mercoledì 29 gennaio 2014

"Le Bussole" Guanda, nuova collana tascabile "sfida all'ebook"

Ieri pomeriggio passeggiavo in libreria (tranquilli, non ho comprato nulla, ma ieri ho preordinato Onyx e messo nel carrello anche "Oltre i limiti" di Katie Mcgarry, si. E' il motivo che mi ha spinta a non cadere in tentazione) quando mi imbatto in questi tenerissimi tascabili marcati "Guanda". Li ho presi guardati, rigirati in mano pensando tra mé e mé, ma tu guarda che carini, come ho fatto a non venirne a conoscenza prima?
Spulciando in rete poi ho trovato le info necessarie, altro non sono che una nuova collana (a detta lroo "economica") con titoli classici o comunque significativi e degni di nota o lettura, ma anche una sorta di "sfida aperta all'ebook".
C'è da dire che tascabili lo sono, hanno le dimensioni di un comune smartphone, ma i prezzi... partono dagli 8 a salire, con una media di 10 euro l'uno. Per titoli come "Alta fedeltà" di Nick Hornby o "Ogni cosa è illuminata" di Foer e fatti veramente bene, dalle copertine piacevoli e una scrittura leggibile rispetto alle dimensioni, soprattutto in copertina rigida, utili da infilare perfino in tasca senza paura di sgualcirne gli angoli. Ma.. tornando ai prezzi, voi spendereste 10 euro per un tascabile di tale ridotte dimensioni.. quando lo stesso titolo brossurato costa solo qualche euro in più ma soprattutto, vista la sfida, costa comunque molto più che un ebook?

       

martedì 28 gennaio 2014

Teaser Tuesday#17 - Eleanor&Park

Come ogni settimana nuovo appuntamento con la rubrica Teaser Tuesday ideata dal blog Should be reading! Il teaser di oggi è tratto dal famoso romanzo "Eleanor&Park" di Rainbow Rowell, uscito anche in italia col titolo "Per una volta nella vita". A me la cover italiana non faceva impazzire, così ho optato per quella originale in lingua, che adoro, così come la lettura che si sta rivelando molto piacevole!
  1. Prendi il libro che stai leggendo
  2. Apri ad una pagina a caso
  3. Condividi qualche riga di testo della pagina
  4. Attenzione a non fare spoiler!
  5. Riporta il titolo e l'autore del libro




Gesù. Era possibile violentare la mano di qualcuno? Eleanor non guardò Park durante la lezione di inglese e storia. Dopo scuola lui andò al suo armadietto, ma lei non c'era. Quando salì sull'autobus, lei era già seduta nella loro fila, ma seduta al suo posto, contro il muro. Lui era troppo imbarazzato per dire qualcosa. Si sedette accanto a lei lasciando le sue mani sospese tra le ginocchia.... Il che voleva dire che lei avrebbe dovuto raggiungere i suoi polsi, per tirare le sue mani nelle sue. Lei avvolse le sue dita intorno alle sue toccando il suo palmo con il pollice.
Le sue mani tremavano.
Park si spostò sul suo posto volgendo la schiena al corridoio.
"Okay?" mormorò lei.
Lui annuì, prendendo un lungo respiro. Entrambi fissavano le loro mani.
Gesù.

lunedì 27 gennaio 2014

Recensione - Con te sarà diverso di Jessica Sorensen

Buon pomeriggio carissimi! Qualche parola per ricordare oggi, 27 gennaio, la giornata della memoria. Una giornata che ognuno ricorda a modo suo, ma che accomuna la storia dell'umanità per quel passato brusco e triste. Il giorno in cui finalmente sono stati aperti quei maledetti cancelli, lasciandosi alle spalle orrore e portando la libertà ai superstiti. Escono oggi i due libri che vi avevo presentato qui dedicati proprio a questa giornata, da due autrici sorelle esordienti.

La recensione di oggi non ha niente a che fare con la giornata della memoria, ma tratta di abusi e violenza domestica e dell'amore, che riesce a cancellare le ferite.



Titolo: Con te sarà diverso (La trilogia delle coincidenze #1)
Autore: Jessica Sorensen
Editore: Newton Compton
Pagine: 309
Prezzo: 9,90
Data pubblicazione: 16/01/2014

Trama:
Callie è un'adolescente che non ha mai avuto fiducia nel destino. Dal giorno in cui ha perso per sempre la sua innocenza ha preferito rendersi invisibile e chiudersi in se stessa, per sfuggire a un doloroso passato e non permettere a nessuno di farle di nuovo del male. Kayden, invece, si è rassegnato alla sua sorte: soffrire in silenzio è l'unico modo che conosce per sopravvivere alla violenza di suo padre e ai colpevoli silenzi di sua madre. Ma proprio quando si è ormai arreso al dolore e all'abbandono, un angelo di nome Collie accorre a salvarlo. Forse non è solo una coincidenza, forse è proprio il destino, quello stesso destino da cui entrambi si sentono schiacciati, a farli incontrare e a offrire loro un'opportunità di riscatto, qualunque sia il prezzo.
Jessica Sorensen è conosciuta per la trilogia "The Secret" che in italia ha già visto pubblicati i primi due volumi "Non lasciarmi andare" e "Tienimi con te". Li lessi già all'uscita per la forte curiosità, essendo una serie molto conosciuta in america (vedi altissima valutazione su Goodreads!) ma ahimè nonostante siano state delle letture piacevoli non mi hanno entusiasmata particolarmente. Tutto questo per dire che ero molto, molto scettica su questa nuova serie delle "coincidenze". Fatto sta che complice i prezzi Newton sempre così economici e nuovamente trattasi di una serie chiacchieratissima, la curiosità ha fatto in modo che durante una mia "passeggiata" in libreria il libro sia finito (forse inconsapevolmente?) nelle mie mani.
La storia in sé non ha molto di nuovo, entrambi i protagonisti sono stereotipati e contornati con i soliti problemi. Ma se da un lato solitamente abbiamo un solo protagonista problematico, dall'altro qui troviamo un mix forse nuovo, entrambi hanno presente e passato oscuri. Lei un passato di abusi e lui un padre violento.
Callie e Kayden si ritrovano, nonostante si siano passati accanto più volte senza soffermarsi a conoscersi. Perché Callie dopo quel terribile dodicesimo compleanno ha fatto il possibile per rendersi invisibile, indesiderabile. Capelli tagliati con forbici in mano e maglioni over size per nascondere il suo corpo minuto, o semplicemente corpo, corpo femminile.
Lui d'altro canto è un ragazzo popolare. Quaterback della sua squadra di football con una ragazza desiderabile, la classica stronzetta che viene associata ai tipi come lui. Con un passato e un presente di violenza a cui non può porre rimedio, se non privandosi della sua stessa felicità o di vivere veramente la sua vita a pieni sentimenti.
Il loro incontro, o rincontro è proprio una "coincidenza", così come l'iniziare finalmente a conoscersi e ad aprirsi l'un l'altro per condividere insieme i più oscuri segreti e dolori.

