giovedì 27 febbraio 2014

Recensione - Shatter Me di Tahereh Mafi

La cover di questo libro (ma anche di tutti i suoi seguiti o novelle) cioé, parliamone. Inutile dire che basterebbe la cover per convincermi ad acquistare il libro ad occhi chiusi. Ma prima che tutto questo accadesse avevo già l'edizione italiana in ebook che ho snobbato per parecchio, parecchio tempo. La notizia poi, che la serie, in Italia (come tante altre purtroppo) è stata sospesa dalla traduzione, non ha aiutato. Così ho accantonato il libro lasciandolo da parte, finché poi per il continuo sentito dire, vuoi per le recensioni stra positive, ho deciso di leggerlo in lingua. Quindi, dopo averlo divorato, vi porto la recensione fresca fresca da fine lettura.


Titolo: Shatter Me (Shatter me #1)
Autore: Tahereh Mafi
Editore: Harpercollins
Pagine: 338
Prezzo: 7,16
Data pubblicazione: 02/10/2012

Trama:264 giorni segregata in una cella, senza contatti con il mondo. Juliette non può parlare con nessuno, e nessuno deve avvicinarla, perché ha un potere terribile: se tocca una persona la uccide. Agli occhi dell'organizzazione che l'ha rapita il suo potere è un'arma stupefacente, per lei è una maledizione. Un giorno però nella cella viene spinto Adam. Juliette non vuole fargli del male, e così lo tiene a distanza. Ma Adam non sa del suo potere, e mentre lei dorme in preda agli incubi la prende tra le braccia per confortarla. Da quel momento tutto cambia, perché Adam, immune al tocco di Juliette, è l'unico che può accettarla così com'è. Insieme progettano la fuga, alla ricerca di un mondo che non la consideri più né un'arma né un mostro, ma una persona speciale, che con il suo potere può fare la differenza.
264 strazianti giorni per una povera ragazza adolescente, chiusa in una cella buia, piccola e sporca. Juliette non ha mai ricevuto nessuna sorta di affetto, è cresciuta temuta e derisa dagli altri: i suoi compagni di scuola, i vicini di casa e perfino i suoi genitori. Nessuno sa cosa è in grado di fare, ma le voci circolano e tutti sanno che non possono, non devono avvicinarsi a lei. Un solo tocco, per fare male. Un solo tocco...per uccidere. Reclusa in solitudine senza la possibilità di parlare con nessuno, guardando giorno per giorno la devastazione che è sopraggiunta al suo mondo attraverso l'unico spiraglio di luce rimastogli nella cella, una finestra. Quel mondo che aveva prati verdi e uccellini in cielo, ma che ora è grigio e quasi senza vita. Finché un giorno viene spinto nella sua stessa cella un altro essere umano, un compagno, un ragazzo. Juliette è impaurita, stupita, confusa. Come hanno potuto portare un altro essere umano vicino a lei, sapendo quello che è in grado di fare? Si trova a condividere i giorni con Adam, il ragazzo dallo sguardo familiare, inconfondibile, che inizia a riconoscere piano piano e che si scopre essere immune....al suo tocco.

Nell'intera storia che ha creato la bravissima autrice Tahereh Mafi prevale fortissimo il lato romance, un lato spesso in secondo piano in generi come questo, il distopico. Se dunque siamo abituati ad avere solo accenni di amore tra protagonisti in lotta contro il loro governo o la ribellione, in Shatter Me viene dato ampio, ampissimo spazio ai sentimenti. La distopia cade quasi in secondo piano, lasciando solo accenni su com'è la situazione al momento. La Restaurazione vuole cancellare tutto dalla terra, tutto ciò che è stato. Dalla lingua, alla terra. Portando devastazione ovunque, niente più prati verdi o animali, niente più libertà. Ma il credo di poter migliorare, ricominciando da capo, partendo da zero.
La storia ruota attorno alla protagonista Juliette, vista come un pericolo per l'umanità e quindi rinchiusa e forzata a consumare così il restante dei suoi giorni. Finché il "cattivo" Warner, capo della Restaurazione, non decide di toglierla allo spazio angusto coccolandola tra il lusso del suo palazzo. Warner la studia, è affascinato da quello che è in grado di fare il semplice tocco di una ragazza. Una maledizione che può essere convertita in dono, in arma. Convertita a uccidere per combattere i ribelli, quelli che non credono in ciò che sta facendo il governo. Ma Juliette non si lascia sopraffare o abbindolare dal buon cibo e i buoni costumi, tenta la via di fuga. Soprattutto dopo aver ricordato chi è Adam, chi è stato  un tempo il ragazzo che è immune al suo tocco, colui che si scopre essere un soldato di Warner, ma che ha dentro un'anima da ribelle.


Lo stile dell'autrice è pieno di metafore e carico di credibilità. La protagonista è delineata alla perfezione, tra il combattere contro se stessa e l'oppressione della maledizione di non poter toccare nessuno. E' bastata una sola volta, per aiutare un bambino, per uccidere non intenzionalmente. Una fobia, il contatto umano. Una paura che si sente su pelle, quella di un contatto pelle a pelle. Così come il sollievo, nel sapere che c'è lui, Adam, che c'è qualcuno con cui la protagonista può interagire senza paura. Da qui la speranza, la vita. Ricredere in se stessi, iniziare ad amare, a rivivere. Emozioni forti, difficili da trascurare. Diciamolo, quanto può essere straziante non poter toccare nessuno? Vivere con la paura, quella paura che ti è stata addossata dagli stessi occhi dei tuoi genitori.
Un particolare molto diverso è stato il sottolineare letteralmente le parole all'interno del libro, in questa maniera, quindi entriamo all'interno della mente di Juliette, per vedere quali sono i suoi pensieri e quali le parole che usa per contrastarli.
Il cattivo qui, a differenza di molti altri romanzi (ve lo dico da una che solitamente non entra quasi mai in sintonia con il cattivo), fa quasi simpatia. E' difficile odiare Warner, una figura complessa ma creata alla perfezione. Un cattivo che fa intendere le sue intenzioni, ma che ancora non si apre a farsi conoscere. Sono sincera, penso di fare il tifo per il cattivo.
Un po' mi sono fatta un'idea, sul perché Adam possa toccare Juliette, ma ci sarà solo da scoprire se sia sul giusto o sullo sbagliato.

Sicuramente un distopico diverso dagli altri, quasi a fare da introduzione per i seguiti. Il finale è un risvolto inaspettato, ancora non so se sia stato di gradimento o solo un dejà vu, ma questo lo scoprirò nella lettura dei seguiti, sperando che l'autrice non cada nel banale nel trattare un argomento ormai già visto.

