognuno l'apposito spazio, senza accumularli tutti in un unico post di presentazione. Il libro che vi presento oggi è ispirato niente di meno che a Carlos Ruiz Zafón, intitolato "Melchi" di Sergio Schiazzano.
Zafón all’ombra del Vesuvio
Il ventenne autore ischitano Sergio Schiazzano si ispira allo scrittore catalano


Titolo: Melchi - Vi racconto una storia
Autore: Sergio Schiazzano

Editore: Grauseditore
Pagine: 256
Prezzo: 13,50
Link utili: Grauseditore

Trama:Un giovane scrittore vede crollare tutti i propri sogni quando perde ciò che ha cercato per tutta la vita: la sua Storia da Raccontare, la più bella di tutte le storie, l’unico racconto capace di procurare l’immortalità a chi sarà così fortunato da catturarlo. Ritornato sulla sua isola natia, incontra un eccentrico personaggio che darà una scossa alla sua esistenza disincantata: un vecchio vagabondo, apparentemente privo di passato, che, senza meta e senza scopo, erra per le strade dispensando sorrisi e regalando cianfrusaglie ai passanti. Eppure il vecchio non è benvoluto dagli isolani, e il motivo è che di notte, sotto la luce fatata dei lampioni, egli misteriosamente pare trasformarsi e ringiovanire. Malgrado la diffidenza dell’intero paese, il giovane scrittore si affeziona a lui, sperando inconsciamente che possa aiutarlo a ritrovare la sua Storia da Raccontare. Ma forse la storia che si nasconde dietro quell’uomo è ben lungi dal poter essere narrata... E così il segreto di cui è portatore peserà come un macigno sul cuore del giovane scrittore, e il mondo in cui il vecchio lo trascina rovescerà tutte le sue certezze e lo indurrà a chiedersi se ciò che vede sia la realtà o solo un sogno.


Conosciamo l'autore:

Sergio Schiazzano è nato ad Ischia nel 1993. Ha frequentato il Liceo Scientifico di Ischia ed attualmente è studente di Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Napoli “Federico II”. Fin da bambino ama, al di sopra di ogni altra cosa, le storie tramandate e narrate.
Ha ricevuto un riconoscimento in occasione del concorso “I 150 anni dell’Unità d’Italia – L’identità nazionale nella cultura, nell’economia, nel costume”, indetto dalla Fondazione Nazionale F.I.D.A.P.A.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...