La storia è in completo stile Sorensen, nuovamente narrata da entrambi i punti di vista. Punto favorevole per comprendere pienamente i problemi e pensieri di entrambi i nostri personaggi. Tormentati e in fuga cercano speranza lontano da casa, rifugiandosi finalmente al college. Callie nonostante le difficoltà trova un nuovo amico, con cui si trova sin da subito in sintonia. L'amico "gay" l'unico maschio che faccia mai avvicinare e che conosce il suo segreto. Kayden non si ricorda di Callie, non si ricorda che la sua ragazza a scuola la prendeva in giro, non si ricorda che suo padre era il suo allenatore di football. Non si ricorda che l'ha vista e rivista ovunque. Non finché un giorno Callie lo salva, lo salva dai colpi violenti del padre, lo salva e ferma l'inevitabile, quando nessun'altro l'aveva mai fatto.
Sicuramente mi è piaciuto più questo libro degli altri due della serie "The Secret", ma sono stata molto combattuta sulla valutazione finale. Diciamo che nonostante i temi trattati non sono stata coinvolta pienamente, oppure non ho provato quella sorta di "pena-tormento" e tristezza per i personaggi (no non sono così insensibile, sono temi duri ma non mi hanno presa in questa storia) i loro "segreti" seppur di segreti si dovrebbero trattare trasparono già dalle prime pagine. Sai già qual'è stata la causa a caratterizzare i comportamenti di Callie, così come ti aspetti i segreti di lui dalle sue cicatrici spesso messi in evidenza. Il loro rapporto rimane sul tenero e delicato, niente di spinto, ma dopo un po' sono risultati ripetitivi. Il finale è stata una sorpresa, forse quello che mi è piaciuto di più del libro e che ne ha risollevato le sorti. Un cliffhanger degno di nota, carico di suspense, a cui è dedicata la quarta stellina, sperando in un seguito migliore.

Voto: 3.5/5

mercoledì 22 gennaio 2014

WWW Wednesday #5

WWW Wednesday è una rubrica del mercoledì ideata dal blog Should be Reading con l'intento di riportarvi le nostre letture concluse, in corso e future.


• What are you currently reading? Che cosa stai leggendo?
• What did you recently finish reading? Cosa hai appena finito di leggere?
• What do you think you’ll read next? Cosa pensi leggerai in seguito?


Che cosa stai leggendo?

 
Dash & Lily's book of dares di Rachel Cohn e David Levithan e Con te sarà diverso di Jessica Sorensen. Il primo lo sto per finire e nonostante l'entusiasmo iniziale la lettura dell'altra metà sta andando un po' a rilento, mentre il libro della Sorensen ero combattuta se prenderlo o meno, visto che la trilogia Secret non mi ha entusiasmata particolarmente. Sto continuando a sentire pareri molto positivi su quest'altra "trilogia delle coincidenze", motivo che mi ha spinta ad acquistarlo l'altro giorno durante una mia "passeggiata" (che passeggiata doveva rimanere) in libreria! 

Cosa hai appena finito di leggere?

 
Lola and the boy next door di Stephanie Perkins secondo libro della serie "Anna and the french kiss" ma che può essere tranquillamente letto a parte (ma se avete intenzione di leggerli tutti, consiglio comunque di seguire l'ordine di pubblicazione, perché i personaggi fanno le loro comparse) e Fallen di Lauren Kate. Lettura che ho rimandato e rimandato, non mi è piaciuta per niente, peccato!

Cosa pensi leggerai in seguito?

 
Aspetto che mi arrivi Eleanor & Park di Rainbow Rowell e penso di iniziare la lettura di questo, forse forse quando uscirà Onyx (seriously manca solo una settimana aaargh!) mi catapulterò in libreria a prendere anche quello! (Daemon, Daemon, Daemon)


martedì 21 gennaio 2014

Teaser Tuesday #16 - Dash and Lily's book of dares

Nuovo appuntamento con la rubrica Teaser Tuesday del martedì! Ideata dal blog Should be reading ha lo scopo di riportare un teaser dal libro che stiamo attualmente leggendo. Il teaser di oggi è tratto da un libro inedito in italia "Dash and Lily's book of dares" di Rachel Cohn e David Levithan!

  1. Prendi il libro che stai leggendo
  2. Apri ad una pagina a caso
  3. Condividi qualche riga di testo della pagina
  4. Attenzione a non fare spoiler!
  5. Riporta il titolo e l'autore del libro


"Pensi che le favole siano solo per ragazze? Beh ti do un suggerimento, chiediti chi le ha scritte. Ti assicuro, non sono state solo le donne. Sono le fantasie degli uomini, tutto ciò che serve è un semplice ballo, per capire che lei è quella giusta. Tutto ciò che serve è la melodia della sua voce che canta dalla torre, o uno sguardo alla sua faccia addormentata. Ed eccola, quella è la ragazza nella tua testa, che dorme o balla o canta di fronte a te. Si, le donne vogliono i loro principi, ma anche gli uomini vogliono le loro principesse. E non si aspettano un lungo corteggiamento. Vogliono saperlo subito".