Voto: 4/5
La composizione della serie:

1.Shatter Me (Shatter Me #1)
1.5 Destroy Me (Shatter Me #1.5) Novella ebook
2.Unravel Me (Shatter Me #2)
2.5 Fracture Me (Shatter Me #2.5) Novella ebook
3.Ignite Me (Shatter Me #3)
Extra: Unite Me (Shatter Me #1.5 e #2.5) Novella cartaceo

mercoledì 26 febbraio 2014

WWW Wednesday #8

Buon pomeriggio carissimi! La pioggia è tornata così come il freddo. Quasi mi stavo abituando al solicino degli ultimi due giorni, ma ahimè. Tempo è impazzito.
Nuovo appuntamento con la rubrica WWW Wednesday ideata dal blog Should be reading! Lo scopo è quello di riportare le letture fatte, in corso e future.

WWW Wednesday è una rubrica del mercoledì ideata dal blog Should be Reading con l'intento di riportarvi le nostre letture concluse, in corso e future.

  • What are you currently reading? Che cosa stai leggendo?
  • What did you recently finish reading? Cosa hai appena finito di leggere?
  • What do you think you’ll read next? Cosa pensi leggerai in seguito?
Che cosa stai leggendo?

Ho iniziato da poco sia Opal di Jennifer L.Armentrout, terzo capitolo della serie Lux attualmente ancora inedito in italia, e Cosa vuoi fare da grande di Ivan Baio e Angelo O.Meloni.

 Cosa hai appena finito di leggere?
L'ultimo WWWwednesday è stato postato due settimane fa, quindi le letture fatte si sono accumulate un pochino direi!

Cosa pensi leggerai in seguito?

Come sempre non sono mai sicura su quale sarà la prossima lettura, ma ho acquistato ieri usato Leviathan di Scott Westerfeld, chissà!


E voi? Quali sono state le vostre letture e quelle in corso? Let me know!

domenica 23 febbraio 2014

Recensione - Oltre i limiti di Katie McGarry

Buon pomeriggio readers e buona domenica! Ho aspettato un po' prima di poter scrivere una recensione del libro che vi sto per presentare, in realtà ho aspettato anche per dargli una valutazione finale, non volevo essere troppo impulsiva. Seriously, non mi sono mai pentita così tanto di non aver preso e letto un libro in lingua piuttosto che con la traduzione. Questo succede sempre più spesso, con la maggior parte di libri che hanno racchiuso un bel po' di romance al loro interno (non so perché ma in inglese anche le frasi smielate suonano meglio). Oltre i limiti, in lingua originale Pushing the limts, fa parte di una serie con volumi che possono essere letti separatamente, in quanto collegati tra loro solo tramite i personaggi presenti.
Il libro è famosissimo tra i lettori, tanto da avere una valutazione di ben 4 stelle su Goodreads, inutile dirvi quante aspettative nutrissi, ero combattuta sull'acquistare il libro in lingua o meno, ma siccome è stato di recente pubblicato anche in Italia, ho deciso di prenderlo tradotto. Ora, non che il libro sia tradotto male, ma non mi sono piaciuti i nomignoli o alcune frasi tradotte. Date la colpa alla mia scelta azzardata di leggerlo subito dopo Hopeless di Collen Hoover, che ho adorato e che tratta sempre di "temi difficili", ma nonostante Oltre i limiti sia stata una piacevole lettura non mi ha proprio coinvolta o fatta piangere (so che ha fatto piangere molte persone, non chiamatemi insensibile :P).



Titolo: Oltre i limiti (Pushing the limits #1)
Autore: Katie McGarry
Editore: De Agostini
Pagine: 432
Prezzo: 14,90
Data pubblicazione: 21/01/2014

Trama:

Nessuno sa cosa sia successo a Echo Emerson, la ragazza più popolare della scuola, la notte in cui le sue braccia si sono ricoperte di cicatrici. Nemmeno lei ricorda niente, e tutto ciò che vuole è ritornare alla normalità, ignorando i pettegolezzi e le occhiate sospettose dei suoi ex-amici. Ma quando Noah Hutchins, il "bad boy" del quartiere irrompe nella sua vita con la sua giacca di pelle, i suoi modi da duro e la sua inspiegabile comprensione, il mondo di Echo cambia. All'apparenza i due non hanno nulla in comune, e i segreti che custodiscono rendono complicato il loro rapporto. Eppure, a dispetto di tutto, non riescono a fare a meno l'uno dell'altra. Dove li porterà l'attrazione che li consuma e cos'è disposta a rischiare Echo per l'unico ragazzo che potrebbe insegnarle di nuovo ad amare? Età di lettura: da 13 anni.
Echo Emerson prova sulla propria pelle quello che è passare dalla ragazza più bella e popolare della scuola a quella totalmente emarginata, tradita perfino da alcune di quelle che sono state le sue migliori amiche. Chi vorrebbe mai girare intorno ad una ragazza che è sparita, tornando con un corpo pieno di cicatrici e strane voci riguardo ad un presunto suicidio? Maglie lunghe fino ai polsi, perfino d'estate. Guanti a coprire le mani, l'andatura a testa bassa e l'arrendersi a quella che è stata ed è ora la sua vita.
Noah è il classico ragazzo dalla perenne giacca nera in pelle, una reputazione da playboy sciupa femmine, amici drogati, tattoo e un atteggiamento ribelle, in perenne lotta contro "Il sistema" quello che lo ha portato a passare da famiglia affidataria all'altra, quello che lo ha allontanato da ciò che rimane della sua famiglia: i suoi due piccoli fratellini.
Noah ed Echo si incontrano grazie alla psicologa della scuola, senza sapere di poter essere l'uno la salvezza dell'altro..

La storia di entrambi i personaggi è straziante e viene raccontata sotto entrambi i punti di vista. Così se da un lato veniamo a conoscenza solo piano piano e attraverso spezzoni di ricordi su che è successo a Echo, siamo in perenne lotta insieme a Noah per quello che ne è del suo scopo nella vita, riprendersi i suoi fratelli. Riprendersi quella che è la sua famiglia, per non volere che "il sistema", così come le famiglie affidatarie, possano far male a quelle piccole creature tanto quanto abbiano fatto male a lui. Niente più piani per il futuro, niente college o una vita normale per un ragazzo della sua età, ma duro lavoro per guadagnare i soldi necessari e aspirare a poter convincere almeno in parte il giudice a lasciarlo prendere in affido i fratelli al suo compimento dei 18 anni.
I personaggi sono tutti ben delineati, forse grazie al fatto che molti compariranno nei seguiti con una storia tutta loro. Così c'è spazio per prendere in simpatia e in antipatia i personaggi secondari. Vengono rappresentate le classiche figure giovanili presenti nelle scuole alla tenera età di 17 anni. C'è l'amica superficiale e senza scrupoli, che da ex migliore amica passa subito a quella che sta alla larga, per non far cadere anche la sua, di reputazione. L'ex ragazzo figo che proprio per il suo essere catalogato figo può farti apparire così anche agli occhi degli altri, se ci torni insieme, così da riprendere un po' di normalità, come se dipendesse da questo, come se fosse facile ritornare al passato e cancellare il resto. Poi ci sono loro, i veri amici. Quegli amici che ti sostengono nonostante tutto, quelli a cui non importa di essere i più belli e popolari della scuola, amici eravamo, amici restiamo anche ora che tu, sei un'emarginata. Inutile dire quanto tutto ciò rispecchi la realtà, quindi si, per l'ennesima volta. Quelle persone che vi stanno vicine solo quando fa comodo, non sono amici.
I problemi di Echo partono confusi, sappiamo che ha bisogno della psicologa e poi che ha dei ricordi da recuperare. Quanto è complesso il funzionamento del nostro cervello, sentimenti contrastanti, delusioni, paure. Il cervello è in grado di ricordare, così come perdere e cancellare le parti scomode a seguito di traumi. E' questo quello che è successo a Echo, la perdita di una parte di memoria. Una famiglia difficile vittima di divorzio, un padre che non dimostra il suo amore ma che è concentrato al rapporto con la sua nuova fidanzata in maternità, l'ex babysitter. Una madre bipolare, a cui per incredulità di Echo è negato un qualsiasi tipo di contatto con la figlia. Di cosa sono fatte, tutte le sue brutte e enormi cicatrici? A differenza di quello che credono tutti, lei non ha tentato il suicidio, non pratica autolesionismo. Quelle cicatrici nemmeno si ricorda, come sono state fatte. Non sa e ha paura di ricordare, però sa. Che l'unica soluzione è ricordare.
I due protagonisti si incontrano per dovere. Lei accetta di fare da tutor scolastico a Noah, e lui accetta di recuperare le materie per poter aggiungere anche un'ora di visita in più, a quei pochi momenti in cui può vedere i fratelli. Ma da perfetti ragazzini problematici iniziano a compensarsi e completarsi, così come a fare da spalla d'appoggio l'una all'altro.

Raccontata così è veramente dura, poter dire di non essere riusciti a commuoversi o entrare in sintonia con i personaggi e il loro dolore. Ma stranamente è andata così.
Una cosa che mi ha infastidita non poco è il fatto che nella traduzione Noah inizia a chiamare Echo con il nomignolo di... Piccoletta. Si, avete letto bene, ho scritto PICCOLETTA. E giuro, è così che c'è scritto nel libro.
Prendete una ragazza, che vi parla dei suoi problemi più gravi, che si apre a voi completamente e in tutta risposta....Su, piccoletta.
Ditemi per favore qual'è il nomignolo originale che usa Noah, vi prego.
Sicuramente i seguiti, li leggerò in lingua.

Oltre i limiti è una lettura straziante, con temi difficili che possono aver coinvolto qualcuno realmente, nella vita. Quei problemi che sono difficili da affrontare da soli, ma che possono essere vissuti e dimenticati insieme.

Voto: 3.5/5

venerdì 21 febbraio 2014

Cover Reveal: Il seguito de "Il richiamo del cuculo" di Roberth Galbraith

Buongiorno carissimi readers, oggi torno con una novità di cui sono venuta a conoscenza ieri, quasi per caso. Sto parlando di una data di pubblicazione già decisa in America per il secondo capitolo della nuova serie con protagonista il detective Cormoran Strike appartenente a Roberth Galbraith. Ora, tutti noi sappiamo ormai (soprattutto in Italia, dove il libro è stato pubblicato direttamente con a grandi lettere la scritta "dall'autrice di Harry Potter" yuhu)  che il nome maschile in questione altro non è che uno pseudonimo e nemmeno uno pseudonimo qualsiasi. Stiamo parlando di J.K.Rowling, autrice che con la sua scrittura e la serie di Harry Potter ha da sempre stregato milioni di lettori e generazioni.

Il primo libro, di quella che poi si è rivelata essere una serie, "Il richiamo del cuculo" ha acceso subito l'interesse di molti non appena è stato rivelato il vero nome dell'autrice sotto al falso nome, portando le vendite alle stelle (plausibile, stiamo parlando della zia Jo). Io il libro l'ho letto e già recensito QUI, e nonostante sia stata una lettura piacevole e soprattutto ben scritta, non mi ha appassionata più di molti altri romanzi del genere. Non potevo però rimanere indifferente al secondo volume a cui è stato dato il titolo "The Silkworm". La trama sembra molto molto intrigante, sono indecisa se lo leggerò o meno in una futura pubblicazione in italia, staremo a vedere! La cover comunque non è per niente male.


Data di pubblicazione in America: 19 Giugno 2014 
When novelist Owen Quine goes missing, his wife calls in private detective Cormoran Strike. At first, she just thinks he has gone off by himself for a few days - as he has done before - and she wants Strike to find him and bring him home. But as Strike investigates, it becomes clear that there is more to Quine's disappearance than his wife realises. The novelist has just completed a manuscript featuring poisonous pen-portraits of almost everyone he knows. If the novel were published it would ruin lives - so there are a lot of people who might want to silence him. And when Quine is found brutally murdered in bizarre circumstances, it becomes a race against time to understand the motivation of a ruthless killer, a killer unlike any he has encountered before... A compulsively readable crime novel with twists at every turn, The Silkworm is the second in the highly acclaimed series featuring Cormoran Strike and his determined young assistant Robin Ellacott.
Trama tradotta da me:

Quando lo scrittore Owen Quine scompare, sua moglie contatta in privato il detective Cormoran Strike. In un primo momento alla scomparsa del marito, la moglie pensa si sia preso una pausa dal lavoro per un paio di giorni - cosa che aveva già fatto in precedenza - e vuole che Strike lo trovi per riportarlo a casa. Ma andando avanti con le indagini, Strike capisce che c'è molto di più sotto alla scomparsa di Quine. Lo scrittore ha appena concluso la stesura di un manoscritto pieno di velenose descrizioni con protagonisti quasi tutte le persone che conosce. Se il romanzo venisse pubblicato rovinerebbe sicuramente delle vite, motivo per cui potrebbero esserci moltissime persone pronte a zittirlo una volta per tutte. Quando Quine viene trovato vittima di un brutale omicidio in circostanze bizzarre, capire il motivo dello spietato assassino diventa una corsa al tempo. Un assassino completamente diverso da quelli che abbia mai incontrato nella sua carriera...
Un romanzo poliziesco che si legge tutto d'un fiato, pieno di colpi di scena ad ogni pagina, The Silkworm è il secondo capitolo dell'acclamata serie con protagonista Cormoran Strike e la sua giovane e determinata segretaria Robin Ellacott.