Bellissimo questo teaser, mi è piaciuto moltissimo leggere questo quote! Cosa ne pensate? Devo essere sincera, mi aspettavo di più dal libro, a metà lettura inizia a farsi un po' noioso...

lunedì 20 gennaio 2014

Recensione - Lola and the boy next door di Stephanie Perkins

Non so se sia per colpa del tempo così triste, buio e piovoso, ma sto diventando una persona alquanto sfaticata, motivo per cui negli ultimi giorni ho letto poco e aggiornato altrettanto poco.  Sono una pessima persona.
Detto questo è giunta l'ora di scrivere finalmente la recensione di un libro che ho da poco finito di leggere e apprezzato molto, nonostante il suo essere un romanzo contemporaneo.
Purtroppo la serie, fatta di volumi che possono essere collegati tra loro ma anche letti separatamente, è inedita in italia, ma come ho già ormai detto e ribadito, speriamo qualcuno se ne accorga presto!



Titolo: Lola and the boy next door (Anna and the french kiss #2)
Autore: Stephanie Perkins
Editore: Speak
Pagine: 338
Prezzo: 7,32
Data pubblicazione: 09/07/2013

Trama (tradotta da me):
Lola Nolan è una futura promessa stilista, e per lei più l'abito è esorbitante, brillante, esagerato e meglio è. Tutto sembra essere perfetto nella sua vita (compreso il suo fighissimo fidanzato rockettaro) tutto finché i gemelli Bell, Calliope e Cricket, tornano in città. Quando Cricket, un inventore di talento, esce dall'ombra di sua sorella gemella e torna nella vita di Lola, lei si vede costretta ad affrontare un'intera orda di sentimenti repressi da tempo per quel ragazzo della porta accanto.
Beh che dire, vi ricordato il mio entusiasmo per il primo libro della serie? Anna and the french kiss? No? Allora andate a dare un'occhiata e rinfrescatevi la memoria, perché è un libro che merita di essere letto!
Adoro l'abilità dell'autrice di creare questi personaggi fantastici ma difettosi, perfetti ma con i loro difetti, quegli stessi difetti che completano l'un l'altro all'interno di una coppia e che fanno di un
romanzo qualcosa di reale. Perché è così che sembrano i personaggi, giusti, imperfetti e veri. Ho adorato il primo libro "Anna and the french kiss" (si, lo sto ripetendo) e rimane il mio preferito, ma non sono rimasta per niente delusa da Lola.
E' tutta un personaggio in sé, unica, divertente, frizzante, stramba e completamente inusuale. Con quel modo di vestire completamente fuori dall'ordinario, abbigliamenti sempre sgargianti e dai colori vivaci, quanta invidia per questo grandissimo coraggio a distinguersi dalla massa per poter essere così come vuole essere. Parrucche, brillantini, vestiti presi strappati e ricuciti o riadattati come una Lolita, un po' come il mondo della moda, dove spesso gli stilisti sembrano compresi solo da una ristretta cerchia di persone. E' questo a cui sembra aspirare la nostra protagonista, essere una stilista. Ma non prendetelo come un dettaglio alla Diavolo veste Prada, perché è semplicemente un dettaglio in più, niente su cui far crescere delle fondamenta per una sorta di "romanzo già visto". Quello che è al centro dell'attenzione sono per l'ennesima volta i sentimenti, l'amore e il non amore, per l'ennesima volta ma senza annoiare, senza risultare da meno. E nonostante il suo modo di essere Lola piace per quello che è, perché non si vergogna di essere così com'è. Perché non ne troveresti una uguale in tutto il vicinato.
Lola ha finalmente un ragazzo perfetto, nonostante sia più grande di lei. Due padri, si, due padri (confesso di aver riletto la riga per accorgermi che intendesse veramente due padri, ovvero genitori gay). E beh, il vicino bellissimo che si era trasferito, da cui è stata scottata. Ora è tornato ed è....diverso. Ma sempre perfetto. Riuscirà Lola a concentrarsi sul suo attuale ragazzo....senza cadere nuovamente in tentazione?
Anna e St.Clair (protagonisti del primo libro) in questo volume fanno solo da comparsa, ogni tanto con un'entrata quasi un po' troppo forzata. Perché sono troppo dolci e completamente da invidiare, andiamo come si fa ad essere così affiatati? Appiccicosi e desiderosi sempre l'un dell'altro? (That's my envy talking, yes. I'm aware of that).
Cricket, ahh! Se all'inizio appare un po' come "quello che ha fatto soffrire quindi sicuramente un tipaccio odioso" appena ci addentriamo nel suo ritorno in città, oh beh, come non innamorarsene? Leale, giusto, con quelle sue gambe lunghe e il suo modo sexy di vestire. Quei capelli sempre all'insù e il continuo essere un "fratello perfetto, figlio perfetto". Pronto a lasciare indietro se stesso per accontentare gli altri, a tirarsi indietro quando è costretto ma a farsi avanti per se stesso quando è giunto il momento. Così come i suoi gesti inespressi, il dolore represso e la struggente attesa. Di cosa? Beh scopritelo da voi.

Sono curiosissima di vedere cos'altro si è inventata la Perkins per il terzo e ultimo libro!

Voto: 4/5

Com'è composta la serie:
  1. Anna and the french kiss (Anna and the french kiss #1)
  2. Lola and the boy next door (Anna and the french kiss #2)
  3. Isla and happily ever after (Anna and the french kiss #3)

giovedì 16 gennaio 2014

Book Shout Out #7

Nuova segnalazione libresca, questa volta in anteprima per due libri con un tema molto delicato. Verranno pubblicati insieme durante il giorno della memoria il 27 gennaio, giorno commemorato ogni anno internazionalmente per le vittime dell'Olocausto. "La mia amica ebrea" e "Quando dal cielo cadevano le stelle" di due autrici esordienti sorelle, Rebecca e Sofia Domino.



Titolo: La mia amica ebrea
Autore: Rebecca Domino
Pagine: 300
Prezzo: 1,99 (ebook)
Data pubblicazione: 27 Gennaio 2014
Sito autrice: Blog

Trama:
Amburgo, 1943. La vita di Josepha, quindici anni, trascorre fra le uscite con le amiche, le lezioni e i sogni, nonostante la Seconda Guerra Mondiale. Le cose cambiano quando suo padre decide di nascondere in soffitta una famiglia di ebrei. Fra loro c'è Rina, quindici anni, grandi e profondi occhi scuri.
Nella Germania nazista, giorno dopo giorno sboccia una delicata amicizia fra una ragazzina ariana, che è cresciuta con la propaganda di Hitler, e una ragazzina ebrea, che si sta nascondendo a quello che sembra essere il destino di tutta la sua gente.
Ma quando Josepha dovrà rinunciare improvvisamente alla sua casa e dovrà lottare per continuare a sperare e per cercare di proteggere Rina, l'unione fra le due ragazzine, in un Amburgo martoriata dalle bombe e dalla paura, continuerà a riempire i loro cuori di speranza.
Un romanzo che accende i riflettori su uno dei lati meno conosciuti dell'Olocausto, la voce degli "eroi silenziosi", uomini, donne e giovani che hanno aiutato gli ebrei in uno dei periodi più bui della Storia.