Cosa ne pensate? Continuerete a leggere la serie? 

mercoledì 19 febbraio 2014

Book Haul #4 - (Parte 2)

Rubrica a cadenza casuale, con lo scopo di riportarvi una breve descrizione riguardo gli ultimi acquisti fatti durante il mese o cumulative.


Buondì carissimi lettori, oggi niente rubrica WWW wednesday, aspetto di accumulare più libri per poi fare un post riassuntivo. Quindi ne approfitto per mostrarvi la seconda parte del Book Haul già postato la scorsa settimana e che potete trovare qui.

Tra lo scuro delle altre cover prevale quella azzurra di John Green con il suo "The fault in our stars", non è bellissima? Non ho resistito, il libro era scontato su The Book Depository a 11,80 euro in copertina rigida, come lasciarselo sfuggire? Il libro l'ho già letto e recensito, ma siccome possiedo la copia in ebook, ho deciso di approfittarne per fare la rilettura in inglese, cosa che sinceramente mi ero ripromessa di fare già subito dopo aver finito la prima lettura del libro.
Per quanto riguarda la serie di Suzanne Collins, vi ricordate l'iniziativa sotto l'albero di natale? Ecco, la carinissima Roby ha deciso di regalarmi il primo volume, che è stata una sorpresa graditissima. Così ho approfittato degli sconti Mondadori attualmente in corso sulle saghe per completare la trilogia! Il primo l'ho già finito e stranamente sono combattuta se mi sia piaciuto più il libro o il film, strano ma vero, forse penso di essere stata colpita più dal film. 
Passion e Rapture sono i capitoli conclusivi della saga Fallen di Lauren Kate, li ho trovati scontati a 5,90 e siccome avevo già i primi due volumi bhé, come farseli sfuggire? Seppur purtroppo Fallen non mi sia piaciuto per niente prima o poi troverò il coraggio per leggere i seguiti!



Titolo: The Fault in our stars
Autore: John Green
Editore: Dutton Juvenile
Pagine: 318
Prezzo: 15,70
Data pubblicazione: 10/01/2012

Trama:
Hazel ha sedici anni, ma ha già alle spalle un vero miracolo: grazie a un farmaco sperimentale, la malattia che anni prima le hanno diagnosticato è ora in regressione. Ha però anche imparato che i miracoli si pagano: mentre lei rimbalzava tra corse in ospedale e lunghe degenze, il mondo correva veloce, lasciandola indietro, sola e fuori sincrono rispetto alle sue coetanee, con una vita in frantumi in cui i pezzi non si incastrano più. Un giorno però il destino le fa incontrare Augustus, affascinante compagno di sventure che la travolge con la sua fame di vita, di passioni, di risate, e le dimostra che il mondo non si è fermato, insieme possono riacciuffarlo. Ma come un peccato originale, come una colpa scritta nelle stelle avverse sotto cui Hazel e Augustus sono nati, il tempo che hanno a disposizione è un miracolo, e in quanto tale andrà pagato.

martedì 18 febbraio 2014

Teaser Tuesday #20 - Oltre i limiti

Buongiorno ragassuoli! Le settimane passano così in fretta, in questi giorni il cielo ha iniziato a degnarci di uno spiraglio di sole. Le mie letture stanno andando a rilento, è stata una settimana molto impegnativa in quanto a lavoro, ma non potevo saltare l'appuntamento con il Teaser Tuesday! Rubrica ideata dal blog Should be reading con lo scopo di riportare un teaser del libro attualmente in lettura. Questa settimana tocca a "Oltre i limiti" di Katie McGarry, libro che ho in lettura da parecchi giorni ma che non ho ancora avuto il tempo di finire. Non so come mai, ma mi sta prendendo meno di quanto mi aspettassi, sarà forse dovuto alla traduzione? Confido comunque nei pareri stra positivi riguardo al libro, staremo a vedere!

  1. Prendi il libro che stai leggendo
  2. Apri ad una pagina a caso
  3. Condividi qualche riga di testo della pagina
  4. Attenzione a non fare spoiler!
  5. Riporta il titolo e l'autore del libro


<<Mi dispiace.>> Avevo detto quelle parole più a lei quel giorno che al resto del mondo negli ultimi due anni. <<Per tuo fratello.>>
<<Grazie>> mormorò lei con tono spento.
<<Non andrà meglio>> le dissi. <<Il dolore. Le ferite si cicatrizzeranno e non sarà sempre come se un coltello ti stesse squarciando dentro. Ma quando meno te lo aspetti, il dolore ricomparirà per ricordarti che non sarai mai più la stessa.>>
Perché le stessi dicendo una cosa del genere, non ne avevo idea. Forse perché era la prima persona che avevo incontrato dalla morte dei miei genitori che poteva davvero capire. Guardai la luce al neon che pulsava dal soffitto. Accesa. Spenta. Accesa. Spenta. Avrei tanto voluto trovare un interruttore per spegnere il dolore.
Una carezza delicata mi riportò sulla Terra. O forse mi spedì dritto in paradiso. In ogni caso, mi strappò dall'inferno. Echo mi stava sfiorando il dorso della mano con i polpastrelli. <<Chi hai perso?>>
<<I miei genitori.>> Nessuna espressione di pietà le comparve sul viso, solo tanta comprensione. <<Pensi che la signora Collins abbia messo di proposito insieme le due persone più depresse della scuola?>> Le sorrisi, per evitare che la verità facesse a pezzi quel che restava del mio cuore.

Cosa ne pensate di questo teaser? Io sono rimasta piacevolmente colpita da questo spezzone. Avete già letto il libro? Let me know!

sabato 15 febbraio 2014

Recensione - Onyx di Jennifer L.Armentrout

Quale può essere il peggior incubo di una blogger che passa più di un'ora a scrivere una recensione? Che tutto il suo lavoro venga sprecato, eliminato. Avevo già la recensione di Onyx pronta per essere pubblicata quando improvvisamente all'inserimento di un'immagine...puff. Bianco totale. Torno indietro sperando di rimediare al danno dimenticandomi che Blogger salva anche ogni minuscolo aggiornamento in automatico. Quindi eccomi, disperata a riscrivere la recensione che so', come ogni cosa che viene rifatta, non verrà bene come la precedente. Ma che volete farci, sono cose che succedono, e questa volta per la troppa efficienza di Blogger a salvare anche aggiornamenti futili. Uff.