Conosciamo l'autrice:
Sono nata nel 1984, e da sempre sono appassionata di scrittura. Dopo aver messo da parte questa mia grande passione per molti anni, sono tornata a scrivere e adesso è ciò che mi piace di più fare. Sono anche un'appassionata viaggiatrice e lettrice. "La mia amica ebrea" è il mio primo romanzo.



Titolo: Quando dal cielo cadevano le stelle
Autore: Sofia Domino
Pagine: 496
Prezzo: 1,99 (ebook)
Data pubblicazione: 27 Gennaio 2014
Sito autrice: Blog

Trama:

Lia ha tredici anni. È una ragazzina italiana piena di sogni e di allegria, con l’unica colpa di essere ebrea durante la Seconda Guerra Mondiale. Dallo scoppio delle leggi razziali la sua vita cambia, e con la sua famiglia è costretta a rifugiarsi in numerosi nascondigli, a sparire dal mondo. Da quel mondo di cui vuole fare disperatamente parte. Passano gli anni, conditi da giornate piene di vicende, di primi amori, di paure e di speranze, come quella più grande, la speranza che presto la guerra finirà. Ma nessuno ha preparato Lia alla rabbia dei nazisti. Il 16 ottobre 1943, la comunità ebraica del ghetto di Roma viene rastrellata dalla Gestapo e i nazisti le ricorderanno che una ragazzina ebrea non ha il diritto di sognare, di sperare, di amare. Di vivere. Lia sarà deportata ad Auschwitz con la sua famiglia, e da quel giorno avrà inizio il suo incubo. Terrore, lavoro, malattie, camere a gas, morti. E determinazione. Quella che Lia non vuole abbandonare. Quella determinazione che vorrà usare per gridare al mondo di non dimenticare. Quella determinazione che brillerà nei suoi occhi quando il freddo sarà troppo pungente, quando la fame sarà lancinante, quando la morte sarà troppo vicina e quando sarà deportata in altri campi di concentramento.
Quella determinazione che le farà amare la vita, e che le ricorderà che anche le ragazzine ebree hanno il diritto di sognare. Perché non esistano mai più le casacche a righe, perché nessuno sia più costretto a vivere in base a un numero tatuato su un braccio o in base a una stella cucita sulla veste.
Perché dal cielo non cadano più le stelle.
Conosciamo l'autrice:
Sono nata nel 1987 e sin da quando ero piccola mi piaceva scrivere temi e racconti. Adesso la scrittura è la mia passione principale. Oltre a scrivere adoro leggere e sognare. Inoltre, viaggio non appena posso. "Quando dal cielo cadevano le stelle" è il mio primo romanzo.

mercoledì 15 gennaio 2014

Recensione - Il richiamo del cuculo di Robert Galbraith

Yes, inspira, espira, inspira, espira. Sono pronta. Carissimi fans della zia Jo vi prego, non mi uccidete, infondo questa non è una recensione completamente negativa ;)



Titolo: Il richiamo del cuculo (Cormoran Strike #1)
Autore: Robert Galbraith (J.K.Rowling)
Editore: Salani
Pagine: 547
Prezzo: 16,90
Data pubblicazione: 04/11/2013

Trama:
Il primo caso per Cormoran Strike in questo romanzo di esordio di Robert Galbraith, pseudonimo di J.K. Rowling, autrice della serie di Harry Potter e de "Il seggio vacante". Londra. E notte fonda quando Lula Landry, leggendaria e capricciosa top model, precipita dal balcone del suo lussuoso attico a Mayfair sul marciapiede innevato. La polizia archivia il caso come suicidio, ma il fratello della modella non può crederci. Decide di affidarsi a un investigatore privato e un caso del destino lo conduce all'ufficio di Cormoran Strike. Veterano della guerra in Afghanistan, dove ha perso una gamba, Strike riesce a malapena a guadagnarsi da vivere come detective. Per lui, scaricato dalla fidanzata e senza più un tetto, questo nuovo caso significa sopravvivenza, qualche debito in meno, la mente occupata. Ci si butta a capofitto, ma indizio dopo indizio, la verità si svela a caro prezzo in tutta la sua terribile portata e lo trascina sempre più a fondo nel mondo scintillante e spietato della vittima, sempre più vicino al pericolo che l'ha schiacciata. Un page turner tra le cui pagine è facile perdersi, tenuti per mano da personaggi che si stagliano con nettezza. Ed è ancora più facile abbandonarsi al fascino ammaliante di Londra, che dal chiasso di Soho, al lusso di Mayfair, ai gremiti pub dell'East End, si rivela protagonista assoluta, ipnotica e ricca di seduzioni.
Ormai la maggior parte delle persone è a conoscenza del reale nome sotto a questo pseudonimo maschile, Robert Galbraith altro non è che J.K.Rowling. Ero combattuta sull'iniziare o meno il libro, se inizialmente mi è apparso coraggioso da parte dell'autrice far valere le sue doti in questo modo, la sensazione iniziale è subito scemata quando per motivi di marketing e vendita un "cuculo"? Ha rivelato il vero nome dello scrittore. Che volete farci, perché lasciarsi sfuggire questo fruttuoso guadagno? Almeno l'autrice è contenta dell'esperimento e le recensioni iniziali sono state assai positive per un "autore esordiente" alla pubblicazione del suo primo giallo.
La trama è avvincente, una famosa top model si è apparentemente suicidata gettandosi dal suo palazzo, uno dei più sfarzosi di Londra. Il caso viene messo in mano a Cormoran Strike dal fratellastro della modella morta Lula Landy, il ricco avvocato John Brighstow. Sembra un caso piovuto dal cielo per il nostro detective ormai alle strette con le bollette e l'affitto da pagare, i casi scarseggiano e le persone che si affidano ad un detective sono sempre meno. Che sia stato un reale suicidio? O, come è convinto il fratello della vittima, Lula è stata assassinata?