Tornando a noi, disperazione a parte, è finalmente giunta l'ora per la recensione di Onyx, sembra passata un'eternità da quando ho letto, recensito e amato follemente Obsidian. Ma in fondo, non abbiamo dovuto aspettare poi molto (o sì?) perché nel frattempo la Giunti ci ha deliziati con l'uscita del prequel "Shadows", che racconta le vicende di Dawson e Berthany, ma che io purtroppo non sono riuscita ad apprezzare.
Onyx è stata una lettura carica di suspense e colpi di scena, nonostante il mio preferito, a differenza di molti, rimanga comunque Obsidian. Cosa ci dobbiamo aspettare da Opal, terzo e attesissimo libro della serie?



Titolo: Onyx (Lux #2)
Autore: Jennifer L.Armentrout
Editore: Giunti
Pagine: 368
Prezzo: 12,00
Data pubblicazione: 29/01/2014

Trama:Avere un legame con Daemon Black è proprio un bel guaio... Daemon è determinato a dimostrare che ciò che prova per me è qualcosa di più della nostra bizzarra connessione aliena. Lo so, dovrei proprio rinunciare a lui, però negli ultimi giorni è così... passionale! Ma abbiamo problemi più gravi. Molto più gravi. In città si aggira qualcosa di minaccioso: il Dipartimento della Difesa è qui. Se dovesse scoprire i poteri di Daemon e la nostra relazione, non avrei scampo. E nemmeno lui. In più a scuola c'è un ragazzo nuovo che nasconde un segreto. Lui sa cosa mi è successo e può aiutarmi, ma dovrei mentire a Daemon e stare lontano da lui. Come se fosse possibile. Contro ogni buon senso, mi sto innamorando di Daemon. Perdutamente. Poi, all'improvviso, cambia tutto. Ho visto qualcuno che non dovrebbe essere vivo. E devo dirlo a Daemon, anche se so che non smetterà mai di cercare la verità. Che cosa è successo a suo fratello? Chi lo ha tradito? E che cosa vuole il Dipartimento della Difesa da loro e, soprattutto, da me? Nessuno è ciò che sembra. E non tutti sopravviveranno alle bugie.
Kathy non è più la stessa da quando è stata guarita da quell'alieno di Daemon. Oltre alla traccia (che sono soliti lasciare i Luxen sugli umani quando usano i loro poteri) adesso il loro legame sembra essere più forte che mai, tanto da sentirsi uno strano formicolio alla testa e sul collo quando l'altro è nelle vicinanze.
Daemon è determinato a proteggere la sua Kitty, soprattutto ora che in città è comparso il nuovo arrivato di nome Blake, surfista abbronzatissimo e dal bell'aspetto, ma soprattutto..normale. Blake si interessa sin da subito a Kathy, dopo tutte le vicende che si sono susseguite lei ha bisogno di tornare un po' alla normalità e lui sembra la perfetta via di fuga. Tutto precipita quando un giorno Kathy scorge una figura salire in quelle familiari macchine nere del Dipartimento della difesa. Com'è possibile? Sarà stata solo una svista o.. sono ancora vivi? Ma soprattutto... C'è da fidarsi delle persone che hanno accanto?

Ricordo benissimo quanto mi piacque la stuzzicante coppia formata da Daemon e Kathy in Obsidian. Con quegli infiniti battibecchi e botta e risposta, senza mai lasciarla vinta all'altro. Il tutto in Onyx perde leggermente, determinato dal fatto che ora i due protagonisti hanno un legame inspiegabilmente forte. Daemon fa trasparire una parte totalmente nuova di sé, un lato più dolce e sensibile, fattore che manda in confusione Kathy, facendole venire continui dubbi sull'onestà dei sentimenti di Daemon. Che, questo suo improvviso interessamento, sia dovuto solo al fatto che lui guarendola l'abbia legata completamente a lui? Poi c'è il terzo incomodo, il nuovo compagno di classe Blake, figura che insospettisce sin da subito Daemon. Che sia solo gelosia? Un personaggio nuovo, che cattura sin da subito il lettore per quel triangolo amoroso quasi inesistente, per poi infastidire più in là nella storia. Ma questo lo lascio scoprire a voi.
Onyx è un sequel degno del suo nome. Difficile continuare a catturare l'attenzione del lettore così come è riuscita a fare l'Armentrout. 
Credetemi se vi dico che l'unica nota dolente è stata il quasi iniziare a prendere in antipatia la protagonista che ho tanto amato, Kathy. Continui e ripetitivi dubbi, insicurezze. Continue domande a cui ha in realtà già una risposta, azioni ingiustificate e volte soprattutto a fare del male. Ragionamenti senza capo né piedi. Insomma, si, Daemon è totalmente cambiato e qualche dubbio ci sta, ma perde di valore quando il tutto diventa troppo ripetitivo. In cambio la sua figura da blogger e divoratrice di libri durante il tempo libero è stata approfondita, seppur incastonata qua e là in maniera quasi forzata. Ci sono stati momenti in cui mi sono chiesta, con un alieno così sexy che ti ruota intorno, un nuovo "ragazzo-amico" con cui uscire, Arum in agguato, strani oggetti volanti causati forse da un tuo mutamento...dove lo trovi il tempo per leggere e recensire libri? 
Incredibile è stato invece il cambiamento della personalità di Daemon, mai mi sarei aspettata di scoprire questo suo nuovo lato, ma Daemon rimane sempre Daemon. Nel prequel Shadows abbiamo approfondito i motivi che lo hanno portato a comportarsi in maniera così...massì diciamolo, in maniera così perfettamente stronza in Obsidian. In Onyx è più attento, seppur sempre iperprotettivo, a dimostrare i suoi sentimenti così come le sue vere intenzioni. E chi se lo sarebbe mai aspettato dopo i comportamenti che ha avuto con il fratello gemello Dawson per essersi innamorato di un'umana? Ma infondo, contro l'amore si può fare ben poco.

In questo attesissimo seguito appaiono nuovi personaggi, misteriosi e ancora tutti da scoprire. Troviamo suspense e azione misti ad una verità ancora perfettamente nascosta. Cosa succederà ai nostri protagonisti nel sequel Opal? Cosa sta succedendo a Kathy, ora che la sua mente sembra poter controllare le cose come i Luxen? Possibile che non ci sia da fidarsi nemmeno...dei Luxen?

Voto: 4/5

venerdì 14 febbraio 2014

TAG: Chocolate Book - San Valentino's Time!

L'altro giorno girovagavo per Youtube, come mio solito, quando mi imbatto in questo carinissimo Book Tag che è alquanto adatto per la festività di oggi. Ovvero la tanto amata quanto odiata giornata di San Valentino. Nel Tag di oggi, come da titolo, sono protagonisti i diversi gusti di cioccolatini...uhm....pronti ad ingrassare insieme?
Il video originale del Tag è questo. Siete ovviamente tutti taggati!;) 


Le domande sono state tradotte dalla sottoscritta, io ho deciso di rispondere pensando a libri con tema l'amore, proprio visto il periodo. In caso facciate questo tag, lasciatemi anche il link così che possa venire a curiosare!



Cioccolato Fondente - Un libro che tratta di un argomento difficile (abuso, violenza domestica, solitudine, bullissmo, morte, etc)
In realtà di recente ne ho letti molti di libri che trattano di un argomento difficile, tanto da essermi chiesta se gli autori di questi tempi... non stiano abusando un po' troppo di questo tema "sicuro". Pochi, però, lo sanno trattare in maniera delicata e allo stesso tempo credibile, e Colleen Hoover è tra questi. "Le coincidenze dell'amore" letto e divorato nell'arco di una giornata, tratta di argomenti quali l'abuso, il rapimento ma anche e soprattutto amore.


Cioccolato Bianco - La tua lettura umoristica/spensierata preferita
Incredibile ma vero, a questa domanda mi è venuto subito in mente il nome di John Green, con il suo fantastico "Colpa delle stelle". Come si fa ad attribuire un senso spensierato e umoristico ad un libro che tratta di un argomento così toccante quale la malattia terminale? Beh, John Green ne è in grado.

Cioccolato al latte - Un libro sponsorizzato moltissimo, che non vedi l'ora di leggere

Fangirl di Rainbow Rowell. Non so se qualcuno sia stato immune dal sentir parlare di questo libro (che comunque è inedito in Italia) ma lo vedo o-v-u-n-q-u-e. E vista comunque la mia recente lettura del libro "Eleanor&Park" sempre della stessa autrice, non vedo l'ora di leggere anche questo!


giovedì 13 febbraio 2014

Book Shout Out #8 - Emmanuel

Buon giorno carissimi! Torno oggi con una nuova presentazione libresca, sempre di un autore esordiente italiano alla sua prima autopubblicazione. Il romanzo in questione è intitolato "Emmanuel" di Francesco D. Bianco e tratta di fantascienza. Devo essere sincera, di libri sulla fantascienza ne ho letti ben pochi, spesso del genere tendo più a guardare film al cinema (rimedierò). La trama mi incuriosisce moltissimo, così come le domande che vengono poste: "Pensi di essere al sicuro? Pensi di sopravviere? Nulla è ormai certo..."
No. In realtà non siamo al sicuro. Così come nel mondo futuristico creato da Francesco, dove improvvisamente appaiono queste "sfere di luce" in cielo. Il titolo e la trama fanno trasparire poco, mi incuriosisce scoprire la scelta del titolo "Emmanuel", cosa significa? C'è solo da scoprirlo!



Titolo: Emmanuel
Autore: Francesco D. Bianco
Pagine: 148
Prezzo: 11,00 (Ebook 2,99)
Dove acquistarlo: Ilmiolibro (ordinabile anche presso libreria Feltrinelli)
Data pubblicazione: 18/07/2013
Link: Blog Facebook | Twitter | Sito internet

Trama: E se la realtà della vita, crollasse improvvisamente davanti ai nostri occhi? Pensi di essere al sicuro? Pensi di sopravvivere? Nulla è ormai certo...
Una ragazza albina, un Dio capace di distruggere un pianeta con i suoi abitanti, un vagabondo che insegue un simbolo misterioso. Questi sono alcuni degli elementi, che rendono Emmanuel un romanzo avvincente e pieno di sorprese.
E' una calda e afosa mattina di agosto, e un evento straordinario sconvolge la cittadina di Salisbury. "Flottillas," è così che vengono chiamate le strane sfere di luce che, apparse improvvisamente nel cielo, formano un singolare emblema.
Il sorprendente fenomeno cattura l'attenzione di Jeffrey White, quarantenne senzatetto con un passato da scienziato. In lui, scatta un'irrefrenabile voglia di sapere e di scoprire la verità su quel misterioso simbolo.
Un amore, un'amicizia, un'avvincente storia che si snoda fra le città che compongono il triangolo della magia e le maestose metropoli di un mondo a noi sconosciuto, al limite della fantasia.
Tutto è scritto, tutto è pronto: il viaggio è appena iniziato...
Conosciamo l'autore:

Bianco Francesco nasce a Ivrea il 09 ottobre 1985. Già da piccolo dimostra una notevole passione per le attività artistiche, infatti, all'età di 5 anni inizia il suo lungo percorso nel mondo della musica imparando a suonare la tromba. Contemporaneamente all'attività lavorativa come idraulico intrapresa all'età di 14 anni, continua a coltivare la passione per la musica suonando in svariati gruppi della zona canavesana.
All'età di 27 anni decide di intraprendere il cammino da scrittore. Inizia così la stesura del suo primo romanzo "Emmanuel".


mercoledì 12 febbraio 2014

WWW Wednesday #7

Con queste giornate di pioggia continua non c'è di meglio che prendere un buon libro e mettersi al calduccio a leggere, peccato che il tempo non basti mai.
E' passato quasi un mese dall'ultimo WWW Wednesday, quindi cerco di rimediare. Rubrica ideata dal blog Should be reading con lo scopo di riportare le letture fatte e quelle che abbiamo intenzione di fare, ready?

WWW Wednesday è una rubrica del mercoledì ideata dal blog Should be Reading con l'intento di riportarvi le nostre letture concluse, in corso e future.

  • What are you currently reading? Che cosa stai leggendo?
  • What did you recently finish reading? Cosa hai appena finito di leggere?
  • What do you think you’ll read next? Cosa pensi leggerai in seguito?
Che cosa stai leggendo?

Mi è finalmente arrivato "Le coincidenze dell'amore" di Colleen Hoover. L'ho iniziato ieri e ragazzi, sto per finirlo. Mi sta tenendo incollata alle pagine. Come si può non amarlo?

Cosa hai appena finito di leggere?


Diciamo che mi è andata molto bene come letture il mese scorso, sono state tutte letture piacevoli e dalle 4 stelle in su! Ho letto e recensito Eleanor&Park di Rainbow Rowell, Cercando Alaska di John Green (Ah! John Green, l'amour), La corsa delle onde di Maggie Stiefvater e Onyx di Jennfier L.Armentrout.

Cosa pensi leggerai in seguito?