Niente da ridire sulla scrittura, si riconoscono i tratti esperti e sicuri di un'autrice che sicuramente sa come si scrive. Ogni cosa è contornata dal più completo o anche insignificante dettaglio, una minuziosità che fa sì immaginare il lettore all'interno del luogo o situazione descritti, ma d'altra parte a lungo andare possono annoiare o distrarre dal succo.

La storia sembra divisa in due parti:
-Per una buona metà la storia è catapultata verso la conoscenza del protagonista, il nostro sfortunato "detective", dalla vita privata ai problemi famigliari così come i problemi finanziari.
-Dall'altra un suicidio/omicidio e un caso da risolvere.

Non so se sia dovuto al fatto che questo primo libro farà parte di una serie, ma ho trovato la storia priva di suspense e colpi di scena, ma completamente ricca di dettagli spesso anche eccessivi sul protagonista più che sul caso, fino alle ultime 150 pagine circa, dove finalmente abbiamo a che fare con la rivelazione dei fatti e la conclusione delle indagini.
Il protagonista Cormoran Strike è completamente fuori dallo stereotipo del detective, fa quasi dubitare sulle sue qualità in quanto tale proprio per il fatto di avere un modesto ufficio in totale disordine e dall'aria trascurata, (insomma nemmeno un po' di thé da offrire ai futuri clienti!) classico di chi proprio non ha molto lavoro da svolgere (o soldi da spendere). Ex militare veterano dell' Afghanistan fuori incarico per aver perso una gamba e figlio di un padre famoso e una madre ex groupie, di cui però non conosce quasi nulla. Una fidanzata che lo ha lasciato senza nemmeno una casa in cui vivere, lasciandolo costretto a trascorrere di nascosto le nottate in ufficio. Un mix assai curioso, che riempie e impegna molto la storia nella descrizione del personaggio. Una protagonista che ho molto apprezzato è la segretaria Robin, determinata e dall'aria quasi sognante, tipico di chi guarda molti film polizieschi sognando segretamente di poter fare l'investigatrice per poi ritrovarsi a dover veramente seguire un caso di omicidio per un detective. Più intelligente di quanto sembri e dalle mille qualità nascoste crea anche quella sorta di atmosfera misteriosa attorno al detective che ci si aspetta, ma che non lascia spazio a quello che potrebbe finire come uno sbocciare di un qualcosa di scontato tra segretaria-dirigente.

Insomma, non so se leggerò mai il seguito, la lettura è stata piacevole, ma niente di più non è riuscita a coinvolgermi. Quando leggo storie del genere spesso mi aspetto di ritrovarmi incollata alle pagine piena di dubbi, curiosità, attesa e domande. La vittima è stata assassinata? Si è suicidata veramente? Chi è l'assassino? Forse l'assassino è lui, ecco l'indizio, forza detective andiamo! Forse ho capito, ah no! Ho sbagliato tutto. Non c'è stata nessuna di queste sensazioni fino alle ultime pagine dove finalmente rimani incollato allo scorrere delle indagini per sapere chi è l'assassino (che effettivamente un po' ti immagini, ma i collegamenti sono stati una sorpresa) avrei  voluto che il ritmo fosse incalzante quanto le ultime pagine. Una storia che non ha niente di straordinario, ma comunque un assassino veramente diabolico e senza scrupoli.
Voto: 3/5

martedì 14 gennaio 2014

Teaser Tuesday #15 - Lola and the boy next door

Nuovo appuntamento con il Teaser Tuesday! Rubrica ideata dal blog Should be Reading con  i seguenti punti da seguire:


  1. Prendi il libro che stai leggendo
  2. Apri ad una pagina a caso
  3. Condividi qualche riga di testo della pagina
  4. Attenzione a non fare spoiler!
  5. Riporta il titolo e l'autore del libro


Perché non mi ha voluta alla sua festa? Sono barcollata in casa, ho chiuso le tende e sono scoppiata in singhiozzi. Cosa è successo? Cosa c'è che non va in me? Perché non gli piaccio più?
Le luci della sua stanza si sono accese a mezzanotte. Ha chiamato il mio nome.
Ho provato a concentrarmi sul catastrofico battito dentro al mio petto. Ha chiamato di nuovo il mio nome. Volevo ignorarlo, ma come avrei potuto? Ho aperto la mia finestra.
Cricket fissava i suoi piedi. "Quindi, ehm, che hai fatto stasera?"
"Niente". La mia voce suonava brusca. "Non ho fatto niente".
Sembrava triste. La cosa mi ha fatto solo provare ancora più disprezzo verso lui, per aver cercato di far sembrare me, la colpevole. "Buona notte". Ho iniziato a chiudere la mia finestra.
"Aspetta!" ha urlato toccandosi i capelli. "Io...Io ho appena scoperto che mi trasferisco". 

Il teaser di oggi è tratto da "Lola and the boy next door" seguito di "Anna and the french kiss" che vi ho già recensito QUI. Purtroppo la serie è ancora inedita in italia, un vero peccato perché ho amato moltissimo il primo libro e il secondo, che tratta di una storia diversa, mi sta piacendo molto!
Cosa ne pensate? Scusate la traduzione blanda ma sono di fretta! Arghh

venerdì 10 gennaio 2014

Book Shout Out #6 - L'anima tra le acquile

Avete presente quella parola che inizia per G e finisce per S? No vero? Nemmeno io. Perché di questi tempi è difficile trovare qualcosa Gratis. Miraggio o meno, il libro che sto per presentarvi è veramente gratuito, un fantasy tutto italiano giunto ormai alla sua terza edizione, per chi fosse interessato (ma anche chi no) approfittatene!