Oltre i limiti di Katie McGarry, arrivato da poco a far parte della mia libreria, ne ho sentito parlare talmente tanto bene che ho deciso di dargli la priorità assoluta! Speriamo bene!

Quali sono state le vostre letture e quelle in corso?


martedì 11 febbraio 2014

Teaser Tuesady #19 - Onyx

Nuova settimana, nuovo teaser! Rubrica ideata dal blog Should be reading, con lo scopo di riportare uno spezzone del libro che stiamo leggendo. Il libro di questa settimana è Onyx, l'attesissimo sequel di Obsidian, appartenenti alla serie Lux di Jennifer L.Armentrout. Ad essere sincera il libro l'ho finito di leggere ieri, ma non potevo non dedicargli il teaser della settimana!

  1. Prendi il libro che stai leggendo
  2. Apri ad una pagina a caso
  3. Condividi qualche riga di testo della pagina
  4. Attenzione a non fare spoiler!
  5. Riporta il titolo e l'autore del libro


Tirai su la manica della camicia. Le chiazze rosse c'erano ancora. Che avessero a che fare con l'episodio dell'armadietto, del bicchiere di tè, con il legame che avevo con Daemon?
Tornai a guardare fuori dalla finestra, lasciando scivolare lo sguardo fino a terra. Non vidi nessuno. Sentii un desiderio accendersi nel mio petto. Tirai di più la tenda e appoggiai la fronte al vetro freddo. Non avrei saputo dire come facevo a saperlo. Ma ero sicura che da qualche parte, nascosto nell'ombra, ci fosse Daemon.
E ogni singola parte di me voleva, sentiva il bisogno di andare da lui. Provavo una sorta di dolore fisico. Era lo stesso tipo di sofferenza che avevo visto poche ore fa nei suoi occhi... un desiderio più forte di me, più forte di lui.
Soffocare quel desiderio fu una delle cose più difficili che avessi mai fatto, ma richiusi la tenda e tornai sul letto.
Cosa ne pensate? L'avete già letto? Fatemi sapere!

domenica 9 febbraio 2014

Book Haul #4 - (Parte 1)

Rubrica a cadenza casuale, con lo scopo di riportarvi una breve descrizione riguardo gli ultimi acquisti fatti durante il mese o cumulative.


Sono andata a controllare di quando fosse l'ultimo post riguardante un Book Haul, e con mia sorpresa mi sono accorta che è stato durante il mese di Dicembre. Ora, qualcuno penserà, che brava ragazza, non hai acquistato libri per ben 2 mesi! Wrong. Niente di più sbagliato. Ho continuato ad acquistare e accumulare libri (ahimè) ma spesso o i libri erano ancora in consegna o in ritardo, e a forza di rimandare.. mi sono ritrovata con molti libri da mostrare. Quindi, nel frattempo che aspetto altri libri, vi mostro la parte uno. Alcuni sono già stati letti, altri aspettano ancora il loro turno. Ma che volete farci, è così che funziona.


Titolo: Oltre i limiti (Pushing the limits  #1)
Autore: Katie McGarry
Editore: Deagostini
Pagine: 432
Prezzo: 14,90
Trama: Nessuno sa cosa sia successo a Echo Emerson, la ragazza più popolare della scuola, la notte in cui le sue braccia si sono ricoperte di cicatrici. Nemmeno lei ricorda niente, e tutto ciò che vuole è ritornare alla normalità, ignorando i pettegolezzi e le occhiate sospettose dei suoi ex-amici. Ma quando Noah Hutchins, il "bad boy" del quartiere irrompe nella sua vita con la sua giacca di pelle, i suoi modi da duro e la sua inspiegabile comprensione, il mondo di Echo cambia. All'apparenza i due non hanno nulla in comune, e i segreti che custodiscono rendono complicato il loro rapporto. Eppure, a dispetto di tutto, non riescono a fare a meno l'uno dell'altra. Dove li porterà l'attrazione che li consuma e cos'è disposta a rischiare Echo per l'unico ragazzo che potrebbe insegnarle di nuovo ad amare? Età di lettura: da 13 anni.



Titolo: The Returned
Autore: Jason Mott
Editore: Harlequin Mondadori
Pagine: 336
Prezzo: 16,90
Trama: Per Harold e Lucilie Hargrave la vita è stata felice e amara allo stesso tempo, da quando hanno perso il figlio Jacob il giorno del suo ottavo compleanno, nel 1966. In tutti questi anni, si sono adattati a una vita tranquilla, senza di lui, lasciando che il tempo alleviasse il dolore... Finché un giorno Jacob, il loro dolce, prezioso bambino, misteriosamente, ricompare alla loro porta, in carne e ossa. E ha ancora otto anni. Qualcosa di strano sta succedendo... i morti stanno tornando dall'aldilà. Mentre il caos rischia di travolgere il mondo intero, la famiglia Hargrave di nuovo riunita si ritrova al centro di una comunità sull'orlo del collasso, costretta a fare i conti con una realtà nuova quanto misteriosa e con un conflitto che minaccia di sovvertire il significato stesso di genere umano.

martedì 4 febbraio 2014

Teaser Tuesday #18 - La corsa delle onde

Buongiorno carissimi! Nuovo appuntamento con il Teaser tuesday, rubrica inventata dal blog Should be reading con cadenza settimanale! Il teaser di oggi è tratto da un libro che ho iniziato a leggere solo ieri, si tratta di "La corsa delle onde" di Maggie Stiefvater (autrice della saga dei lupi di Mercy Falls, e di recente pubblicazione The Raven Boys), libro auto-conclusivo che volevo leggere da tempo e che mi è stato caldamente consigliato. Ho approfittato del fatto che fosse un titolo appartenente ad una Reading Challenge, così mi sono finalmente decisa ad iniziarlo ;)
  1. Prendi il libro che stai leggendo
  2. Apri ad una pagina a caso
  3. Condividi qualche riga di testo della pagina
  4. Attenzione a non fare spoiler!
  5. Riporta il titolo e l'autore del libro


Non avrei mai pensato che sarebbe stato orribile.
C’è tutta l’isola accalcata sulla spiaggia, o almeno questa è l’impressione. Finn mi ha convinta a prendere la Morris, che ovviamente si è rotta, così siamo arrivati dopo tutti gli altri. Davanti a noi ci sono due mari: un lontano oceano blu cobalto e una massa brulicante di cavalli e uomini. E sono tutti uomini, non c’è una sola donna fra di loro, a meno che non si voglia contare Tommy Falk con le sue graziose labbra da femmina. Gli uomini fanno mille volte più chiasso dell’oceano. Non riesco a capire come riescano ad allenarsi, a muoversi o a respirare. Non fanno altro che gridare ai cavalli e fra di loro. È come un enorme litigio, ma non so dire chi è arrabbiato con chi.
Finn e io esitiamo in cima al lungo sentiero che scende verso la spiaggia. Il terreno sotto i nostri piedi è pieno di buche e zolle sollevate dai cavalli che sono già stati portati giù. Finn osserva accigliato la confusione di persone e animali, mentre il mio sguardo è catturato da un cavallo che galoppa ai margini più distanti della marea che si sta ritirando. Ha il mantello di un rosso acceso, pare sangue vivo, con una piccola figura scura accovacciata sul dorso. A tempo gli zoccoli del cavallo colpiscono la battigia, sollevando alti spruzzi.
La vista di quel cavallo al galoppo, i muscoli tesi allo spasimo, una velocità da togliere il fiato, è così bella che mi vengono le lacrime agli occhi.
«Quella pare due cavalli messi insieme» dice Finn.