Titolo: L'anima tra le acquile (L'onore del sangue)
Autore: Antonio Renna
Pagine: 191
Prezzo: Gratuito (ebook)
Dove scaricarlo: Google play - PDF

Sito web del libro

Trama:
"Anno settantesimo del Quarto Evo.
Città di Eriburgo, capitale del Regno di Batenoria.
Sono passate da circa un quarto d'ora le tre della notte.
Il cielo piange a dirotto".
Helcolai è un ragazzo di umili origini che, a causa di un evento potenzialmente infausto, riuscirà a coronare il suo sogno: entrare nell'Ordine dei Dragoni Bianchi, un'elite di guerrieri asceti. I quattro anni di Noviziato, imbevuti di spada e preghiera, lo cambieranno radicalmente facendolo crescere anzitempo. Nell'Ordine ritroverà se stesso e la forza di annegare un dolore che lo ha segnato per il resto della sua vita.
Antonio Renna getta le basi, con questo "L'anima tra le aquile", per costruire un mondo con la sua storia, le sue tradizioni, la sua mitologia e geografia, oltre che le scienze.
Conosciamo l'autore:

Antonio Renna, classe 1982, palermitano e laureato in Psicologia. Si è occupato di grafica digitale, game design, cortometraggi e animazione 2D/3D per diversi anni. 
L’anima tra le aquile – L’onore del sangue - è stato pubblicato nel 2010 dall'editore Albatros Il Filo; nel 2011 il romanzo è stato convertito in formato multimediale per iPad (in vendita su App Store). Il libro, giunto adesso alla terza edizione, è distribuito gratuitamente in pdf.

mercoledì 8 gennaio 2014

WWW Wednesday #4

Mi confesso, sono stata una pessima lettrice durante la scorsa settimana. Sono stata rapita da un drama coreano che mi ha portato via tanto del mio tempo, causa il mio fangirlare e sbavare dietro ai personaggi volendo finire subito il telefilm composto da 20 puntate, sono pessima i know, sapevo di dover continuare la mia astinenza dai drama! Dopo essermi confessata e avendo saltato dunque l'appuntamento con il Teaser Tuesday di ieri (non avevo letture in corso diverse dalla scorsa settimana, ma ho pubblicato una recensione per compensare, sisi) non posso continuare a saltare il WWW wednesday, quindi si. Eccomi qui.

WWW Wednesday è una rubrica del mercoledì ideata dal blog Should be Reading con l'intento di riportarvi le nostre letture concluse, in corso e future.

• What are you currently reading? Che cosa stai leggendo?
• What did you recently finish reading? Cosa hai appena finito di leggere?
• What do you think you’ll read next? Cosa pensi leggerai in seguito?



 Che cosa stai leggendo?
Il richiamo del Cuculo di Robert Galbraith
Si, ancora. Sto ancora leggendo questo libro, da tempo non mi capitava di impiegare più di un mese per finire la lettura di qualcosa (no non sono le sue quasi 600 pagine),sto facendo una fatica tremenda a farmi prendere da questo libro!






Cosa hai appena finito di leggere?
Shadows di J.L.Armentrout e Ragazzo da parete di Stephen Chbosky. (Cliccate i titoli per le recensioni!)

Cosa pensi leggerai in seguito?
Ancora non ci ho pensato, mi sto concentrando a finire una volta per tutte "Il richiamo del Cuculo"! Ma penso la scelta ricadrà su The Returned.


martedì 7 gennaio 2014

Recensione - Noi siamo infinito (Ragazzo da parete) di Stephen Chbosky

La recensione di oggi ha come protagonista il famosissimo libro di Stephen Chbosky "Ragazzo da parete" da cui è stato tratto il film "Noi siamo infinito" con Emma Watson. Non ho visto il film quindi praticamente non ne ho avuto un'idea chiara finché non ho iniziato la lettura. L'unica cosa di cui ero consapevole era il fatto di sentirne parlare tremendamente bene, visto anche l'alta valutazione che ha su Goodreads.


Titolo: Noi siamo infinito (Ragazzo da parete)
Autore: Stephen Chbosky
Editore: Frassinelli
Pagine: 271
Prezzo: 16,90
Data pubblicazione: 21/03/2006

Trama:
Tra un saggio scolastico su Kerouac, una canzone degli Smiths e una citazione del Rocky Horror Picture Show, scorrono i giorni di un adolescente per nulla ordinario. L'ingresso nelle scuole superiori lo lancia in un turbine di prime volte: la prima festa, la prima rissa, la prima cotta... e via salendo nella scala dell'adrenalina. E Charlie, più portato alla riflessione che all'azione, affida emozioni, trasgressioni e turbamenti a una lunga serie di lettere indirizzate a un amico. Dotato di un'innata gentilezza d'animo e di un dono speciale per la poesia, il ragazzo è il confidente perfetto di tutti. Peccato che il segreto più grande sia nascosto proprio dentro di lui...
“Ma non lo capisci? Io non riesco a sentirlo. È molto dolce, da parte tua; ma a volte sembra quasi che tu non sia presente. È stupendo il fatto che tu riesca ad ascoltare, e a dare conforto a chi ne ha bisogno… ma che cosa succede quando la persona in questione non vuole una spalla su cui piangere, ma un paio di braccia che la stringano, o qualcosa di simile? Non puoi startene seduto lì, e mettere la vita degli altri davanti alla tua, e pensare che questo possa essere considerato un gesto d’amore. Non puoi. Devi agire” - Tratto da Ragazzo da parete di Stephen Chbosky

Mi sono resa conto di non sapere nulla del libro solo una volta preso in mano, avete presente quando pensate di conoscere già qualcosa per il continuo sentito dire? Ecco così è stato per me. Finché un giorno non ho deciso, si, iniziamo finalmente a leggere il libro di cui tutti parlano. E' così che ho scoperto che in realtà altro non è che una raccolta epistolare di un ragazzo a cui è stato affibbiato lo pseudonimo di "Charlie", un ragazzo che scrive ad uno sconosciuto, perché preso dall'agitazione riguardo al suo primo giorno di scuola superiore. Il suo migliore amico è morto, e lui ha paura. Ha paura di essere tagliato fuori, di sentirsi solo. Perché lui è un outsider, uno di quelli che stanno sempre di parte rendendosi quasi invisibili. Le lettere indirizzate a questo "ragazzo misterioso" appaiono molto uno sfogo personale da diario, di quelli che nell'adolescenza ti accompagnano ad affrontare le tue insicurezze e a sfogare o semplicemente ricordare, ciò che ti ruota attorno. Le prime pagine sono state un wow, e così ha continuato fino a metà lettura, peccato che poi l'attenzione sia scemata sempre più e mi sono vista rincorrere le ultime pagine per finire la lettura. Il wow è stato dovuto forse dalla particolarità del protagonista, il "ragazzo da parete" pronto a mettersi in secondo piano per dare precedenza all'ascolto e il bene altrui. Un ragazzo che è difficile capire fino in fondo e che ti lascia continuamente in confusione. E' intelligente ma ogni tanto sembra tonto, è un amico fantastico, ma spesso non sa cosa fare perché privo di esperienza. Proprio come l'adolescente che da un giorno all'altro si trova ad affrontare un mondo nuovo, crescere, con ciò che comporta il crescere. L'amore, le prime cotte, il sesso, la droga, l'amico omosessuale, la prima ragazza, il suicidio, la morte, le molestie. Ci sono talmente tanti temi inseriti e incastonati in maniera quasi casuale da lasciare di stucco. Ma infondo, è così che è fatta l'adolescenza..e Stephen Chbosky l'ha trattata con delicatezza ma allo stesso tempo con la violenza che serve a far aprire gli occhi e ricordare quanto sia dura crescere.

“Ho provato una sensazione sorprendente quando, finalmente, ho stretto il nastro nella mia mano. Ho pensato che in quella cassetta erano racchiusi un sacco di ricordi e di sensazioni, una gioia e una tristezza immense. Già: era tutto lì, nel palmo della mia mano. E ho pensato alle persone che hanno amato quelle canzoni. E a quelle che, per causa loro, hanno vissuto dei brutti momenti o che, viceversa, grazie a esse hanno trascorso attimi stupendi. Ho riflettuto su ciò che significano, veramente. Sarebbe fantastico se ne avessi scritta una: di certo, ne andrei molto fiero. Spero che gli autori di quei pezzi siano felici; spero che si rendano conto di avere tutto ciò di cui hanno bisogno. Sì, me lo auguro, perché mi hanno reso felice. E io sono solo una persona.”Tratto da Ragazzo da parete di Stephen Chbosky


La mia valutazione è di 3,5 stelle, perché l'autore è riuscito a trattare tanti temi tutti insieme solo in qualche pagina epistolare.
Voto: 3.5/5

sabato 4 gennaio 2014

Book shout out #5 - Io sono respiro puro

Nuova segnalazione libresca, questa volta un po' diversa dal solito, perché vi presento una raccolta di poesie, poesie che hanno a che fare con sentimenti, emozioni. Non sono un'esperta di poesie, ne ho lette poche nella mia vita. Spesso tendo a non comprenderle appieno, o a tralasciarne dei significati nascosti. Avevo una compagna di banco a scuola, che scriveva continuamente poesie sull'amore, l'amicizia. Poesie che erano belle, ma che spesso non capivo appieno per apprezzarle quanto si meritavano. Infondo l'amore è difficile da comprendere, finché non vivi quelle stesse emozioni sulla tua stessa pelle. Così come ognuno, può sempre interpretare o dare un significato diverso ad ogni parola. Ringrazio l'autrice, per avermi inviato le sue poesie, spero sappiano emozionarmi. Quindi, per chi invece le ama, le poesie, vi presento il libro di Maria Fornaro "Io sono respiro puro".



Titolo: Io sono respiro puro
Autori: Maria Fornaro
Editore: Youcanprint
Pagine: 70
Prezzo: 10,00
Data pubblicazione: Aprile 2013
Dove acquistarlo: Youcanprint

Descrizione:
La poesia è divenuta elemento importante della vita dell’autrice, è l’universo in cui si perde e attraverso essa riesce a concretizzare tutte le sue emozioni, le sue sensazioni, i suoi pensieri e i suoi ricordi. È la componente assolutamente imprescindibile della natura umana, come l’aria, che dà forza all’anima. Di animo passionale e tumultuoso, celato nel passato sotto montagne di grigia quotidianità, ora, finalmente, esplode in tutto il suo essere travolgente, regalando versi che toccano l’anima di ognuno di noi. I versi risultano la trasfigurazione in chiave simbolica dell’amore protagonista indiscusso che assurge a unico, vero motivo di vita. L’amore che lenisce le pene, che sussurra, che grida ed infiamma le passioni. Ne risulta una vena poetica impregnata di una grande sensibilità in un caleidoscopio di emozioni che nascono dal cuore, dai ricordi, dalle paure, dai desideri. È una forza travolgente senza tempo.

Conosciamo l'autrice:

Maria Fornaro nasce a Fragagnano (TA) nel Dicembre del 1964. Sposata dal 1994, ha due figli.
Laureata in Materie Letterarie all’Università di Bari, dopo un breve periodo di insegnamento e varie altre esperienze lavorative nel campo museale, si è dedicata interamente alla propria famiglia. Le piace leggere, ascoltare, discutere e mettersi in gioco. Scrive per diletto e per emozioni e pensa come Daniel Glattauer che “scrivere è come baciare, solo senza labbra, ma con la mente”.
I suoi autori preferiti sono Valerio Massimo Manfredi, Glenn Cooper, Kahlil Gibran, Michail Bulgakov, Edgar Lee Masters, Nikolaj Vasil'evič Gogol' , Franz Kafka, Khaled Hosseini, Carlos Ruiz Zafón, Henrik Ibsen, Thomas Mann, Giovanni Verga, Luigi Pirandello.

“Ho iniziato a scrivere sull’onda di emozioni che mi hanno travolta, emozioni che hanno lenito ferite e accarezzato l’animo e il cuore. Non sapevo di saper scrivere e non so ancora se so farlo, ma lo faccio perché il mio cuore comanda le mie dita.”