Cosa ne pensate? Qualcuno di voi l'ha già letto? Fatemi sapere!

domenica 2 febbraio 2014

Recensione - Eleanor&Park di Rainbow Rowell

Non ho resistito al richiamo di questa cover originale di Eleanor&Park, motivo per cui ho acquistato e letto il romanzo in lingua originale. Okay, per una volta forse la cover italiana con titolo "Per una volta nella vita" non mi dispiaceva, ma il prezzo si. La mia auto-politica è quella di non spendere più di 11 euro per un libro brossurato, perché dovrei? Quando posso avere questa bellissima cover in copertina rigida? Tralasciando sproloqui a parte, non sapevo se scrivere o meno una recensione per questo libro, perché effettivamente non c'è molto da dire, che non rischi di banalizzarlo.


Titolo: Eleanor&Park (Per una volta nella vita)
Autore: Rainbow Rowell
Editore: St.Martin's Griffin
Pagine: 320
Prezzo: 13,90
Data pubblicazione: 26/02/2013

Trama:Eleanor è appena arrivata in città. La chioma riccia rosso fuoco e l'abbigliamento improbabile, ha lo sguardo basso di chi, in pasto al mondo, fa fatica a sopravvivere. Park ha tratti orientali che ha preso dalla madre coreana e veste sempre di nero. La musica è il suo rifugio per tenersi fuori dai guai. La loro storia inizia una mattina, sul bus che li porta a scuola. Park è immerso nella lettura dei suoi fumetti e perso tra le note degli Smiths, Eleanor si siede accanto a lui. Nessun altro le ha fatto posto, perché è nuova e parecchio strana. Il loro amore nasce dai silenzi, dagli sguardi lanciati appena l'altro è distratto. E li coglie alla sprovvista, perché nessuno dei due è abituato a essere il centro della vita di qualcuno. Tra insicurezze e paure, Eleanor e Park si scambiano il regalo più grande: amare quello che l'altro odia di sé, perché è esattamente ciò che lo rende speciale. Sarà la loro forza, perché anche se Eleanor non sopporta quegli sfigati di Romeo e Giulietta, anche il loro legame deve fare i conti con un bel po' di ostacoli, primo fra tutti la famiglia di lei, dove il patrigno tiranneggia incontrastato. Riusciranno, per una volta nella vita, ad avere ciò che desiderano?
Eleanor è un'outsider, e nemmeno la genetica sembra aiutarla. Dal fisico grassoccio e robusto con una cresta rossa che si nota già a grande distanza, vestiti grandi e inadatti, spesso maschili. Vittima di divorzio di due genitori che si sono rifatti una vita, il padre che non chiama mai, se non nel momento del bisogno, e un patrigno violento da cui è necessario tenersi alla larga, tanto da dover fare piano e rendersi invisibili perfino in casa propria.
Park è un ragazzo silenzioso, mix tra una madre coreana e un padre americano, con quegli occhi verdi
comunque chiusi a due fessure. Nonostante l'anno in cui è ambientata la storia, il 1986, lui non è vittima di bullismo. Perché nel quartiere si conoscono tutti, perché se sei stato da sempre il vicino di quei due bulli, e tutti i vostri genitori o i vicini si conoscono, sei salvo dalle loro grinfie.
Eleanor&Park si incontrano per la prima volta sull'autobus che li porta tutti i giorni a scuola. Eleanor si è appena trasferita in città e una volta salita su quel bus sa già che tutti hanno già i loro posti assegnati. C'è chi vuole stare da solo e chi ha già il suo compagno. E i bulli, che come sempre occupano i posti in fondo. Ma non può stare in piedi, e l'unico a farle posto con aria scocciata è Park.
Tra parole non dette e scambio di gesti, la loro storia inizia a sbocciare nella più tenera e semplice magia che si possa creare tra due adolescenti.

La narrazione è redatta in terza persona tra un passaparola tra entrambi i personaggi. Troviamo i pensieri di Eleanor e subito dopo quelli di Park. Delle volte anche fatti solo di qualche riga, senza più senza meno. Giusto quanto basta per farti capire lo stato d'animo, o il succo del loro pensiero. Rainbow Rowell ha una scrittura esperta e coinvolgente, tanto da richiamare il desiderio nel lettore di leggere tutte le sue opere (impresa, per fortuna, ancora fattibile).
Rispetto ai soliti Young Adult non aspettatevi di trovare personaggi perfetti, belli e immacolati. Perché né Eleanor, né tanto meno Park hanno un briciolo di perfezione. Park è immerso nel suo mondo, quello dei fumetti e della musica. Eleanor è costantemente assillata dai dubbi sulla sua "ciccia", senza però far trasparire troppo quel senso di rifiuto e desiderio a cambiare. Nemmeno quando la madre di Park, presentatrice Avon, si offre di farle un make over completo. Lei si vede strana, con i capelli pettinati e il trucco fatto. Non si sente adatta a quel look. Non è suo. E la tenerezza sta in questo, accettarsi perché qualcuno ti trova meravigliosa così come sei, con i tuoi difetti che per altri potrebbero essere pregi. Con quel modo di differenziarsi. Come dice Park, eppure sembra lo faccia apposta, di voler apparire. Perché sennò, qual'è il senso di quei vestiti? I capelli a parte, frutto d'eredità. Ma quei vestiti? Ma dietro alle tutte le cose c'è sempre una spiegazione..

Eleanor&Park è n fantastico romanzo pieno d'amore e sentimenti, paure, accettazione, differenze. Un libro che ricorda il primo amore, i primi passi verso le farfalle nello stomaco, conoscere e conoscersi sempre di più attraverso i gesti, quei gesti che a volte valgono più di mille parole.

Voto: 5/5
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...