Booktrailer: 

giovedì 2 gennaio 2014

Recensione - Shadows di Jennifer L. Armentrout

Eh a qualcuno doveva toccare la prima recensione dell'anno! La scelta è ricaduta su "Shadows" di Jennifer L.Armentrout prequel della ormai famosissima serie Lux di cui in italia è stato pubblicato solo "Obsidian" (don't worry a fine gennaio potremo saziarci nuovamente di Daemon con il seguito Onyx uuuuuhmmm...). Il libro in questione l'ho vinto da Glinda Izabel, ancora sono incredula sulla fortuna che ho avuto, e la carinissima Glinda insieme al libro mi ha inviato anche il segnalibro di SOL, beh chi la conosce sa di cosa parlo. Prima o poi vi mostro le entrate libresche, stay tuned! Ma veniamo alla recensione. Okay, è stata dura, ho aspettato boh, una settimana? Prima di scriverne una, perché se ho letto, amato follemente e divorato Obsidian...di Shadows non posso dire altrettanto. Please don't hate me.



Titolo: Shadows ( Lux #0.5)
Autore: Jennifer L.Armentrout
Editore: Giunti Y
Pagine: 176
Prezzo: 12,00
Data pubblicazione: 05/11/2013

Trama:
L'ultima cosa che Dawson Black si sarebbe aspettato era Bethany Williams. Come forma di vita aliena sulla Terra, Dawson e il suo gemello Daemon trovano che le ragazze umane siano... un passatempo divertente. Ma innamorarsi di una di loro sarebbe folle. Pericoloso. Allettante. Irrinunciabile. Bethany viene dal Nevada, e l'ultima cosa che cerca nel West Virginia è l'amore. Ma ogni volta che i suoi occhi incontrano quelli di Dawson si scatena un'attrazione innegabile. E anche se i ragazzi sono una complicazione di cui farebbe volentieri a meno, non riesce davvero a stare lontana da lui. Attratta. Desiderata. Amata. Dawson però nasconde un segreto inconfessabile che non solo può cambiare l'esistenza di Bethany, ma rischia di mettere in pericolo la sua vita. Si può rischiare tutto per una ragazza umana? Si può sfidare un destino inesorabile come l'amore?

Partiamo col rinfrescarci la memoria, vi ricordate i Luxen dal pianeta Lux? Sono una forma aliena che convive segretamente sulla Terra insieme agli umani, hanno assunto le loro stesse sembianze ma dall'aspetto perfetto, ovvero belli di un bello sovrannaturale. Sono tanti, segreti e nascosti tra di noi. Se avete un vicino con queste caratteristiche, bé il vostro vicino di casa potrebbe essere un Luxen. Hanno il potere di sprigionare luce, viaggiare alla sua stessa velocità e proteggersi con i loro poteri dai loro nemici oscuri, gli "Arum".
Abbiamo conosciuto in Obsidian, primo volume della serie, i protagonisti Daemon e Kathy insieme ad un breve accenno alla scomparsa del fratello gemello di lui, Dawson, causata a quanto pare dal suo pericoloso rapporto con un'umana. I Luxen non hanno il divieto di frequentare gli umani, certo, ma tutti sanno che non è sano creare un vero rapporto con loro.
Questo prequel ci porta a conoscere la storia già lievemente accennata riguardo a Dawson, di cui, per chi ha già letto il primo libro, conosciamo già la triste sorte. Viene ripreso il fattore sicuro della protagonista nuova arrivata, sia in città come nella classe del protagonista. Tra Dawson e Bethany scatta subito qualcosa e tra innocenti chiacchiere nei corridoi scolastici e le interminabili telefonate notturne, si ritrovano ben presto innamorati completamente l'un dell'altro. Lei non sa che lui è un Luxen, un alieno, ma scoprirlo insieme a tutto ciò che ne consegue, non li separerà. Ora che si sono trovati sono determinati più che mai a proteggere i loro sentimenti.

Lasciatemelo dire, mai due gemelli furono più diversi.
Daemon è il classico ragazzo con quell'aria da fighetto, il duro della situazione, lunatico ma dolce, stuzzicante e coraggioso, il classico "tipo stronzo che piace alle ragazze perché è stronzo", si avete capito bene (e io sono tra queste). Mentre Dawson... Dawson è dolce, affettuoso, sensibile, tenero. Tipo un orsacchiotto, avete presente? (no, lui invece non è il mio tipo).
Sarà perché Shadows è solamente un corto prequel, ma non mi ha trasmesso tutto ciò che è riuscito a trasmettermi ObsidianEro curiosissima riguardo al fratello gemello misterioso scomparso (o morto?) di cui ancora adesso nonostante il prequel non è stato rivelato nulla, ma la lettura si è presentata lenta, o per lo meno meno coinvolgente. Confido sul fantasma di Dawson che tornerà sicuramente a trovarci nei capitoli successivi, lasciando così intanto un velo di mistero su come verrà sviluppata l'intera vicenda. 
Il rapporto tra Dawson e Bethany è un qualcosa come un'infatuazione o un colpo di fulmine e avviene tutto in maniera incredibile. Cioè, abbiamo un incontro e innamoramento istantaneo, la scoperta degli alieni e poi la morte.
Va bene, lo ammetto. In Obsidian ho adorato follemente Daemon e il suo modo di essere, tutto, tutto, tutto. Mentre il "fratellino" gemello Dawson con quei suoi continui pensieri mielosi mi è apparso più come una "ragazza". Tipo "Gli sorrise e Dawson si sentì morire", ti prego Dawson (va bene ti perdono solo perché sei ancora molto giovane). Una caratteristica che invece lo salva è la sua ferrea determinazione a mantenere ben saldo ciò che vuole e di cui ha bisogno (e tipo che è il fratello gemello fotocopia di Daemon). Quando si trova l'anima gemella solitamente ci si aspetta ogni sorta di benedizione, ma per Dawson e Bethany non è facile. La famiglia di lui si oppone con tutte le forze al loro rapporto che se scoperto metterebbe in pericolo Dawson così come la segretezza dell'intera comunità. Purtroppo accade lo stesso, nel tentativo di salvare Bethany lui le lascia addosso una sorta di "aura molto luminosa" che li fa trovare e uccidere dagli Arum. Sarà stato veramente così?

Sicuramente il prequel spiega molte cose riguardo il caratteraccio di Daemon visto in Obsidian, però non mi è sembrata una lettura fondamentale per la serie, ma qualcosa in più da aggiungere per i fan più appassionati. Purtroppo non mi è piaciuto quanto Obsidian, ormai l'avrete capito. Se a Obsidian ho dato ben 5 stelle piene, Shadows purtroppo per me è un 3 stelle.

Voto: 3/5
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...